Böker Yokai: qualità tedesca, design italiano e spirito giapponese

Böker è un uno storico produttore di coltelli con sede a Solingen, la Maniago tedesca, le cui origini si perdono nel tempo. Quello che è certo è che il marchio con l’albero stilizzato era già in uso nel diciassettesimo secolo, mentre nel 1830 circa a Solingen si producevano spade marcate da Hermann e Robert Böker. Nel corso degli anni l’azienda di famiglia cresce e si diffonde nel Mondo, tanto che a metà dell’Ottocento troviamo stabilimenti della Hermann Böker in Canada, USA e Messico. In particolare, il mercato dell’America Latina è sempre stato tenuto in grande considerazione, con la creazione del marchio Arbolito, molto popolare in Argentina, Cile e Messico.

Nel corso degli anni l’azienda ha conosciuto alti e bassi e cambiamenti di proprietà giungendo fino al ventunesimo secolo con una solida reputazione nel campo della coltelleria sportiva e dei rasoi.

Oggi Böker è un produttore dinamico che, come tanti, affida la progettazione dei suoi coltelli di punta a designer e coltellinai di fama internazionale, come Allen Elishewiz, Boris Manasherov, Jesper Voxnaes, Lucas Burnley o Anders Högström solo per citarne alcuni. Finora nel lungo elenco dei designer mancava un nome italiano, e a tenere alto il tricolore ci ha pensato Alessandra De Santis (alias Hydra Design), lanciatissima progettista di lame che sta conoscendo un momento di meritata notorietà. Noi abbiamo già avuto modo di parlare di lei nella recensione del coltello We Knife 922 Hecate Folder.

Il Böker Yokai in dettaglio

Appartenente alla linea Böker Plus, lo Yokai è un chiudibile tattico che monta una lama in stile tanto modificato, dal profilo efficiente e aggressivo, ben controllabile grazie a una confortevole impugnatura in G10. Il blocco della lama in apertura è di tipo liner-lock. Come spesso accade per i coltelli disegnati da Alessandra, il nome è ispirato a creature mitologiche o leggendarie: gli yōkai appartengono al folclore giapponese e sono entità soprannaturali dalle caratteristiche molteplici, possono essere dispettose o maligne ma anche benevole e portatrici di fortuna.  

Lama in acciaio D2 del coltello Böker Yokai
La lama in acciaio D2 del Böker Yokai è realizzata e rifinita con cura e i marchi sono poco invadenti.

La lama in acciaio D2 con finitura nera del Böker Yokai ha un profilo di tipo tanto modificato, è lunga 95 mm per uno spessore di 3,7 millimetri. L’apertura della lama, che ruota fluidamente su cuscinetti a sfera, avviene in modo fulmineo agendo sul flipper tab costituito dal ramo di guardia con foro triangolare. Quest’ ultimo particolare rappresenta una peculiarità dei design di Alessandra De Santis; i due fori triangolari sulla guardia unitamente a quello della stessa forma, collocato sul dorsale, richiamano il logo dell’Idra a tre teste.

Guardando lo Yokai in effetti si nota una certa parentela con l’Hecate 922. A questo punto abbiamo deciso di chiedere ad Alessandra di illustrarci i punti di contatto e le principali differenze tra i due progetti.

“I fori triangolari sulla guardia sono sicuramente il tratto che accomuna i due progetti – ci ha risposto – così come caratterizzano anche altre lame ad indirizzo tattico che ho disegnato. Al di là di questo fattore, i due coltelli sono chiaramente diversi per ciò che riguarda il profilo di lama, meccanismo di blocco e l'impugnatura, seppur le dimensioni complessive sono praticamente sovrapponibili. Inoltre, c'è una sostanziale differenza di materiali con cui sono realizzati i due prodotti, che si collocano quindi su fasce di prezzo diametralmente opposte”.

Böker Yokai coltello chiuso
La clip amovibile permette il porto tip-up. Da notare il punzone frangivetro che sporge dal dorsale in alluminio.
Böker Yokai a confronto con il coltello Hecate folder di We Knife
Aria di famiglia, il Böker Yokai accanto al 922 Hecate Folder di We Knife: qualche similitudine ma anche tante differenze.

L’impugnatura dello Yokai è costituita da una coppia di guancette in G10 nero dotate di una particolare texture a trama esagonale, che conferisce un’ottima presa sullo strumento, e poggiano sulle cartelle in acciaio nascoste. Le dimensioni e il profilo dell’impugnatura sono stati studiati per garantire il massimo comfort in ogni condizione, anche indossando i guanti.

Spaziatore dorsale di colore rosso del coltello Böker Yokai
Lo spaziatore dorsale è in alluminio anodizzato in un'accesa tonalità di rosso: le fresature riprendono la trama dell’impugnatura.

Ad aggiungere un tocco di luce all’estetica molto notturna dello Yokai troviamo uno spaziatore in alluminio anodizzato rosso, che spicca sullo sfondo nero opaco del coltello. Al posto della consueta zigrinatura, lo spaziatore è caratterizzato da alcune fresature che riprendono gli spicchi trapezoidali della trama delle guancette. Il Böker Yokai è dotato di frangi vetro, collocato direttamente nella parte terminale dello spaziatore, e di una clip in acciaio che permette di portarlo in configurazione tip-up.

Il Böker Yokai è venduto in una confezione decisamente ricca che lo rende ideale anche come oggetto regalo: una scatola in cartone pesante all’interno del quale troviamo il coltello protetto da una bella custodia in nylon con scomparti interni. Se consideriamo anche che lo Yokai, è garantito a vita, il suo prezzo di listino di 54,95 euro, è estremamente conveniente.

Scheda tecnica del coltello Böker Yokai

Produttore Böker
DesignerHydra Design
Tipologiacoltello chiudibile
Meccanismo di blocco liner-lock
Aperturaflipper, rotazione su cuscinetti a sfera
Profilo lamatanto modificato
Acciaio lamaD2
Impugnaturaguancette in G10, cartelle in acciaio inox
Lunghezza lama95 mm
Spessore lama3,7 mm
Lunghezza totale230 mm
Clipacciaio inox, tip-up
Peso147 grammi
Notefornito con custodia in nylon
Prezzo54,95 euro