4.8

Roberto Ottonello: coltelli non convenzionali

Roberto Ottonello nasce nel 1964 e la passione per i coltelli l’ha sempre avuta, sorretta da una straordinaria manualità. Questo gli permette di passare con disinvoltura da coltelli da cucina e da tavola agli ingegnosi chiudibili a gravità o superleggeri, fino alla sua personale versione del “Masunin” ovvero il coltello tradizionale di Masone , paese alle porte di Genova dove Roberto vive e lavora. 

Dove prendi l'ispirazione per i tuoi coltelli?

Roberto Ottonello coltello masunin
Masunin con lama in damasco di Alessandro Simonetti lunga 90 millimetri. Manico in legno di ginepro.

Per la linea del mio “Masunin” mi sono ispirato a quelli che già possedevo, realizzati dal compianto artigiano “Burlatin” che faceva anche lui Ottonello di cognome. In seguito ho però modificato personalizzato la forma del manico.

L'Air è stato concepito per "parsimonia ligure". Mi spiego meglio: avendo trovato su Internet del titanio molto sottile a prezzi interessanti l'ho preso, poi non sapendo cosa farne ho studiato il "titanietto". È poco poetico ma è andata così!

Per quanto riguarda i coltelli da caccia ammetto che la mia fonte di ispirazione è sempre stato il grande maestro americano Bob Loveless, anche quando non sapevo nemmeno chi fosse. E poi ho chiesto consigli ad amici e clienti cacciatori. Nessuno meglio di loro sa quali caratteristiche debba avere un vero coltello da caccia.

Coltello a doppia lama
Coltello a doppia lama: Lunghezza complessiva 190 millimetri, lama principale lunga 82 mm, lama secondaria 35 millimetri. 
Roberto Ottonello coltello chiudibile
Coltello chiudibile con lama da 82 millimetri, lunghezza totale 190 millimetri. Manico con murrine realizzato in collaborazione con Antonio Giuliano Emosti.

Quali sono le caratteristiche del Masunin?

Il Masunin, è prodotto e usato da circa cinquecento anni.  Anticamente serviva per la lavorazione del legno, la fabbricazione di ceste e qualsiasi altro lavoro di svolgere in campagna, quindi le dimensioni erano piuttosto considerevoli. In seguito le dimensioni diventarono via via più piccole e la sua lama più sottile, ma il principale impiego rimane sempre legato al lavoro del contadino o dell’allevatore.

La caratteristica principale del Masunin è invisibile: si tratta della molla nascosta sotto la fascetta.  Ho scoperto questa tecnica di costruzione in un coltello di fine Ottocento e quando ho cominciato a realizzare i miei l’ho immediatamente adottata. Per il coltello a gravità invece, l’ispirazione è venuta dal caso…

L'impugnatura tradizionale è in maggiociondolo, da noi detto “Aburnu”; è un legnoche da sempre è usato in lavori di artigianato per la sua durezza, inoltre se trattato con bagni di acqua e calce prende un colore molto scuro, per questo veniva detto l’ebano dei poveri. Per i miei Masunin io utilizzo anche altri tipi di legno, dipende anche dalle richieste del cliente .

Coltello bloccato in apertura
Nelle due immagini si può notare la particolare geometria del coltello a gravità di Roberto Ottonello, che vediamo parzialmente aperto e quindi bloccato in apertura. 
Coltello aperto
Nelle due immagini si può notare la particolare geometria del coltello a gravità di Roberto Ottonello, che vediamo parzialmente aperto e quindi bloccato in apertura. 

Ci ha davvero impressionato il tuo coltello AIR. Un chiudibile che pesa solo 12 grammi non si vede tutti i giorni. Raccontacelo un po'...

Comunque per farne una descrizione in breve, l'Air è un coltello chiudibile a frizione con molla interna, spesso un millimetro, con lama in acciaio chirurgico e impugnatura in titanio colorato per anodizzazione. Lo spessore è di circa 1,36 millimetri e un peso di 12 grammi.

L'Air è realizzato in due taglie: il più piccolo (quello più lineare) è lungo complessivamente 137 mm con una lama da 60 mm. L'altro ha una lunghezza totale di 158 mm e e lama da 67 mm. 

Prototipo coltello Air
Una curiosità: il prototipo del coltello AIR è stato realizzato con la latta di una confezione di caffè: pesava poco meno di 6 grammi.
Finitura manico del coltello Air
La finitura del manico dell'AIR è una anodizzazione “creativa” che rende ogni esemplare diverso dall'altro.

Quali materiali preferisci usare per le lame e le impugnature?

In generale preferisco acciai inossidabili, prevalentemente l’N690 e a volte il damasco. Per le impugnature amo il legno, in particolare lo snakewood e la radica di desert ironwood , e anche i legni stabilizzati e colorati. Normalmente, comunque, è il coltello che “richiede“ un certo materiale, e quindi via libera a corni, Micarta, eccetera. 

Qual è secondo te il pregio migliore dei tuoi coltelli?  

Spero proprio sia il rapporto qualità-prezzo! 

Impugnatura a specchio del coltello a gravità
L'impugnatura finita a specchio del coltello a gravità sembra fatta apposta per accogliere delle incisioni. Ecco due esempi realizzati dall'incisore Carlo Cavedon.
Impugnatura coltello
L'impugnatura finita a specchio del coltello a gravità sembra fatta apposta per accogliere delle incisioni. Ecco due esempi realizzati dall'incisore Carlo Cavedon.

Qual è la prossima fiera di coltelli alla quale parteciperai?

Roberto Ottonello mentre espone i suoi coltelli a Forlame 2019.
Roberto Ottonello mentre espone i suoi coltelli a Forlame 2019.

Quella della Corporazione Italiana Coltellinai che si svolgerà a Milano sabato 7 e domenica 8 dicembre 2019 , nelle sale dell'Hotel Marriott. Esporrò i miei coltelli e gli appassionati potranno vederli di persona. Vi aspetto!

Come è possibile contattarti?

Il mio indirizzo è: Roberto Ottonello Via Europa 105 - 16010 Masone (GE), Tel 010 9269151 www.ottonello-knives.com - [email protected] ottonello-knives.com

Valuta questo articolo
4.8 (20 valutazioni)
Il corretto e completo funzionamento dei nostri servizi richiede i cookie. Facendo clic sul pulsante [OK], acconsentite al nostro dominio Internet utilizzando i cookie.