4.2

MKM Jouf: il coltello tattico in alta uniforme

Robert “Bob” Terzuola è uno dei padri della coltelleria artigianale contemporanea. Nato a Brooklyn nel 1944, Bob ha lavorato in numerosi progetti legati alla protezione civile in America latina e durante questi anni maturò l'abilità di coltellinaio e il concetto di “coltello tattico” di cui è il padre riconosciuto. Entrato nella Corporazione dei coltellinai americani nel 1981, da allora Terzuola ha sviluppato il suo concetto di “tactical folder” sia in chiave artigianale sia collaborando come designer con aziende americane del calibro di Strider, Spyderco, CRKT, e Microtech ma anche con l'italianissima Fox. Vale la pena ricordare che il suo coltello C15 progettato per Spyderco nel 1989 fu il primo liner lock di produzione industriale e venne fabbricato negli USA da una piccola startup chiamata Benchmade.

Bob Terzuola è ancora oggi molto attivo sia nella sua bottega di San Diego – California, sia in giro per il mondo alle fiere di coltelli. 

Un classico rivisitato, visto da vicino

Lama del coltello MKM Jouf
La lama del Jouf ha un profilo “utility” con il controfilo di un terzo del dorso ed è disponibile con finitura Cerakote nera o stone-washed.

Ecco quindi che l'MKM Jouf si presenta con un'aria familiare, almeno per chi ha presente lo stile di Terzuola. L'impugnatura in particolare è un esplicito richiamo a quella del suo modello M30 realizzato in collaborazione con la Olamic Custom, con la caratteristica “battle guard” (ovvero guardia da combattimento) che sul Jouf è portata all'estremo. 

Infatti se la guardia dell'M30 era costituita da una scampanatura del materiale dell'impugnatura che andava a copiare la sagoma della guardia metallica vera e propria, sul Jouf la parte metallica non c'è, quindi la guardia è ricavata esclusivamente nel G10. Sappiamo già che questo dettaglio è quello su cui detrattori e sostenitori si dividono con più forza. Tirato fuori dalla scatola il Jouf si presenta come un lama fissa di dimensioni medie: la lama misura 140 mm di lunghezza con uno spessore di 5 millimetri mentre la lunghezza totale è di 260 millimetri: il peso dell'MKM Jouf è di 248 grammi. Realizzata in acciaio N690 e temprata a 58-60 HRC disponibile con finitura Cerakote nera o stone-washed, la lama ha un profilo “utility” con il controfilo di un terzo del dorso. Su entrambi i lati della lama, in corrispondenza del tallone, sono riportati i loghi del produttore e quello di Robert Terzuola, con l'inconfondibile testa di drago. 

Guancette impugnatura del coltello MKM Jouf
Le guancette sono in G10 con lavorazione tridemensionale. Lasciano scoperte alcune parti del codolo, godronato per facilitare la presa. Un dettaglio molto ingegnoso.

L'impugnatura è costituita da una coppia di guancette in G10 con lavorazione tridimensionale caratterizzata dalla presenza della rondella in titanio blu, simbolo di MKM e dal fatto di lasciare scoperti due tratti godronati del codolo, uno sul dorso e uno sulla parte inferiore, che facilitano la presa. Ecco, questo è uno dei dettagli di cui è disseminata tutta la collezione MKM che fanno la differenza tra un coltello normale e uno disegnato da un genio della coltelleria moderna. L'impugnatura ha un incavo semi anatomico per offrire più presa al dito indice e nella parte posteriore presenta il classico foro per il lacciolo di sicurezza. In generale l'impugnatura si dimostra efficace e consente una salda presa sullo strumento da taglio, anche portando i guanti. 

Il Jouf è consegnato con un fodero in Nylon di colore nero con passanti per la cintura e per il fissaggio al giubbetto o allo zaino. La ritenzione è affidata a un lacciolo con bottone automatico che avvolge l'impugnatura. Il peso del fodero è di 140 grammi, coltello e fodero pesano quindi 388 grammi. Il prezzo è di 180 Euro per il modello con lama stone-washed e di 185 Euro per quella con finitura in Cerakote nero opaco. 

MKM Jouf in pratica

Impugnatura del coltello MKM Jouf
L'impugnatura del MKM Jouf è veramente ben fatta e permette un perfetto controllo del coltello anche indossando guanti tattici, com i 5.11 visibili nella foto.

Il Jouf, che come tutti i modelli della prima serie Mikita prende il nome da una montagna friulana,  è un coltello a lama fissa dal disegno essenziale, costruito con grande cura e con materiali di buona qualità, con qualche particolare esclusivo come la guardia integrale all'impugnatura, che potrebbe destare qualche perplessità (più teorica che pratica) negli amanti dei fighter “duri e puri”. Le dimensioni sono un compendio ideale tra efficienza e leggerezza. La lavorazione tridimensionale delle guancette è eccellente, soprattutto considerando l'impiego anche indossando i guanti. Il prezzo è relativamente  contenuto se confrontato a prodotti di alto livello di produzione americana. Forse il fodero potrebbe essere un po' più curato.

Video: coltello sportivo e tattico MKM Jouf

Scheda tecnica del coltello tattico MKM Jouf

ProduttoreMKM-Mikita
ModelloJouf
DesignerRobert Terzuola
Tipologialama fissa
Impiegosportivo-tattico
Acciaio lamaN690 e temprato a 58-60
Filoliscio
FinituraCerakote nera opaca o stone washed
ImpugnaturaG10
Lunghezza lama140 mm
Lunghezza totale260 mm
Peso248 grammi
Foderoin nylon
Prezzoda 180 a 185 Euro

Per ulteriori informazioni sul coltello tattico Jouf, visita il sito del Consorzio Coltellinai di Maniago.

Valuta questo articolo
4.2 (10 valutazioni)
Questo articolo è disponibile anche in queste lingue:
Il corretto e completo funzionamento dei nostri servizi richiede i cookie. Facendo clic sul pulsante [OK], acconsentite al nostro dominio Internet utilizzando i cookie.