4.8

Giù le mani dalle donne

Problematica oggi molto discussa è quella relativa alla violenza contro le donne. In ragione di ciò, diverse sono le iniziative in atto da parte di Associazioni, Pubbliche Amministrazioni e Forze di Polizia al fine di diffondere l’educazione al rispetto della donna e di conseguenza prevenire casi di violenza. 

Corsi di difesa personale dedicati alle donne

Tecnica di difesa per le donne
Tecnica di elusione da presa anteriore sulla maglia e leva articolare.

È questo il caso della Città di Castano Primo nell’hinterland milanese che, data la risposta positiva ad uno stage di difesa personale femminile ad opera di un istruttore specializzato nel settore, organizzato in occasione di una manifestazione dedicata al benessere delle donne a cui hanno partecipato circa quaranta donne, ha programmato un’attività formativa, suddivisa in diversi moduli della durata di due mesi ciascuno, al fine di aumentare la consapevolezza e cercare di ridurre l’esposizione a possibili fattori di rischio. 

Tecniche difesa per le donne
Tecnica post colluttazione e pre immobilizzazione con compressione toracica e torsione del collo.

Nello specifico il corso ha come obiettivo principale quello di aiutare il pubblico femminile a potenziare il proprio livello percettivo, a conoscere e prevenire le situazioni di pericolo e ad acquisire maggiore sicurezza sapendo riconoscere le situazioni di esposizione a rischio e come extrema ratio, sapersi difendere in maniera efficace, tenendo conto delle componenti psicologiche nella gestione dello stress e delle emozioni

Il programma che prevede allenamento, condizionamento ed addestramento fisico, è basato sull’impronta di programmi formativi di polizia e militari tesi a far lavorare il discente sotto stress. Infatti le semplici tecniche di difesa hanno bisogno di diventare istintive senza il bisogno di essere pensate. 

Stage difesa per le donne
Un momento di uno stage sulla difesa riservato alle donne.

Nella fase immediatamente precedente ad un’aggressione, la persona deve ridurre le possibilità di diventarne vittima, trovandosi a gestire paura, adrenalina, diminuizione delle percezioni sensoriali ed altri fattori, non avendo possibilità di valutare tutte le componenti che possono interagire. 

Un giusto approccio mentale improntato sulla consapevolezza e la conoscenza di fattori di comunicazione verbale, non verbale e paraverbale può aiutare a ridurre i fattori di esposizione. 

Fondamentale è l’interazione tra l’istruttore ed i partecipanti nelle esercitazioni, il quale fornisce loro suggerimenti e consigli utili sia per utilizzare le tecniche nel modo migliore sia per analizzare il proprio grado di esposizione. 

Tale tipologia di corsi tenuta da operatori di polizia e già attuata in altre Amministrazioni, ha riscontrato una effettiva recezione dei principi e delle tecniche illustrate, in quanto non lavorando esclusivamente come arte marziale o sport da combattimento, risulta accessibile a tutti. 

Valuta questo articolo
4.8 (59 valutazioni)
Il corretto e completo funzionamento dei nostri servizi richiede i cookie. Facendo clic sul pulsante [OK], acconsentite al nostro dominio Internet utilizzando i cookie.