5

Collezionismo militare: si apre la stagione con Militoscana 2016

Collezionismo militare: Militoscana 2016
La mostra offriva agli appassionati una variegata offerta di oggetti da collezione

Anche nel 2016 Militoscana, la mostra-scambio ospitata presso il Palazzo delle Esposizioni ha registrato un ulteriore incremento di espositori (ben 74, dieci in più dell’edizione del 2015) e di pubblico. 

La manifestazione, fortemente voluta e tenacemente sviluppata negli anni da Ranieri Benvenuti, patron dell’Agenzia di eventi Prometeo, convinto da sempre della necessità di avere in Toscana, proprio a ridosso dei luoghi che videro la battaglia per lo sfondamento della Linea Gotica, un evento fieristico di militaria che ospiti espositori provenienti da tutto il paese e anche dall’estero, ha offerto nuovamente diversi spunti per curiosi e appassionati del settore.

Collezionismo militare: Militoscana 2016
L'edizione 2016 ha visto la partecopazione di 74 espositori, dieci in più rispetto al 2015

Molto ricca, come da tradizione, la sezione dedicata alle uniformi, sia originali sia splendide copie, relative principalmente alla Prima e alla Seconda guerra mondiale; ma non son mancate citazioni ottocentesche e dei primi del novecento. Buffetteria ed equipaggiamenti individuali in abbondanza, e di varia provenienza, con la possibilità per gli oggetti più recenti (Bundeswehr, Esercito Italiano anni 80, US Army ecc.) di fare acquisti non particolarmente onerosi. 

Collezionismo militare: Militoscana 2016
Ranieri Benvenuti (a sinistra), organizzatore dell'evento e lo staff della Prometeo

Alcuni stand molto forniti con pezzi di ricambio per armi lunghe e corte che andavano dalle guancette ,agli otturatori, alle molle, ai percussori e molto munizionamento inertizzato di scavo e non. Molti anche gli elmetti della Prima (molti Adrian mod. 16 ben conservati) e Seconda guerra mondiale (in prevalenza Stahlhelm tedeschi come al solito) ma qui i prezzi iniziavano a salire. Sempre più numerosi i banchi che offrivano modellini aeronavali e terrestri e scatole di soldatini della Airfix, Tamya ecc. 

Collezionismo militare: Militoscana 2016
Un raro pugnale da ardito nella versione con impugnatura a manico di lima

Il collezionismo delle scatole originarie e integre di soldatini, soprattutto se della italiana Atlantic, può fargli raggiungere prezzi notevoli. 

Libri specializzati su tematiche militari con monografie su uomini e mezzi delle due guerre mondiali al solito hanno fatto bella mostra di se nei banchi specializzati. 

Al piano sopraelevato la sezione occupata dai gruppi reenactors con armi soft air, sempre più numerosi e diversificati. Ciascuna associazione ha offerto materiale informativo e illustrativo invogliando gli interessati all’arruolamento. Per quanto riguarda le armi, Luger, Webley, Glisenti su tutte per le corte e alcune Browning calibro .30 da citare per le mitragliatrici.


Per ulteriori informazioni visita il sito Militoscana

Valuta questo articolo
5 (2 valutazioni)
Il corretto e completo funzionamento dei nostri servizi richiede i cookie. Facendo clic sul pulsante [OK], acconsentite al nostro dominio Internet utilizzando i cookie.