4.4

Valle di Fiordimonte: tutte le cacce possibili

Inserita in un contesto naturale unico e in posizione geograficamente strategica, la Valle di Fiordimonte da molti anni rappresenta un punto di riferimento per moltissimi cacciatori italiani.

Non necessita di particolari presentazioni la Valle di Fiordimonte collocandosi ai primi posti fra le più grandi zone gestite in Italia come azienda agrituristico venatoria e azienda faunistico venatoria. La posizione gioca un ruolo fondamentale per questa realtà che si colloca nel centro Italia fra le regioni Umbria e Marche, dove l’orografia del territorio varia passando dalle pianure di fondovalle ai boschi di media collina fino ai prati e i pascoli di montagna. Qui alcune specie selvatiche sono naturalmente presenti e ben diffuse, altre arrivano nel periodo delle migrazioni primaverili ed autunnali, altre ancora vengono immesse periodicamente e gestite in diverse modalità all’interno di zone ben distinte, vediamo come.

Caccia e addestramento con cani da ferma

Per coloro che amano la caccia con il cane da ferma, la Valle di Fiordimonte offre molte soluzioni diverse dettate dalle diverse esigenze e gradi di difficoltà richieste dai cacciatori. Non tutte le età e le circostanze sono affrontabili allo stesso modo sui terreni di caccia, per questo è disponibile sia la tipologia di caccia su capi di selvaggina immessi, il così detto lanciato alla francese, per coloro che vogliono un contatto facilitato con fagiani, starne o pernici, che offrono la possibilità anche ai cani giovani ed inesperti di poter affinare le proprie doti oppure ai cacciatori più tranquilli o datati, l’opportunità di trascorrere una piacevole giornata in campagna con i propri cani e amici. Salendo come grado di difficoltà abbiamo poi la caccia sportiva alla ricerca di selvatici immessi periodicamente nell’azienda e dunque perfettamente ambientati in grado di regalare maggiori soddisfazioni a cani e cacciatori esperti. 

Di fondamentale importanza è anche l’allenamento e l’addestramento dei cani, per questo, alcune zone di media collina e di montagna sono particolarmente vocate all’addestramento primaverile sulle quaglie selvatiche che qui sostano durante la bella stagione e anche su brigate di starne precedentemente ambientate. Nella parte Faunistico Venatoria, con i tempi dettati dal Calendario Venatorio della Regione Marche, è possibile praticare in forma limitata con l’acquisto di quote stagionali anche la caccia alla beccaccia. Il servizio è sempre attento e l’accoglienza garantita da parte degli amministratori e della guida e accompagnatore Claudio Scocchi sia per i cacciatori solitari che per i gruppi.

Nei territori della Valle di Fiordimonte la caccia e l'addestramento con i cani da ferma è possibile sia su selvaggina naturale che stanziale immessa, il cacciatore può scegliere il grado di difficoltà e l'ambiente che ritiene opportuno 
Nei territori della Valle di Fiordimonte la caccia e l'addestramento con i cani da ferma è possibile sia su selvaggina naturale che stanziale immessa, il cacciatore può scegliere il grado di difficoltà e l'ambiente che ritiene opportuno 

Caccia agli ungulati

Gli ungulati sono presenti su tutto il territorio della Valle di Fiordimonte e per gli appassionati della caccia rigata c’è la possibilità di godere attese con vista panoramica dalle numerose altane distribuite nei vari punti di osservazione da cui si possono effettuare emozionanti tiri su selvatici sempre impegnativi. Qui i caprioli sono numerosi e ben distribuiti, come anche i cinghiali che popolano i boschi dell’azienda, ma all’interno di una vasta area recintata di oltre 100 h in cui spesso si riproducono allo stato naturale, è possibile cacciare anche  cervi, daini e mufloni altrimenti non previsti dai piani di abbattimento della regione Marche.  

La caccia rigata agli ungulati e ai cinghiali può svolgersi sia da altana che su richiesta alla cerca rispettando piani di abbattimento previsti dalla regione, in territorio libero e in ampia zona recintata con la possibilità di confronto anche con Cervi, daini e mufloni
La caccia rigata agli ungulati e ai cinghiali può svolgersi sia da altana che su richiesta alla cerca rispettando piani di abbattimento previsti dalla regione, in territorio libero e in ampia zona recintata con la possibilità di confronto anche con Cervi, daini e mufloni
La caccia ungulati occupa un ruolo di assoluto rilievo all'interno dell'azienda Valle Fiordimonte.

La grande abbondanza di essenze vegetali permette di trovare sul territorio capi di grande valore zoologico e trofei in linea con le migliori catture realizzate in Europa. Su specifica richiesta è possibile svolgere anche la caccia alla cerca. Per coloro che apprezzano l’incontro ravvicinato e il sapore dell’antica caccia con l’arco, nell’area recintata è consentita anche questa tecnica. L'azienda è attrezzata per far testare arco e frecce su sagome tridimensionali ed annovera tra i suoi collaboratori specialisti della caccia con l'arco. 

Valle di Fiordimonte, la più grande azienda Agrituristico Venatoria d'Italia. 

Un luogo magico in cui la caccia è l’occasione per apprezzare la bellezza di una natura ancora ben conservata e gestita con passione da soli o in compagnia sfruttando le numerose strutture ricettive che queste località delle marche offrono ai turisti.


Per conoscere nel dettaglio le modalità di caccia e le tariffe sulla stagione in corso consigliamo di visitare il sito www.valledifiordimonte.it rivolgendosi ai contatti diretti:

Email: info@valledifiordimonte.it
Cell. Luca Ascani 329.8884417
Tel. 0737.44188 

Valuta questo articolo
4.4 (7 valutazioni)
Il corretto e completo funzionamento dei nostri servizi richiede i cookie. Facendo clic sul pulsante [OK], acconsentite al nostro dominio Internet utilizzando i cookie.