4.2

Cannocchiale termico Pulsar Trail LRF e app Stream Vision

Abbiamo già parlato della gamma di cannocchiali termici Trail per uso venatorio e sportivo di Pulsar in questo articolo. La versione LRF incorpora nel cannocchiale un preciso  telemetro laser, in grado di misurare distanze fino a 1000 m; inoltre, misura anche l’angolo di sito e l’inclinazione laterale, e tenendo conto proprio dell'angolo del sito, calcola il THD (True Horizontal Distance). Cosa possiamo fare di questi dati?

Conosciamo già la app Stream Vision gratuita di Pulsar, un software per Android e iOS che può essere eseguito sulla maggior parte degli smartphone e tablet che è compatibile con la maggior parte degli strumenti opto elettronici di Pulsar.

La app Stream Vision sfrutta la WiFi a 2,4 GHz integrata nei prodotti Pulsar, come i dispositivi di visione termica Helion e Accolade. Inizialmente, la tecnologia Stream Vision nacque per lo streaming video dall'ottica Pulsar, mostrando sullo smartphone ciò che il dispositivo visualizza nell'oculare, consentendo la registrazione e la condivisione dei video sui social e per controllare da remoto il dispositivo. Ma la app si è evoluta e oggi aggiunge la capacità di aggiornamento del firmware sui prodotti Pulsar compatibili e dispone di una funzione di Motion Detection per la sorveglianza o la protezione perimetrale, ad esempio. Una novità molto interessante che è stata recentemente introdotta nella app e che potrebbe essere sfuggita ai più, è però la sezione di calcolo balistico, che pur essendo ancora acerba, abbiamo voluto provare sul campo.

REI_7375.JPG
Il Pulsar Trail XP50 LRF è basato su di un sensore FPA microbolometro allo stato dell'arte  Ulis con pixel pitch di 17 µm da 640x480 pixel.

Pulsar Trail LRF: il test

Il cannocchiale termico Pulsar che abbiamo ricevuto per questo test da Adinolfi, il distributore italiano di Pulsar, è il top di gamma Trail XP50 LRF. Lo XP50 impiega un sensore FPA prodotto da Ulis con pixel pitch di 17 μm e risoluzione di 640x480 pixel a 50 Hz, con un obiettivo da 50 mm; questa combinazione produce un ingrandimento nativo di 1,6x, con zoom digitale fino a 8x. 

REI_7387.JPG
Abbiamo montato il cannocchiale Trail XP50 LRF su di una carabina Remington 700 Police in .308 Winchester.

Abbiamo anche utilizzato uno smartphone Apple iPhone 8 Plus da 256 GB con iOS 12.1 e l'ultima versione della app Stream Vision installata (3.1.5).

Abbiamo montato il Pulsar Trail XP50 LRF su un fucile bolt action Remington 700 camerato in.308 Winchester, usando munizioni RWS e GECO per tutti i test a fuoco. 

REI_7422.JPG
Il cannocchiale Pulsar Trail XP50 LRF non interferisce con l'azione dell'arma.

Per provare a fondo il cannocchiale con il telemetro laser abbiamo scelto un campo di tiro da 500 yard (poco più di 450 metri) alla periferia della capitale, il poligono Long Range, gestito dall’Armeria Roma. Abbiamo azzerato il Trail utilizzando la semplicissima funzione di azzeramento digitale assistito con singolo colpo presente nel firmware del cannocchiale Trail di Pulsar.

Il reticolo è generato digitalmente e può essere selezionato da un elenco, anche in tempo reale. Ogni clic è di 34 mm a 100 m e sono disponibili 200 scatti per elevazione e deriva, per un totale di 6,8 metri di regolazione a 100m disponibili!

Come bersagli termici abbiamo usato degli scaldamani chimici attivati ad aria, che si riscaldano fino a 40° C e appaiono come rettangoli molto luminosi nell’oculare del Trail. Gli scaldamani sono perfettamente visibili anche a 500m di distanza e forniscono un riferimento molto preciso e nitido per la mira in qualsiasi condizione, sia per la misura della distanza che per il tiro.

