5

Il Coniglio Selvatico: Caccia, cani, fucili, consigli utili

DESCRIZIONE


Nome comune

Coniglio Selvatico  

Nome scientifico


Oryctolagus Cuniculus
Classificazione



- Classe: Mammiferi
- Ordine: Lagomorfi
- Famiglia: Leporidi  
- Genere: Oryctolagus
- Specie: Oyctolagus Cuniculus (Lilljeborg 1873).

Caratteri distintivi



Più piccolo di una lepre, dalla quale peraltro si distingue per moltissimi particolari, misura fino a 45 cm di lunghezza, per un peso che di norma si aggira sui 2 chili. 

Ha lunghe orecchie e grandi occhi neri situati sui lati della testa, che nelle femmine è più lunga e affusolata rispetto ai maschi. Le zampe posteriori sono robuste e più lunghe di quelle anteriori e mettono il coniglio in condizione di correre rapidamente. 

Invece di avere dei cuscinetti a protezione della pianta dei piedi, il coniglio ha una fitta copertura di peli che gli permette di non scivolare sia sulla roccia, che sulla neve. Le zampe sono inoltre palmate per impedire alle dita di separarsi mentre l'animale salta o scarta di lato, provocando così cadute. La coda è molto corta e rivolta all'insù: essa è ricoperta sul lato inferiore di pelo bianco, che le dà un aspetto ovattato 

Caratteristiche

della specie



Si tratta di animali principalmente notturni e fortemente gregari, che possono vivere in colonie di grandezza direttamente proporzionale alla disponibilità di cibo. Una colonia tipo è composta da una decina di individui, senza distinzione di sesso: in ogni caso all'interno di ciascuna colonia (in particolare fra i maschi) vige un rigido schema gerarchico, che si traduce nella facilità di accesso all'accoppiamento o al cibo. 

Ciascuna colonia vive in un territorio che solitamente si estende per circa quattro ettari e nei maschi ha dimensioni maggiori, in modo tale da sovrapporsi con quelli di più femmine. Il nome stesso rivela la caratteristica di dar vita per l’appunto a una serie assai complessa di rifugi, collegati da cunicoli.  

La sua prolificità, è proverbiale, anche se da mettersi sempre in relazione con le possibilità trofiche di ogni territorio


Continente di origine



Eurasia 

Habitat naturale


Si tratta di animali erbivori che si nutrono di una vasta gamma di materiali di origine vegetale, dall'erba alle foglie alle radici sino alle colture umane, che in caso sono capaci di devastare. Ogni ambiente quindi che presenti queste caratteristiche, specie se a clima mediamente temperato, può essere un habitat ottimale per i conigli 


Paesi in cui è diffuso



Pressoché ovunque, soprattutto a causa degli inserimenti ad opera dell’uomo 


Diffusione


Per irradiazione diretta e per introduzione di capi di cattura o allevamento, i quali tuttavia si adattano molto rapidamente riprendendo in pieno lo status di selvaticità naturale 


Paesi in cui si caccia



Tutti quelli in cui è diffuso, senza distinzioni 

Condizioni climatiche
di caccia



Dove non si deve procedere ad abbattimenti indiscriminati a causa dei danni - i quali avvengono tutto l’anno - le condizioni abituali di caccia sono quelle autunnali di tipo mediterraneo-continentale   


Tipologia di caccia


  1. Col furetto: introducendo il piccolo mustelide addestrato nei cunicoli dei conigli, che gli fa schizzare fuori dalle tane dove li attende il cacciatore col fucile
  2. Coi Cirnechi: più o meno come si caccia coi segugi la lepre
  3. Vagante coi cani da cerca

Springer Spaniel inglese
Il manto dello Springer liscio e mediamente lungo è una solida difesa sia dai rovi nella vegetazione fitta sia dall'acqua
Cirneco dell'Etna
Cirneco dell' Etna, un cane da caccia antichissimo, risale al 1000 A.C. ed ha subito pochissime manipolazioni, molto veloce e per questo ancora utilizzato per la caccia alla lepre e al coniglio

CANI DA CACCIA


Cani da cerca

Springer e Cocker


Cani da seguita


Cirneco dell'Etna

Beretta Heavy Flanned button down shirt
Beretta Heavy Flanned button down shirt
Zamberlan VIOZ TOP GTX RR WL
Zamberlan VIOZ TOP GTX RR WL

ABBIGLIAMENTO


Calzature


In caso di climi asciutti, comode pedule e scarponcini leggeri. Altrimenti, stivali in gomma naturale al polpaccio


Pantaloni


Colore: verde, marrone

Genere:  pantaloni in canvas anti strappo, in caso calzati anche da comodi cosciali guarda macchia se ci si trova a cacciare in zone particolarmente ricche di essenze vegetali spinose o in giornate particolarmente umide


