4.2

Remington 783, la mia prima carabina

Remington-783-001.JPG
La carabina Remington 783 in versione “kit” con l’ottica 3-9x40 in calibro .308.

Abbiamo provato la carabina Remington 783 tempo fa in questo articolo, a cui rimandiamo per gli approfondimenti e la scheda tecnica. In breve, la carabina a ripetizione manuale ad otturatore Remington 783 nasce come “pacchetto”, fornita con un’onesta ottica ad ingrandimento variabile 3-9x40 e anelli di montaggio già assemblata e azzerata di fabbrica. Basata sulla Marlin XL7 da cui riprende l’impostazione, la tipologia di scatto e la struttura dell’azione con canna fissata con anello filettato, la 783 offre una ottima precisione (come attestato dalle nostre prove usando cartucce Remington Accutip), uno scatto ben più che dignitoso e un’ottica adeguata allo scopo che l’arma deve svolgere.

L’importatore Paganini ci ha inviato una Remington 783 in calibro .308, che assieme al .30-06, è senz’altro la cameratura più gettonata per la tipologia di cacce e specie insidiabili con quest’arma nel nostro Paese.

Dettagli della carabina Remington 783

Remington-783-003.JPG
L’ottica 3-9x40 montata di serie e preazzerata sulla Remington 783.

La carabina arriva con l’ottica montata; la semplice scatola di cartone non offre, a nostro avviso, una protezione sopra la media, ma ciononostante non abbiamo riscontrato alcun inconveniente, attestazione della robustezza della carabina e del sistema di aggancio dell’ottica, basato su attacchi Picatinny e anelli in alluminio. Al primo colpo infatti abbiamo accertato la precisione del preazzeramento del binomio arma-ottica: sono stati sufficienti solo altri tre colpi per portare la rosata al centro perfetto. Ricordiamo che l’azzeramento di fabbrica va comunque confermato con la tipologia di munizioni e pesi di palla che intendiamo utilizzare poi a caccia!

Remington-783-004.JPG
Le torrette sono protette da tappi metallici e consentono una decente regolazione in elevazione e deriva. I click sono da ¼ di MOA.

L’otturatore scorre sufficientemente bene, necessita di un buon break-in e non dubitiamo migliori con l’uso; forse la manetta in apertura (ha un angolo di 90°) si avvicina troppo alla campana dell’oculare, ma dopo alcuni colpi ci si abitua a manovrare con sicurezza la ripetizione del colpo. Il caricatore si riempie bene, è facile da inserire e rimuovere ma sembra una cassaforte da quanto è stabile una volta inserito. Il corpo è in acciaio con il fondello in polimeri, e l’alimentazione è pressoché perfetta.

La carabina viene su bene alla spalla, sia l’estrazione pupillare che l’altezza della linea di mira del cannocchiale sono generalmente buone; ricordiamo che si tratta di un prodotto è progettato per “andare bene” al numero maggiore possibile di utilizzatori, quindi qualche compromesso è d’obbligo, ma Remington ha fatto un’ottimo lavoro, riuscendo a trovare un equilibrio davvero eccellente.

Prova di tiro

Al tiro la carabina è nervosa ma il calciolo e il peso riescono ad assorbire bene il rinculo. Il brandeggio dell’arma è sicuro e preciso, la lunghezza dell’arma, a causa della canna da 56cm, e i suoi quattro chili e mezzo in ordine d’impiego ne limitano un poco l’ambito di caccia. La precisione è davvero ottima, limitata solamente dalle prestazioni dell’ottica e dallo spessore del reticolo; fino a 200m, con l’enorme flessibilità data dalla cameratura in .308 Winchester, il binomio è imbattibile in questa fascia di prezzo.

Remington-783-006.JPG
Il grilletto con la sicura integrata di tipo Crossfire, mutuato dal Pro-Fire di Marlin, a sua volta basato sull’Accutrigger di Savage. Preciso, pulitissimo e costante, un vero punto di forza della 783.

Lo scatto di tipo “Crossfire” (ovviamente basato sul famosissimo Accutrigger di Savage, con alcune modifiche interne) è sorprendente, in effetti davvero fruibile e preciso; pulitissimo, senza filature, scatta “a rottura di cristallo”, un piacere da usare. È regolabile tra poco più di un chilo e 2300g.

Abbiamo provato a doppiare velocemente il colpo una volta acquisita una certa dimestichezza con l’azione e le dimensioni del manubrio, e soprattutto con la presenza dell’ottica; l’azione non si presta ad essere fulminea, ma la rapidità è buona, e l’alimentazione senza incertezze.


Caricatore della carabina Remington 783
Il bel caricatore rimovibile del Remington 783, in acciaio e plastica. Contiene 4 cartucce in .308.
Calcio della carabina Remington 783
La calciatura del Remington 783 è davvero…. Plasticosa; ma affidabile e stabile, oltre ad essere particolarmente robusta. Il calciolo SuperCell assorbe efficacemente il rinculo.
Manetta d'armamento della carabina Remington 783
La manetta di armamento è decisamente Remington…
Cartuccia inserita nella carabina Remington 783
La presentazione della cartuccia è perfettamente in linea con la camera. Nessun impuntamento, nessuna incertezza. Notare che le basette sono separate dagli anelli: è possibile aggiornare facilmente l’ottica.
Remington-783-011.JPG
Abbiamo provato la Remington 783 a varie distanze, sempre in piedi e in simulazione di caccia. Qui, al tiro al cinghiale corrente a 25 metri circa.

Il Remington 783 si propone come un’arma budget, che offre un eccellente rapporto prezzo-prestazioni, e la nostra impressione è assolutamente positiva. La vediamo bene come arma da farmer, la carabina che abbiamo a portata di mano per tutte le esigenze di caccia e di soluzione per i nocivi; come prima carabina per il cacciatore che si vuole cimentare con la canna rigata senza sbattersi, con una soluzione completa “chiavi in mano” immediatamente fruibile, ad un prezzo concorrenziale o per il cacciatore esperto che, per scelta di tipologia venatoria o per interesse, solo occasionalmente impiega una canna rigata e non vuole investire più di tanto ma allo stesso tempo necessita di qualità e affidabilità. 

Remington-783-012.JPG
La rosata ottenuta tirando in piedi a una cinquantina di metri. Abbiamo usato cartucce Remington Core Lokt da 180 grani

Ma a nostro avviso, anche il cacciatore che invece predilige il rigato potrebbe prendere in considerazione la 783: è un eccezionale “muletto”, preciso, affidabile e robusto, con una calciatura polimerica e finiture spartane e efficaci, con cui andare a caccia in condizioni atmosferiche proibitive e su terreni pietrosi e sdrucciolevoli… senza paura. La carabina da noi provata in versione “kit” con l’ottica montata ha un prezzo di listino di 632 Euro.

Per ulteriori informazioni sulla carabina bolt action Remington 783, visita il sito dell'importatore Paganini.

Valuta questo articolo
4.2 (8 valutazioni)
Questo articolo è disponibile anche in queste lingue:
Il corretto e completo funzionamento dei nostri servizi richiede i cookie. Facendo clic sul pulsante [OK], acconsentite al nostro dominio Internet utilizzando i cookie.