Sacchetti termici scaldamano 
Come bersagli termici abbiamo usato dei sacchetti scaldamano attivati dall'aria  come questi.
Sacchetti scaldamani
I sacchetti scaldamani si riscaldano fino a 40° Celsius e appaiono come oggetti molto brillanti nel display del cannocchiale Pulsar Trail.

La misurazione è semplice, veloce e precisa; la distanza è fornita direttamente nel display in alto a destra. Abbiamo confrontato i risultati con altri due telemetri laser, senza alcuna differenza nelle letture.

Stream Vision app

È ora di provare il cannocchiale con la app Stream Vision; eravamo particolarmente curiosi di mettere alla prova il suo calcolatore balistico, e di confrontarne i risultati con una app professionale installata sul nostro stesso smartphone. Una volta abbinato il Trail XP50 LRF alla app usando la connessione Wifi, siamo passati alla sezione balistica e abbiamo aggiunto un nuovo profilo (preset), inserendo i parametri della munizione dal database incluso. La app elenca le marche e le qualità delle munizioni da caccia e tiro più popolari, inclusa la cartuccia RWS da caccia che abbiamo utilizzato; GECO non è ancora elencato come marchio (eccetto per alcune cartucce in calibro.22lr), ma la app è continuamente aggiornata e ogni volta vengono aggiunti dei caricamenti nuovi.

REI_7429.JPG
Abbiamo usato un Apple iPhone 8 Plus da 256 GB con l'ultima versione della App Stream Vision (3.1.5).

È possibile scegliere tra G1 o G7 come coefficiente balistico e anche considerare lo spin drift nel calcolo. Nella sezione del cannocchiale è possibile impostare la velocità alla volata, l'altezza della linea di mira rispetto alla canna e altri parametri vitali mentre, nella scheda esterna, è possibile impostare anche i parametri ambientali. Una volta salvato, è possibile selezionare la preimpostazione e il risultato del calcolo può essere visualizzato come valore di incremento numerico (in unità, clic, MOA, mil, cm ...) rispetto allo zero o come tavola balistica completa fino a 500 m.

Abbiamo confrontato i risultati forniti con la nostra app balistica di riferimento e, con differenze appena trascurabili, tutte le misure fino a 500m sono accurate; ovviamente abbiamo anche provato a fuoco i valori restituiti dalla app, a partire da 100m di distanza azzerata con il nostro Police fino al limite consentito dal campo di tiro riuscendo ogni volta a colpire il bersaglio con una precisione più che sufficiente per ogni esigenza venatoria.

Le prestazioni della app Stream Vision su un iPhone 8 plus sono ovviamente istantanee, ma l'abbiamo testato anche su un iPhone SE (equivalente ad un 6S) e l'app è sempre fluidissima. Su Android, le prestazioni sono simili a parità di fascia di smartphone. Peccato che ancora non sia possibile scegliere la lingua italiana tra le preferenze (oltre al russo, sono presenti inglese, spagnolo, francese e tedesco), ma in futuro ci è stato assicurato che anche l'italiano sarebbe stato aggiunto.

a app Stream Vision e il firmware del cannocchiale Pulsar Trail LRF sono costantemente aggiornati, e presto verranno aggiunte funzioni molto interessanti, in particolare per lo scambio di informazioni in tempo reale tra l’ottica con LRF e la app, per il calcolo balistico e relativa correzione in base al profilo impostato con il connubio arma/munizione.

La nostra esperienza con l'app Stream Vision è stata positiva e siamo davvero curiosi di vedere cosa ci riserva Pulsar nel 2019! Rimanete sintonizzati!

Per ulteriori informazioni sul cannocchiale termico Trail XP 50 LRF, visita il sito web Pulsar.

Valuta questo articolo
4.2 (5 valutazioni)
Questo articolo è disponibile anche in queste lingue:
Il corretto e completo funzionamento dei nostri servizi richiede i cookie. Facendo clic sul pulsante [OK], acconsentite al nostro dominio Internet utilizzando i cookie.