Sistema a recupero di gas con pistone a corsa lunga

AK 47 Type 1B
Un raro fucile d’assalto AK 47 Type 1B, tra i primi costruiti. È l’arma più famosa impiegante il Sistema a recupero di gas con pistone a corsa lunga.

In un’arma semiautomatica o automatica, un sistema a recupero di gas impiega la pressione dei gas sviluppati dal propellente della cartuccia, spillati dalla canna, per fornire l’energia necessaria al funzionamento del meccanismo del sistema di apertura / chiusura geometrica dell’arma, di espulsione del bossolo sparato e di alimentazione della cartuccia carica, ovvero dell’intero ciclo di sparo dell'arma.

Il sistema a recupero di gas con pistone a corsa lunga utilizza – ovviamente… - un pistone per azionare il ciclo di sparo dell'arma. Il sistema è chiamato "a corsa lunga" perché il pistone è vincolato stabilmente all'asta di armamento e quindi all’assieme otturatore/portaotturatore in modo tale che il pistone si muove con esso per tutto il tragitto del ciclo di sparo.

Mitragliatrice FN Hersatl MAG
Mitragliatrice FN Herstal MAG in calibro 7.62 NATO

L’arma più famosa che utilizza il sistema con pistone a corsa lunga è ovviamente lo AK47, ma anche molte altre armi, come lo M1 Garand, i nostrani Beretta BM59 e AR70/90, e le mitragliatrici FN MAG e Minimi lo impiegano.

M1 Garand in .30-06. 
Un soldato di fanteria americano nel 1942 a fianco di un  APC blindato M3 Half-track, imbraccia un fucile M1 Garand in .30-06. Foto: US Library of Congress, all rights reserved.

Il vantaggio principale del sistema con pistone a corsa lunga è che, poiché il porta otturatore, l'asta di armamento e il pistone sono un tutt’uno durante l'intero ciclo di sparo, la maggiore massa dell’insieme aumenta il momento d’inerzia rispetto al solo portaotturatore, e quindi rende meccanicamente molto più affidabili tutte le fasi del ciclo di sparo senza incrementare il peso totale dell'arma.

Lo svantaggio principale è essenzialmente un livello inferiore di precisione intrinseca, a causa della maggiore massa in movimento che influenza il controllo dell'arma da parte del tiratore - specialmente all'inizio e alla fine della corsa dell’assieme pistone/otturatore - e il gruppo presa gas sulla canna che, sotto l’azione dei gas e spingendo il pistone indietro durante il tempo di canna del proiettile, crea un fulcro di leva parassita che influenza pesantemente la canna durante il ciclo di sparo.


SIG Sauer 540
Il SIG Stg 540, nella relativamente rara versione civile SIG/Manurhin FSA; La Manurhin produsse questo fucile d'assalto su licenza per un breve periodo per l’Esercito francese come ordinanza temporanea prima dell’adozione del FAMAS a metà anni ‘80. 
SIG Sauer 540
Il SIG/Manurhin FSA  al tiro. Un migliaio di esemplari furono realizzati per il mercato civile europeo in .222 Remington, circa 200 per il mercato italiano.

Per illustrare come funziona il sistema con pistone a corsa lunga, all4shooters ha realizzato un breve video.

Nel video, l’arma che abbiamo usato come esempio è un abbastanza raro SIG Sturmgewehr 540 nella sua versione civile, da noi conosciuto come SIG /Manurhin FSA. La Manurhin produsse l’arma su licenza SIG per un breve periodo per l’Esercito francese come ordinanza temporanea, prima dell’adozione del FAMAS a metà anni ‘80. Circa un migliaio di esemplari furono realizzati per il mercato civile europeo come FSA, in .222 Remington. Il SIG 540 è l’arma su cui è basato il ben più famoso fucile d’assalto STG 550, adottato come FASS 90 dall'esercito svizzero.

Questo articolo è disponibile anche in queste lingue: