3

Sovrapposto Krieghoff K20 Victoria calibro 20/76: abbiamo provato un fucile “da signora“ di alta qualità

Krieghoff è un‘azienda a conduzione famigliare con sede a Ulm dalla fine della seconda guerra mondiale, che da 130 anni costruisce fucili sia a canna liscia sia a canna rigata, con lo spirito di non creare solamente attrezzi d‘uso ma come oggetti di alta qualità, realizzati con esperienza, innovazione e precisione. Un sistema brevettato di misurazione del calcio contribuisce non poco alle prestazioni delle sue armi. I vecchi, collaudati sistemi tradizionali sono adottati, rivisti, sviluppati e, dove possibile, migliorati continuamente. Chi sceglie un fucile Krieghoff acquista un classico che è stato creato oggi per i nostri tempi, esattamente come lo è questo nuovo K20 dedicato alle signore. 

Krieghoff K-20 Victoria − caratteristiche tecniche

Bindella superiore del  Krieghoff K20 Victoria
Vista della bindella superiore che presenta un mirino intermedio in ottone e un mirino distale ad alta visibilità HIVIZ Pro.

La leggera valigetta di pelle del fucile è così bella che vorrete immediatamente viaggiare con lei, o almeno recarvi al campo di tiro più prossimo per rendere verdi d‘invidia le altre tiratrici. Il Victoria appartiene alla serie K20, già K80. Le canne sono da 76 centimetri per una lunghezza totale di 119 centimetri, con un peso dell‘arma di 3,18 chili. Il calibro dell‘arma in prova è 20/76 ma è possibile ottenere canne da 81 cm e il calibro 28/76. Le strozzature sono da ¼ sulla prima canna e ¾ sulla seconda, quella superiore. Gli strozzatori intercambiabili non sono inclusi, ma sono disponibili e le canne possono essere adattate per accoglierli. Il calcio è in noce scuro finito a olio e il calciolo di gomma ne replica il colore. Il nasello può essere regolato; la pistola è stretta e reca uno zigrino a squama di pesce che termina con motivi floreali. 

Il legno, naturalmente, può essere scelto tra quello di categoria superiore, pagando un sovrapprezzo. Lo scatto, eccellente, è netto e immune da grattamenti; tuttavia il suo peso non può essere regolato. Però, se avete richieste speciali, uno degli armaioli di Krieghoff provvederà a soddisfarle. La sicura, che blocca il grilletto è collocata sul codolo della bascula; la condizione di cani armati non è rilevabile dall’esterno. C’è un selettore del monogrillo, all’interno del guardamano, che consente di scegliere la canna corretta nel giro di attimi, la leva di apertura dell’arma è collocata anch’essa sul codolo di bascula, davanti alla sicura. La bascula, in acciaio, è trattata in color argento vecchio. L’incisione all’inglesina è molto bella; le viti, la chiave e i perni sono bruniti. All’apertura, e dopo il fuoco, gli ejectors scattano e spingono fuori i bossoli con energia. 

La costruzione della batterie è la classica Anson Deeley, che consente di avere un fucile più corto perché i meccanismi di scatto sono all’interno della bascula e non su una lunga cartella. L’astina è finita ad olio con zigrino a squama di pesce, tutte le parti metalliche, non importa quanto piccole, sono incise. La bindella è larga 7 millimetri e reca alla sua metà un secondo mirino in ottone, mentre quello principale, qui un HIVIZ Pro, è sull’estremità anteriore della bindella.

Incisioni sulla bascula  del Krieghoff K20 Victoria
Il cursore della sicura e la particolare leva di apertura. Le incisioni sulla bascula sono particolarmente curate.

