3.4

Calendario Venatorio 2018/2019: Regione Toscana

La Regione Toscana ha ufficilamente approvato il calendario per la stagione venatoria 2018-2019. Nessuna novità rilevante se non per l’abbassamento del numero massimo di capi a stagione per la specie allodola che passa da 100 a 50 con un massimo di 10 capi giornalieri. Per la preapertura si dovrà aspettare la specifica delibera in merito ai modi e i tempi.

Principali periodi di caccia

a) coniglio selvatico, merlo e fagiano: dal 16 settembre al 31 dicembre.

b) starna e pernice rossa: dal 16 settembre al 29 novembre.   
c) lepre: dal 16 settembre all'8 dicembre.
d) quaglia, tortora e combattente: dal 16 settembre al 31 ottobre.

e) allodola: dal 1 ottobre al 31 dicembre (carniere è ridotto a 50 capi stagionali e 10 giornalieri).

f) beccaccia, cesena, tordo sassello: dal 1 ottobre al 31 gennaio.
g) moretta: dal 1 novembre al 31 gennaio.

h) tordo bottaccio, Alzavola, Marzaiola, Canapiglia, Codone, Fischione, Germano reale, Marzaiola, Mestolone, Moriglione, Folaga, Gallinella d’acqua, Pavoncella, Porciglione, Beccaccino, Frullino, Colombaccio, Cornacchia grigia, Ghiandaia, Gazza, Volpe e Minilepre dal 16 settembre al 31 gennaio.

Cinghiale

Per quanto riguarda il cinghiale, nelle aree vocate il prelievo in braccata sarà consentito dal 1° ottobre 2018 al 31 gennaio 2019, nel rispetto dell’arco temporale di tre mesi consecutivi secondo i periodi indicati per ciascun comprensorio:

  • Arezzo 1 e 2: dal 7 ottobre 2018 al 7 gennaio 2019.
  • Firenze Prato 4 e Firenze Sud 5: dal 15 ottobre 2018 al 15 gennaio 2019
  • Grosseto 6 e 7: dal 1° novembre 2018 al 31 gennaio 2019
  • Livorno 9 e 10: dal 1° novembre 2018 al 31 gennaio 2019
  • Lucca 12: dal 1° novembre 2018 al 31 gennaio 2019
  • Massa 13: dal 1° ottobre 2018 al 31 dicembre 2019
  • Pisa 14 e 15: dal 1° novembre 2018 al 31 gennaio 2019
  • Pistoia 11: dal 1° novembre 2018 al 31 gennaio 2019
  • Siena 3 e 8: dal 1° novembre 2018 al 31 gennaio 2019

Nelle aree non vocate, il prelievo selettivo è consentito dal 1° di gennaio al 31 dicembre di ogni anno nei tempi previsti dal Piano di Prelievo approvato in data 27 Dicembre 2017. Gli ATC sono autorizzati a  sospendere il prelievo selettivo sulla specie in zone delimitate ricadenti nelle aree non vocate incluse nel territorio a caccia programmata durante il periodo della caccia in braccata. Durante il periodo della caccia in braccata è possibile porre le poste in area non vocata sino a metri 100 oltre il limite dell’area vocata.

Inoltre nelle aree non vocate, è autorizzata la caccia in forma singola e con il metodo della girata dal 1° ottobre al 31 dicembre 2018.

Per maggiori informazioni consultare il sito www.regione.toscana.it

Valuta questo articolo
3.4 (5 valutazioni)
Il corretto e completo funzionamento dei nostri servizi richiede i cookie. Facendo clic sul pulsante [OK], acconsentite al nostro dominio Internet utilizzando i cookie.