4

Remington Modello 700 XCR II

La carabina XCR appartiene alla serie 700 di Remington, che già alla sua apparizione sul mercato riscosse un immediato successo. L’aspetto era piacevole e l’ottimo scatto era diretto e regolabile. In seguito la casa di Ilion introdusse uno scatto “X-Mark Pro” del peso di circa 2,5 chili nel riuscito tentativo di difendersi dai rapaci avvocati locali. Quello scatto c’è anche qui, ma io l’ho regolato a circa un chilo e mezzo e mi sono trovato bene.

Il progetto della serie 700 era rivolto ad una produzione economica, almeno con le tecnologie disponibili all’epoca, ma l’attenta progettazione consentì di mantenere le caratteristiche di precisione delle serie precedenti e addirittura di migliorarle. Chi abbia provato le ulteriori economie del modello 783, ha scoperto che il prezzo contenutissimo non ne ha inficiato le qualità. Il progetto di base, come tutte le progettazioni intelligenti, è versatile, tanto che della serie 700 si può affermare che sia il fucile più diversificato al mondo.

Lato destro del Remington Modello 700 XCR II
Lato destro della carabina Remington Modello 700 XCR II
Lato sinistro del Remington Modello 700 XCR II
Lato sinistro della carabina Remington Modello 700 XCR II

Remington 700 XCR: dettagli e caratteristiche

Manetta otturatore del Remington 700 XCR II
La manetta dell’otturatore è quella della serie 700. La sicura è a due posizioni; consente il movimento dell’otturatore.

Tra le molte varianti c’è questo fucile XCR, sempre basato sull’azione Remington qui ricavata a partire da una barra tonda. L’otturatore ha due tenoni di chiusura e ruota per circa 90 gradi; la manetta è quella tipica della serie 700. Nella testa dell’otturatore un estrattore si inserisce nel solco della cartuccia solo quando l’otturatore stesso va in chiusura completa. Con la soluzione adottata, la faccia anteriore dell’otturatore presenta un anello senza soluzione di continuità che avvolge completamente il fondello della cartuccia. Con un calibro Magnum, ancorché non esasperato, quell’anello è davvero una soluzione valida. Non è un caso se tutti i calibri Magnum inglesi, capostipiti della stirpe, hanno il bossolo belted, cioè cinturato alla base. A sostenere il rinculo c’è una larga e robusta rondella che si inserisce tra azione e canna quando le due parti sono avvitate e va ad insistere su un pilone di alluminio affogato nel calcio. Costa poco e funziona. Azione e canna sono in acciaio inossidabile rivestito con il trattamento proprietario TriNyte, un insieme di Nichel e nitruro di Zirconio che è stato sottoposto a vari test in nebbia salina e si è dimostrato resistente sia alla corrosione sia all’abrasione.

Otturatore estratto dal Remington 700 XCR II
L’otturatore ha la testa a due alette. Qui è stato estratto dall’arma.
Estrattore del Remington 700 XCR II
L’estrattore è interno all’anello di testa dell’otturatore.

Il calcio è stampato ad iniezione e reca, nei punti in cui sui calci in legno c’è lo zigrino, degli inserti in gomma che consentono una presa salda. Non sarà elegante, ma è efficace, così come lo è il calciolo in gomma morbida che riduce significativamente la percezione del rinculo.

Calcio del Remington Modello 700 XCR II
Nei punti in cui sui calci in legno c’è lo zigrino troviamo gomma morbida sovrainiettata.
Calciolo in gomma del Remington Modello 700 XCR II
Il calciolo in gomma morbida “Supercell” riduce bene la percezione del rinculo.

Il magazzino è di tipo Mauser, non rimovibile, e la sicura a due posizioni consente il movimento dell’otturatore per rimuovere in tutta tranquillità il colpo in canna.

Fondello del magazzino del Remington 700 XCR II
Il fondello del magazzino riporta in grande evidenza la sigla del modello.
Magazzino del Remington 700 XCR II
Il magazzino è di tipo Mauser, una soluzione eccellente.
Volata del Remington Modello 700 XCR II
La volata è incassata e protetta contro gli urti.

La canna non è flottante ma ha un punto di pressione rispetto al calcio; la felice collocazione di quel punto ha evidentemente disposto un nodo dell’oscillazione sinusoidale in corrispondenza della volata, come la rosata testimonia.

L’arma è priva di mire metalliche ma ha quattro fori filettati, chiusi da microscopiche vitine. Per rimuoverle usate un cacciavite fortemente magnetizzato, perché se cadono in terra è quasi impossibile trovarle. I fori filettati corrispondono alle basette Remington per il montaggio dell’ottica.

Prova a fuoco con il Remington 700 XCR II

Rosata a 200 metri con il Remington 700 XCR II
Rosata a 200 metri, munizioni RWS con palla Speed Tip Pro da 150 grani.  