Camicie


Colore: verde, marrone, a scacchi

Genere: camicia di robusto cotone, per l’autunno. Flanella e sopra un capo in pile, per i periodi più freschi  

Gilet e trisacche



Tecnici entrambi, in robusta cordura oppure in canvas oleato, sono pressoché obbligatori per contenere tutto quello che ci serve, dai fischietti per i cani sino al cellulare, ai documenti o alle cartucce


Giacche



Colore: verde, marrone

Genere: giacche da caccia impermeabili, con la possibilità di montare e smontare imbottiture in base alla stagione, meglio se robuste e antistrappo


Underwear



Prediligere sempre capi tecnici che assorbano il sudore consentendo tuttavia al corpo una perfetta traspirazione 

Cappelli/berretti


Berretto di cotone con visiera, magari ad alta visibilità, può assolutamente avere la sua utilità, specie nella macchia mediterranea


Note



Nella caccia alle poste o vagante di qualsiasi tipo, in molti paesi è obbligatorio indossare sempre almeno di 2 capi orange ad alta visibilità. Consigliamo di farlo anche dove non imposto dalla legge - come ad esempio andando a conigli - per purissimo buon senso e semplice amor proprio


Benelli Montefeltro Beccaccia
Benelli Montefeltro Beccaccia
FAIR Xlight Prestige

ARMI


Tipologia

Caccia in Battuta: è utile un fucile di peso medio, in calibro 12 o calibro 20, meglio non troppo leggero. Basculante o semiautomatico che sia. Dalle canne di lunghezza compresa fra i 68/71 cm. caratterizzate da valori altrettanto seri di strozzatura, *** e * per un basculante, e *** o ** per un qualsiasi semiauto. 

Caccia Vagante: Doppiette o sovrapposti di buon livello in calibro 12 o calibro 20 dalle canne di 68 cm. con strozzature di norma **** e **, che diventano le classiche *** per i semiautomatici

Col furetto: Utilissimi qui fucili leggerissimi e dalle canne molto larghe, tipo quelle da beccaccia


Esempi

Sovrapposti: Beretta 690 Field III, Fair Xlight Prestige, Fausti Albion etc. 

Doppiette: Poli Lapis, Bernardelli Roma 6, Fausti Dea etc.  

Semiautomatici: Breda Xanthos, Benelli Raffaello Power Bore, Beretta A400Xplore etc...


Note


Un ottimo fucile da usare al furetto sarà quindi in sovrapposto un Franchi Feeling Beccaccia, o un Benelli Beccaccia, se si preferisce il semiauto, così come consigliabile sarebbe una doppietta molto leggera come la Bernardelli Hemingway


Winchester Standard calibro 20
Winchester Standard calibro 20, cartuccia da 28 grammi di piombo del n. 7
Fiocchi PL 34
Fiocchi PL 34, cartuccia dal rendimento costante nel periodo autunnale, 34 grammi di piombo del n. 7

MUNIZIONI


Calibri

Sia per il calibro 12 che per il calibro 20:

I canna: cartucce tipo 3 (corazzate) con dosi di piombo del 7 dai 34 ai 36 grammi senza contenitore, chiuso da robusta stellare. Cartucce della stessa tipologia ma da 28 grammi per il calibro 20.

II e III canna: cartucce tipo 4 o 5 con piombo dai 36/38 grammi con contenitore del 6 o del 5. Cartucce dello stesso tipo da 32 grammi per il calibro 20



Tipologia

cartucce corazzate di media carica sia con contenitore che senza. Consigliabili con bossolo in plastica e chiusura stellare.
Esempi: Winchester standard, Clever Mirage HV, Rottweil Waidmansheil, RC4 serie Oro, Fiocchi PL 34


Virginia Outdoor, borraccia in allumi
Virginia Outdoor, borraccia in alluminio
Cartuccera Radar
La cartuccera Radar

ACCESSORI


Borraccia 

Utlissimo averne una o più, specie cacciando in zone senza corsi d’acqua nei paraggi, soprattutto per reidratare i cani nelle giornate più calde


Cartuccera

Utile quando si pensa di dover sparare parecchio


Tascapane

In cuoio, modificato, è utilissimo a chi caccia col furetto per trasportare il piccolo mustelide nel territorio di caccia. Nonché, a conservare cartucce e in caso altri piccoli utensili


Furetti
I Furetti, utilizzati per la caccia alla tana ancora in molti paesi, soprattutto la Spagna, regalano intense emozioni agli amanti della caccia al coniglio selvatico
Valuta questo articolo
5 (2 valutazioni)
Il corretto e completo funzionamento dei nostri servizi richiede i cookie. Facendo clic sul pulsante [OK], acconsentite al nostro dominio Internet utilizzando i cookie.