Combat Arms 3/2016: contenuti del numero edizione aprile/maggio

Fantasmi tra le sabbie: gli incursori contro l’Isis  

Un articolo tra i più interessanti è dedicato all’artiglieria contraerei italiana (pag. 16/19) mentre le black operation vedono gli operatori del Comsubin impegnati contro l’Isis (da pag. 20/23). 

Bushmaster Varmint: se ti piace vincere facile...

Combattere con il fucile d'assalto, israeli style
Combat Arms 3/2016: Combattere con il fucile d'assalto, Israeli Style- Combattere con un fucile d’assalto, che sia un M16, un M4, un AK47, o -perché no- con una pistola mitragliatrice MP5, è qualcosa di completamente diverso dal saperci semplicemente fare fuoco.

Le forze speciali dell’est Europa vogliono come protagonista il comando per le operazioni speciali russo (da pag. 24/29) nel loro impiego su tutti i meridiani. Tra le armi lunghe si analizzano caratteristiche e prestazioni del Fabarm STF 12 (da pag. 30/33), la grande precisione ad uso sniper del Bushmaster Varmint Stainless (da pag. 38/41) mentre per le armi corte come non apprezzare il fascino della TAC 1911 Compact della Rock Island Armory (da pag. 34/37). 

TOS-1/1° System: questo esplode il Buratino

TOS-1/1° System
Combat Arms 3/2016: TOS-1/1° SYSTEM- I Russi potrebbero usare quest’arma lanciamissili erede della Katyusha della Seconda Guerra mondiale, presumibilmente per debellare fortificazioni costruite dai ribelli o bunker in cui si nascondono i capi dello Stato Islamico. Coloro che si trovano vicinissimi alla deflagrazione vengono annientati. Allo stesso modo chi è nei suoi paraggi subisce diverse ferite interne, quindi invisibili, tra cui la rottura dei timpani e degli organi uditivi, concussioni varie, la rottura dei polmoni e degli organi interni, e cecità causate dall'onda d'urto potentissima.

Nello spazio dedicato ai veicoli corazzati, fa la sua devastante apparizione il micidiale TOS-1 System (da pag. 42/45) con i suoi devastanti missili e nell’area “addestrativa” ritroviamo l’istruttore M.Spadaccini che affronta le tecniche di combattimento israeliane con il fucile d’assalto (da pag. 56/59). Anche l’importante settore dell’Intelligence offre ampi spunti di analisi e riflessione con un articolo sui Balcani (da pag. 68/70) e con l’intervento del prof. 

Esercitazione antiterrorismo "Scudo"

Esercitazione antiterrorismo "Scudo"
Combat Arms 3/2016: Esercitazione Antiterrorismo "Scudo"- La grande esercitazione antiterrorismo di tutti i servizi di sicurezza della Serbia, denominata "Scudo", è stata effettuata di recente in diverse località di Belgrado. L'esercitazione ha visto la partecipazione di circa 700 membri dei servizi di sicurezza provenienti dai migliori reparti della polizia e delle Special Forces serbe.

Di Cesare tramite il suo “Insurgents Nostrum” (da pag. 48/51). 

E ancora i misteri del narcotraffico, la protezione individuale dei reparti speciali, gli accessori e gli equipaggiamenti tattici, il reportage sull’Esercitazione Antiterrorismo “Scudo” dalla Serbia e molto altro. 

Un numero che affronta i temi caldi che anticipano di certo una stagione di fuoco.


Valuta questo articolo
Il corretto e completo funzionamento dei nostri servizi richiede i cookie. Facendo clic sul pulsante [OK], acconsentite al nostro dominio Internet utilizzando i cookie.