3.2

Tecniche di tiro dinamico IPSC: estrarre dalla fondina

Le prime tre parti del nostro corso di tiro sportivo con la pistola hanno riguardato l'impugnatura, la posizione del corpo e il controllo dello scatto. Questa quarta puntata è dedicata invece all'estrazione dalla fondina e al perché sia così cruciale nell'abbassare i tempi degli esercizi IPSC.

Un altro modo di vedere l'estrazione dell'arma da competizione

Praticamente ogni esercizio di tiro IPSC prevede la partenza con l'arma in fondina, quindi è vitale imparare come estrarre l'arma in modo rapido, sicuro e saldo e puntarla correttamente sul bersaglio. Anche se rispetto alla durata dell'esercizio il tempo in cui avviene l'estrazione è molto ridotto, l'esperienza ci insegna che questa ha una grande influenza sulla velocità di esecuzione in generale. Questo acquista ancora più senso se si sceglie di osservare il movimento dell'estrazione da un diverso punto di vista. Praticamente è come se si trattasse di una transizione del bersaglio con una complicazione in più. La transizione da un bersaglio all'altro è uno dei fondamentali dal tiro dinamico ed è ovvio che chi riesce a passare più velocemente da un bersaglio all'altro ha anche maggiori possibilità di salire sul podio.

Ma vediamo le diverse fasi che costituiscono il gesto dell'estrazione, così come insegnato comunemente.

I cinque punti di una estrazione perfetta

Punto 1 Al segnale dello starter la pistola va afferrata con la mano forte.

Punto 2 Mentre la mano forte si posiziona correttamente attorno all'impugnatura. La mano debole inizia a muoversi verso il lato del corpo dove si trova la fondina.

Punto 3 Nel momento in cui sentiamo che la mano forte è posizionata correttamente, si estrae la pistola e la si porta in linea con il bersaglio.

Punto 4 Contemporaneamente la mano debole raggiunge la pistola e si completa la corretta impugnatura.

Punto 5 Quando la pistola raggiunge l'altezza degli occhi, inizia il processo di mira e il conseguente sparo del primo colpo.

Al fine di ottenere una migliore comprensione del processo descritto sopra, si consiglia di ripetere la sequenza di estrazione in ordine inverso durante l'allenamento a secco. Invece che con la pistola in fondina, iniziate con la pistola nella posizione di mira e rimettetela nella fondina.

Tecniche di estrazione dalla fondina durante il tiro dinamico
Al segnale del timer la mano forte si muove verso l'arma in fondina (1). Nello stesso tempo la mano debole si muove verso la fondina (2).  
Fase tre dell'estrazione della pistola dalla fondina, arma tirata sul fianco, la mano vicino al corpo
La pistola deve essere impugnata correttamente dalla mano forte prima di essere estratta dalla fondina. Quindi va portata direttamente in posizione di mira (3).
Quarto passo per il tiro con arma corta: l'arma è in entrambe le mani al livello del torace del tiratore, le braccia sono ancora piegate.
A questo punto la mano debole raggiunge la pistola e completa l'impugnatura (4).
Posizione finale. L'arma è pronta al tiro. Il tiratore sta cercando il bersaglio. 
È importante che la mano debole non sia portata in avanti troppo presto per non disturbare il corretto allineamento della pistola. Qui la sequenza giusta. Una volta che la pistola è al livello degli occhi inizia la fase di mira (5).

Errori più comuni nell'estrazione dalla fondina

Ci sono davvero un sacco di cose superflue e che fanno sprecare tempo che i tiratori fanno mentre estraggono la pistola.

Uno dei problemi più comuni, ad esempio, è la risposta lenta al segnale dello starter (detto anche timer). Se aspetti che il segnale dello starter smetta di suonare, perdi tempo prezioso. Già al primo suono dello starter la mano forte deve muoversi immediatamente verso la pistola. Un altro problema, non così raro, è che la mano forte viene portata alla pistola con troppa forza e la pistola viene premuta all'interno fondina prima di essere estratta. Un buon consiglio è prestare attenzione se senti la fondina muoversi nella direzione dell'anca/della gamba. In quel caso significa che stai spingendo la fondina e non va bene.

Molti tiratori trascurano anche la posizione della mano debole durante l'estrazione. Se la mano debole non viene spostata in anticipo verso la fondina, rimane indietro quando aumenta la velocità di estrazione della mano forte. Inoltre, un vero classico tra i problemi di estrazione è il movimento di tutto il corpo. Infatti, solo le braccia dovrebbero muoversi durante la fase di estrazione, ma tanti tiratori indugiano a piegarsi lateralmente o su se stessi. È fondamentale evitare movimenti inutili. E ancora, aiuta esercitarsi con l'estrazione in ordine inverso per evidenziare ed eliminare qualsiasi movimento non necessario. Inoltre, l'allenamento in bianco davanti a un grande specchio può fare miracoli.

Una perdita di tempo da non sottovalutare si annida nel modo in cui il movimento di mira della pistola non segue una linea diretta verso il bersaglio. L'obiettivo viene troppo spesso sorpassato e quindi la pistola viene riportata indietro per trovare il bersaglio (in gergo “andare a pesca”), oppure le braccia vengono portate verso l'alto insieme in un movimento simile al lancio di una palla da bowling. Entrambe le modalità sono estremamente inefficaci.

Piuttosto, la pistola deve essere portata direttamente nella posizione di sparo. Se lavoriamo efficacemente lo si può determinare con relativa facilità guardando gli organi di mira. Idealmente, dovresti vedere tacca e mirino allineati sul centro del bersaglio. Se invece il mirino è alto sul bersaglio e deve essere riportato in basso, al centro del bersaglio, questa è un'indicazione che stiamo andando a "pesca".

Infine, va notato che la difficoltà del tiro non dovrebbe avere alcuna influenza sulla velocità. Per la semplice estrazione della pistola, è irrilevante che il bersaglio da colpire sia a 5 o 50 metri di distanza. Se il tempo del primo colpo aumenta, è solo perché l'obiettivo più distante deve essere mirato più attentamente.

Come sempre, questi suggerimenti sulla corretta estrazione non sono solo interessanti per i tiratori appassionati, ma sono rivolti a tutti i tiratori che vogliono migliorare le loro abilità. Provateli. Perché la pratica è nota per rendere perfetti (tiratori)!


Qui troverete le precedenti puntate dedicate al tiro IPSC:

Valuta questo articolo
3.2 (6 valutazioni)
Questo articolo è disponibile anche in queste lingue:
Il corretto e completo funzionamento dei nostri servizi richiede i cookie. Facendo clic sul pulsante [OK], acconsentite al nostro dominio Internet utilizzando i cookie.