Ricordando l’affermazione di Ludwig Krieghoff secondo cui la canna spara ma è il calcio che colpisce, il Victoria è stato accuratamente definito in molti dettagli. Non basta fare il tutto più leggero, più stretto e più corto, perché tutto deve armonizzarsi. La lunghezza del calcio dal centro del grilletto a quella del calciolo è di 35,5 centimetri, mentre è di 37 centimetri per le versioni maschili; la distanza dal grilletto alla parte anteriore della pistola è di 9 centimetri e mezzo. Piega e vantaggio sono importanti perché insieme all’altezza del nasello determinano l’allineamento immediato tra occhio e bindella; è noto ai tiratori che una moneta da 50 centesimi, posta sul primo terzo della bindella, dovrebbe coprire alla vista il mirino. L’altezza del nasello è 38 millimetri per le signore e va da 40 a 45 millimetri per le versioni maschili; la piega è 52 millimetri e il vantaggio va da 7 millimetri al nasello fino ai 17 del calciolo, che forma con il calcio un angolo di 7 gradi, misurato rispetto all’asse delle canne.

Krieghoff K-20 Victoria: scheda tecnica

Modello:Krieghoff K-20 Victoria
Prezzo:12.015, 96 Euro (può variare in base alle tasse locali)
Calibro:20/76
Capacità2 colpi
Lunghezza totale1.190 mm
Lunghezza canne760 mm
Lunghezza calcio:355 mm
Vantaggio7/17 mm - nasello/calciolo
Angolo:
Peso di scatto:1.700 g
Peso3.180 g
Versioneper tiratrici destre
Note: sovrapposto per signore con valigetta e incisioni

Prova a fuoco

Il sovrapposto Victoria è consegnato in una valigetta in pelle molto elegante.

Il primo test era volto a determinare la precisione dell‘arma; abbiamo sparato munizioni slug (Rottweil Exact con palla da 26 grammi) e abbiamo visto che cinque colpi di seconda canna a 25 metri potevano inscriversi in un cerchio di 38 millimetri. Poi siamo andati al campo di tiro al piattello e abbiamo assistito a a scene di vero entusiasmo. Non solo i tiratori, ma anche gli istruttori, che avevano letteralmente visto di tutto, non si erano mai trovati di fronte a un simile fucile. Alla prova, i piattelli si rompevano con regolarità. C‘è stata un grande affiatamento con il fucile, che veniva bene alla spalla, era di agevole brandeggio e faceva sì che tiratore e fucile formassero un tutt‘uno.

Krieghoff K-20 Victoria: il nostro giudizio

Sovrapposto Krieghoff K20 Victoria calibro 20/76 smontato
Il sovrapposto K-20 Victoria smontato. La qualità è importante ovunque per Krieghoff.

D‘accordo, per il Krieghoff K20 Victoria dovete sborsare una somma non indifferente e, d‘accordo, si tratta solo di un sovrapposto. Tuttavia, il tiratore potrà contare su un‘arma di prima classe. Non è un fucile da vetrina, ma qualcosa che richiede di essere usato sul campo. Il calcio con il suo disegno speciale e le rifiniture curate ne fanno un‘opera d‘arte e l‘esperienza Krieghoff nel campo dei fucili si rende subito evidente. Tutto sta armoniosamente insieme e funziona. Il calciolo assorbe il rinculo senza essere spugnoso, la pistola si adatta perfettamente all'anatomia femminile, il monogrillo selettivo è davvero piacevole da usare. Il fucile è facile da smontare, la chiave lavora con dolcezza e le singole parti sono rifinite a mano; anche le viti dei semiperni si armonizzano con l‘incisione della bascula e gli ejectors lavorano con molta potenza tanto che i bossoli volano in velocità e lontano se si lascia loro uno spazio sufficiente.

Per ulteriori informazioni sul fucile K-20 Victoria, visita il sito  Krieghoff.

Valuta questo articolo
3 (6 valutazioni)
Questo articolo è disponibile anche in queste lingue:
Il corretto e completo funzionamento dei nostri servizi richiede i cookie. Facendo clic sul pulsante [OK], acconsentite al nostro dominio Internet utilizzando i cookie.