4

Test: Security 9 la nuova pistola con fusto in polimero targata Ruger. In Italia è già disponibile in cal. 9x21

Sturm, Ruger & Co.è attualmente presente nel segmento delle pistole con fusto in polimero con tre diverse serie, escludendo dal discorso i modelli in 9 Corto. Le serie EC9 ed LC9 si rivolgono al mercato delle armi compatte e sottili, per porto difensivo occulto. La serie American Pistol è invece disponibile in versione compatta o full size, ma pur sempre con caricatore bifilare. Ed ecco arrivare la terza serie, soggetto di questo articolo, ovvero il modello Ruger Security 9.

Ruger Security 9 in smontaggio
Il disegno della Security 9 segue l'attuale tendenza del mercato, eccezion fatta per il cane interno al posto del percussore lanciato. Per mantenere basso il prezzo si è risparmiato sulle mire, e sulla finitura. 

Ruger Security 9 in dettaglio

Lo schema meccanico alla base della Security 9 ricorda molto quello della subcompatta in 9 Corto LCP pistol, ma con dimensioni di una pistola “full size” e un caricatore bifilare. In questo modello particolarmente economico Ruger combina il sistema di chiusura di tipo Browning con un fusto in polimero con inserti in alluminio. La percussione è affidata a un cane privo di cresta e di fatto nascosto alla vista. Sulla linea di tiro il grilletto sembra un ibrido tra quello di una semiautomatica con percussore precaricato e una con scatto in sola doppia azione. Nonostante il basso costo sono presenti sull'arma alcuni extra come la slitta Picatinny e le fresature di presa sul davanti del carrello. La Security 9 è venduta in una semplice scatola di cartone, ma almeno c'è anche il caricatore di scorta.

Ruger Security 9 scheda tecnica

Modello:

RUGER Security 9
Prezzo:495 Euro (può variare in base a IVA e altre tasse locali)
Calibro: 9 mm Luger - 9x21 in Italia
Capacità caricatore:15 + 1 colpi
Lunghezza canna:98 mm
Dimensioni (L x La x A):180 x 33 x 128 mm
Peso dello scatto:3.000 g
Peso:675 g
Note:Sistema di chiusura Browning, cane interno, fusto in polimero con inserti in alluminio, carrello brunito

Con la Ruger Security 9 sulla linea di tiro

Mirino della pistola Ruger Security 9
Il mirino, di plastica come la tacca di mira, è montato sul carrello con un incastro a coda di rondine. 

Sicuramente Ruger non ha fatto economie sulla precisione della Security 9: la rosata migliore a 25 metri è stata da 41 mm (con cartucce PPU 115 grs JHP), nonostante gli organi di mira spartani e la sicura sul grilletto; un risultato notevole (-5 punti). Anche dal punto di vista dell'affidabilità non si sono notati problemi; la pistola ha funzionato senza esitazioni con ogni tipo di cartuccia, da quelle con palla da 95 grani semi-jacketed fino alle GECO con palla da 154 grani, che scalciano parecchio (-0 P.) Lo scatto potrebbe essere migliore: è infatti lungo e pesante (-3 P.). Comunque dal punto di vista della sicurezza fa un buon lavoro offrendo la stessa resistenza dal primo all'ultimo colpo, senza che la precisione sia influenzata dalle esigenze di sicurezza. 

Tacca di mira della pistola Ruger Security 9 
Per registrare la tacca di mira della Ruger Security 9 si deve allentare una vite. Si noti il la fresatura in cui si muove il cane interno. 

Il disegno dell'impugnatura, con la sua superficie antiscivolo, e la sua angolazione sono piaciute a tutti i tester, anche considerando le dimensioni compatte dell'arma. Se non avete mani di taglia media potreste non essere d'accordo. Non c'è nulla da cambiare o sostituire (-2 P). A quanto pare intenzionalmente, tutte le molle dei comandi sono piuttosto dure (-6 p.). Inoltre tutti i comandi si trovano sul lato sinistro dell'arma a soltanto lo sgancio del caricatore, è reversibile. Per smontare la Security 9 è necessario un utensile per rimuovere un perno abbastanza piccolo, che potrebbe essere perso. La leva della sicura è così piccola, scomoda e dura da azionare che viene la tentazione di non usarla. Questo sarebbe perdonabile su una pistola molto piccola come ad esempio la Beretta Pico, ma in un'arma “full size” non è certo un dettaglio entusiasmante, anche perché sulla Ruger American Pistol questo problema non c'era. Tacca di mira e mirino sono in stile GLOCK, di plastica e solo la tacca di mira può essere regolata leggermente in deriva allentando una vite (-2 P.). Tutto sommato l'assemblaggio non è male, in rapporto al prezzo; c'è un po' troppo gioco tra fusto e carrello e c'è una sbavatura di stampaggio sul fusto che non è stata ben fresata, ma questi difetti li abbiamo riscontrati anche su pistole ben più care. Comunque la finitura semplicemente brunita del carrello è assolutamente passata di moda per una pistola studiata per il porto quotidiano e lo stesso discorso vale per la brunitura dei caricatori. E così abbiamo anche scoperto dove si è risparmiato nella produzione (-4 punti). 

Ruger Security 9: punteggio di valutazione

Valutazione
Punti
Precisione (max. 50 punti) 
45 punti
Funzionamento / sicurezza (max. 10 p.) 
10 punti
Scatto (max. 10 p.)
7 punti
Impugnatura (max. 5 p.) 
3 punti
Comandi (max. 10 p.) 
4 punti
Mire (max. 5 p.) 
3 punti
Lavorazioni (max. 10 p.) 
6 punti
Totale punti (max. 100 p.) 
78 punti
Risultato del test
buono
Punteggio
4 su 6

Ruger Security 9 in breve

Con un prezzo di listino in Italia di 491 euro la Ruger Security 9 è una delle pistole più economiche della sua classe e in poligono si è comportata molto bene. A nostro parere questa pistola è ideale per i neofiti e i giovani tiratori. Anche se alcuni dettagli non sono proprio perfetti questa pistola si è dimostrata totalmente affidabile, e considerando che nasce per la difesa personale e abitativa, non è cosa da poco. 


Per ulteriori informazioni sulla pistola Secutity 9, visita il sito Ruger Firearms

Valuta questo articolo
4 (5 valutazioni)
Questo articolo è disponibile anche in queste lingue:
Il corretto e completo funzionamento dei nostri servizi richiede i cookie. Facendo clic sul pulsante [OK], acconsentite al nostro dominio Internet utilizzando i cookie.