4.1

Tiro al cocomero!

Chi di noi non ha mai pensato di usare le armi per fare “plinking”? Quella particolare attività di tiro ricreativo senza nessuna pretesa di competizione che consiste nello sparare a bersagli diversi dalla solita stampa di centri concentrici su carta o cartoncino, bersagli come barattoli (da qui ‘plinking’ – il rumore del barattolo colpito!), ma anche bottigliette di plastica, piattelli e tutto quello che la fantasia ci suggerisce (e che il proprietario del poligono in cui spariamo ci consente…).

Attività ludica che, complici le strette sulle armi e le severe regole dei campi di tiro, negli ultimi tempi si è onestamente un poco affievolita, ma che non manca mai di colpire l’immaginazione degli appassionati, soprattutto dei più giovani.

Abbiamo quindi voluto provare a fare del sano, divertente ed ecologico – visto che è tutto biodegradabile - tiro al cocomero! 

Invitando un gruppo di giovani ragazzi e ragazze appassionati e con i numeri giusti al poligono, nella più completa sicurezza e rispetto delle leggi, e con una selezione di armi da fuoco dall’indiscusso carisma, tutti insieme ci siamo cimentati nel cocomering… pardon, ‘plinking’ per il puro e semplice divertimento!

Sparare è divertente… go out and try it!

Le armi usate per questo video sono:

Steyr-Mannlicher AUG A2 in calibro .223 Remington;

Glock 21 Gen 4 in calibro .45 ACP;

Benelli Argo E-Pro in calibro .30-06 Springfield;

Franchi SPAS-12 in calibro 12.

Carabina M4 con slitta Picatinny integrale e mirino a punto rosso Aimpoint M4s in calibro .223 Remington.

Coltello CRKT Hammond FE7

Tutte le munizioni usate sono Geco (.45 ACP, .223, .30-06) e RWS/Rottweil (calibro 12).

Valuta questo articolo
4.1 (10 valutazioni)
Questo articolo è disponibile anche in queste lingue:
In order to work porperly our service requires the use of cookies. By clicking the button [OK] you agree to out internet domain setting cookies.