La prova a fuoco si è svolta al poligono di Vercelli con temperatura di 31 gradi e in assenza di vento. Considerando che la cartuccia è piuttosto tesa, avevo posto il bersaglio a 300 metri, ma le turbolenze dell’aria calda visibili nel cannocchiale hanno imposto di scendere a 200. Cento mi sembravano pochi per questa munizione e con il cannocchiale regolato a sei ingrandimenti anche a 200 si riusciva a tirare abbastanza bene. Avevo ancora una decina di cartucce RWS con palla Speed Tip Pro da 150 grani, eccellente con quest’arma; le 140 e 177 grani le avevo finite ma andavano bene anche loro benché le 150 grs siano le migliori, almeno su questo esemplare della carabina. La rosata la vedete, siamo a 0.35 MOA; con le altre palle si stava comunque nei dintorni del mezzo minuto d’angolo, ben sotto il MOA. Il camoscio l’avrei portato a casa anche tirandogli da 300 metri, distanza peraltro da evitarsi, e questo è ciò che si richiede a un’arma da caccia. Solita precauzione, che consiglio a tutti: per montare le basette e l’ottica bisogna usare una chiave dinamometrica.

Grilletto del Remington Modello 700 XCR II
Il grilletto è ben arcuato, lo sperone posteriore lo irrigidisce. Si vedono la vite di regolazione dello scatto e il pulsante per rimuovere l’otturatore.

Due note sulla cartuccia. Con il 7mm Remington Magnum si voleva mettere sul mercato una munizione poco costosa abbinata ad armi anch’esse dal prezzo abbordabile, ciò che contribuì non poco al successo del calibro. In effetti i calibri europei 6,5x68 e 7x66 vom Hofe SE erano solitamente camerati in armi artigianali dal prezzo robusto e le stesse munizioni, prodotte in piccola quantità anziché in grande serie, non potevano essere economiche. È noto che nessun produttore europeo potrà mai competere con un costruttore statunitense, che gode di un mercato domestico impensabile da noi. E anche su quel mercato non esiste competizione: una carabina Weatherby Mark-5 costava circa il triplo di un Remington 700. Soldi meritati, ma non pochi.

Il collo corto necessita di qualche attenzione da parte dei ricaricatori, perché con palle pesanti il free boring diventa critico. Ma il cacciatore di solito non ricarica; con le munizioni di fabbrica il free boring è corretto all’origine e quindi il problema è più concettuale che reale; chi ricarica per il tiro notoriamente ci sta attento. Altra criticità: negli Usa le palle utilizzate hanno un diametro di 7,21 millimetri, mentre in Europa si usano palle da 7,26 millimetri. L’ovvia considerazione sarebbe quella di usare munizioni Usa per armi Usa e munizioni europee per armi europee, ma è meglio, sempre, misurare il diametro interno della canna.

Alimentazione del Remington Modello 700 XCR II
L’alimentazione Remington è a spinta.

A mio avviso la preda d’elezione per il 7mm Remington Magnum è il camoscio. Con il calibro americano si può tirare anche da 200-250 metri (oltre non è particolarmente etico) e il camoscio va fermato con il primo colpo, perché è sufficiente che possa fare ancora pochi passi e lo si è perso; se non precipita dalla sua posizione va a morire nel bosco. Il rinculo è normalmente descritto come vigoroso benché non punitivo. A me non è parso e la mia impressione era quella di tirare un .308 con caricamento da poligono solo le cartucce con palla da 177 grani hanno reso avvertibile il rinculo, ma senza dar fastidio. I calibri punitivi si comportano in un modo ben diverso. Però su questa cartuccia, precisa, efficace e dal rinculo mite, sarà bene non entusiasmarsi: il 7mm RM allarga il nostro raggio d’azione, ma per i grossi verri dell’Est occorrono calibri ben diversi.

Remington 700 XCR II: scheda tecnica

CostruttoreRemington USA
DistributorePaganini
ModelloXCR
Calibro7mm Remington Magnum
Funzionamentoripetizione manuale con otturatore girevole-scorrevole
Lunghezza canna61 cm
Materiale della cannaacciaio Inox AISI 416, trattamento triNyte
ScattoX-Mark Pro
Sicuramanuale a due posizioni
Capacità3+1
Calcio sintetico con sovrainiezione in gomma
Lunghezza totale129 cm
Peso3350 g
Prezzo al pubblico suggerito1.607 euro IVA compresa
Valuta questo articolo
4 (7 valutazioni)
Questo articolo è disponibile anche in queste lingue:
Il corretto e completo funzionamento dei nostri servizi richiede i cookie. Facendo clic sul pulsante [OK], acconsentite al nostro dominio Internet utilizzando i cookie.