5

Video: Caccia con il Pointer inglese

Il recupero ed il riporto sono doti che il pointer inglese ha sviluppato
Il Pointer Inglese: Il recupero ed il riporto, uniti alla ferma solida e al consenso naturale, fanno di questo cane completo uno specialista con i selvatici e gli ambienti più difficili
Il Pointer inglese è un cane da ferma che può diventare specialista nella caccia alla beccaccia
La ferma statuaria ed espressiva del Pointer mette in risalto la struttura fisica snella e potente di questo cane

Potenza, una delle prime parole che vengono in mente vedendo un Pointer perlustrare un terreno di caccia, velocità ed avidità nell’esplorare i luoghi in cui un selvatico potrebbe celarsi. 

Cane versatile, ma non generico, il Pointer soddisfa quei cacciatori che nella concretezza degli incontri, non vogliono rinunciare allo stile ed al piacere estetico della vista di un cane estremamente bello ed espressivo. 

La piacevole sensazione che si prova cacciando con lui è quella di esser certi di aver dato il massimo, trasportati dalla sua passione i nostri sensi sono stati pienamente appagati, nel cercare la materializzazione delle emozioni, che nell’incontro con i selvatici prendono forme e colori. 

Nel momento in cui il Pointer cade in ferma è impossibile resistere al coinvolgimento dato dal suo sguardo acceso e fisso nella direzione del selvatico che ci impone di non sbagliare. 

Fermatore sicuro, questo cane sa diventare un egregio specialista sui selvatici veri che rappresentano la massima espressione della cinofilia. 

Nato e selezionato per gli spazi aperti e sconfinati delle Highlands in cui cercava le grouse, il Pointer ha saputo adattarsi ad ambienti ben più intricati e difficili, mantenendo il suo galoppo, ma sviluppando un collegamento ed una completezza di cui fanno parte anche le fasi di recupero e riporto dei selvatici, che lo rendono oggi un ausiliare perfetto impegnato in molte tipologie di caccia, al fianco dei cacciatori di beccacce nel bosco o in montagna. 

Video: caccia con il Pointer Inglese

il pointer inglese si adatta anche alla caccia di montagna, in questa immagine è in ferma su coturnici
Dalla caccia nei grandi spazi aperti, il Pointer ha saputo adattarsi ad una grande varietà di ambienti e selvatici diversi senza rinunciare al suo temperamento e alla sua avidità nella cerca

Con le ovvie difficoltà che ha potuto incontrare in ambienti molto diversi dalle sue terre d’origine il Pointer ha saputo guadagnarsi sul campo l’ammirazione di cui oggi gode fra gli appassionati cinofili e cacciatori, che sanno ovviamente apprezzare il suo lavoro, rispettando anche gli standard, la velocità, la passione e l’intraprendenza a cui questo cane non può rinunciare. 

Entrare in sintonia con il Pointer lasciandosi trasportare dalla sua passione e dal suo modo di cacciare, facendone parte senza pretenderne il controllo assoluto, può essere l’inizio di un’avventura venatoria fatta di grandi soddisfazioni da cui in molti non vorrebbero mai tornare indietro. Vi auguriamo una buona visione di questo video offerto da Necon Pet Food e la sua linea di mangimi Atletic Dog dedicata ai nostri cani. 

Valuta questo articolo
5 (5 valutazioni)
Questo articolo è disponibile anche in queste lingue:
Il corretto e completo funzionamento dei nostri servizi richiede i cookie. Facendo clic sul pulsante [OK], acconsentite al nostro dominio Internet utilizzando i cookie.