3.5

78ma asta di armi antiche e moderne Hermann Historica

La Casa d'aste tedesca Hermann Historica è specializzata nel trattare armi da collezione sia antiche sia moderne, e ha annunciato che la loro asta numero 78 si terrà nei giorni 14 e 15 marzo presso la sede di Monaco, mentre l'edizione Online sarà dall'8 al 10 Aprile 2019. Vi possiamo dare un'anteprima dei pezzi più interessanti che verranno messi all'asta. 

1.jpg
Fucile a quattro canne “Turnover” con acciarini a pietra firmato da Cornelius Klett di Salisburgo circa 1660. Base d'asta 25.000 euro.

Cominciamo una doppietta “Turnover” con acciarini a pietra firmato dal laboratorio di Cornelius Klett di Salisburgo, le cui opere sono ricercate dai più raffinati collezionisti. Il fucile monta due coppie di canne, ciascuna con il suo scodellino. 

Una volta fatto fuoco con la prima coppia di canne, queste venivano ruotare di 180° portando in posizione di fuoco le due canne sottostanti. Prodotto intorno al 1660, questo fucile è sorprendentemente leggero (pesa solo 2,48 kg) se consideriamo che ha quattro canne. Il fucile è in eccellenti condizioni di conservazione e presenta incisioni a fiorami sulla carcassa, Il prezzo base di  questo pezzo davvero straordinario è di 25.000 euro. 

Di produzione antecedente di circa un secolo, la pistola a ruota firmata da  Zacharias Herold di Dresda e datata 1587 armava la guardia personale del Principe Elettore di Sassonia. Di armi come queste se ne conoscono pochissime e la sua grande raffinatezza lascia intendere che fosse riservata a un alto ufficiale. 

L'arma è elegantemente decorata e alcuni dettagli sono dorati. Il legno del calcio è zigrinato e scolpito e presenta alcuni intarsi in osso naturale e colorato. Questo pezzo straordinario ha un prezzo di partenza di 18.000 Euro.

2.jpg
Fucile a pietra interamente  in metallo, firmato da Johann Glett di Passau, costruito negli anni 1680/90. Base d'asta 17.000 euro.

Molto interessante anche un fucile a pietra interamente costruito in metallo, firmato da Johann Glett di Passau, un discendente della dinastia di armaioli Glett (o Klett) originaria di Suhl. Prodotta negli anni 1680/90, quest'arma ha la piastra laterale incisa con scene di caccia e cani e numerose delle sue parti sono firmate. 

La guardia del grilletto in ferro è cesellata a foglie d'acanto. Chi desidera portarselo a casa dovrà sborsare come minimo 17,000 euro. 

3.jpg
Prototipo della pistola Mauser Nickl a canna ruotante, progettata attorno al 1916 da Joseph Nickl. Base d'asta 16.000 euro.

Per quanto riguarda le armi più moderne, segnaliamo un prototipo della pistola Mauser Nickl. Progettata attorno al 1916 da Joseph Nickl che all'epoca era capo della sezione ricerca e sviluppo della Mauser. Per tutta una serie di motivi tecnici e contingenti (si era nel pieno della Prima guerra mondiale) questa pistola con canna rotante non fu mai prodotta dalla Mauser. Tuttavia nel 1921 il progetto della pistola Nickl fu venduto al governo cecoslovacco che dopo alcune modifiche e avvalendosi della supervisione dello stesso Joseph Nickl iniziò a produrla negli arsenali di Brno per armare  i suo esercito. Si tratta di un esemplare unico caratterizzato dalla presenza della lettera N maiuscola sul lato sinistro del fusto, che identificava i progetti di Nickl e questo giustifica il prezzo di partenza di 16.000 euro

4.jpg
Schwarzlose Modello 1898 in calibro 7,63x25 Mauser. La base d'asta per questo esemplare in buono stato è di 8.000 euro.

Un'altra pistola oggi molto rara è la Schwarzlose Modello 1898 in calibro 7,63x25 Mauser. Progettata dall'ingegnere prussiano Andreas Wilhelm Schwarzlose è considerata una delle prime pistole semiautomatiche moderne e funzionava con un sistema a corto rinculo di canna e otturatore ruotante. Fu però soppiantata sul mercato tedesco dalla sua rivale, la Mauser C96.

Hermann Historica mette all'asta questa rara pistola, che conserva gran parte della finitura originale blu/nera e il caricatore con matricola coincidente a un prezzo di partenza di 8000 Euro. 

5.jpg
Fucile con batteria a ruota e calcio riccamente intarsiato in madreperla e argento appartenuto al Kaiser Ferdinando III d'Austria (1608  -1657). Prodotto a Vienna attorno al 1650. Base d'asta 50.000 euro.

Tra gli oggetti di provenienza imperiale va segnalato un fucile con batteria a ruota e calcio riccamente intarsiato in madreperla e argento appartenuto al Kaiser Ferdinando III d'Austria (1608-1657). Prodotto attorno al 1650 nel laboratorio Viennese del “maestro delle incisioni con teste di animali” (il vero nome di questo straordinario artigiano si è perso) questo fucile sarà messo in vendita a partire da 50.000 Euro.

6.jpg
Doppietta a percussione costruita dal celebre armaiolo di Praga Anton Vinzent Lebeda (1797 – 1857)  per conto del Kaiser Francesco Giuseppe I d' Austria. Base d'asta 48.000 euro.

Una doppietta a percussione costruita dal celebre armaiolo di Praga Anton Vinzent Lebeda (1797- 1857) faceva parte di un lotto di armi commissionate per conto del Kaiser Francesco Giuseppe I d' Austria (1830-1916). Le incisioni sulla tabacchiera alludono alla falconeria, da sempre considerata come la più aristocratica forma di caccia. L'arma è riccamente decorata con rimessi in oro e platino e fu donata dalla principessa Augusta Victoria (1858-1921), moglie dell'ultimo imperatore di Germania Guglielmo II, al loro figlio, il principe Prince Adalberto di Prussia (1884-1948). Si tratta di un'arma opulenta e riccamente decorata, appartenuta alla Casa imperiale austriaca e quindi il prezzo base è per forza di cose elevato: 48.000 euro. 

7.jpg
Straordinario modello in scala 1:100 della nave corazzata SMS Kaiser Friedrich III realizzata in argento massiccio. Base d'asta 200 mila euro.

Infine un oggetto di grandissimo impatto visivo e storico: si tratta di un modello in scala 1:100 della nave corazzata SMS Kaiser Friedrich III realizzata in argento massiccio. Questo straordinario pezzo di argenteria fu donato dagli ufficiali del primo squadrone della flotta baltica quando il principe Enrico di Prussia (1862-1929) ne lasciò il comando per diventare ammiraglio. 

Ogni minimo dettaglio di questo modellino, lungo 120 cm, largo 20 e alto 54,5, fu realizzato dall'argentiere  M. Fadderjahn di Berlino e replica fedelmente le parti originali, dalle bandiere alla figura in oro della polena, che ritrae il Kaiser Federico III. Il modellino è accompagnato da un basamento in ebano con guarnizioni in argento e dedica. Con un prezzo di partenza di 200 mila Euro questo modellino straordinario è il piatto forte dell'asta che non esaurisce certo qui le sue sorprese. 

Tutti i prezzi citati non comprendono i diritti d'asta del 25%. 


Vi invitiamo a visitare il sito di Hermann Historica per saperne di più. https://www.hermann-historica.de

Valuta questo articolo
3.5 (8 valutazioni)
Il corretto e completo funzionamento dei nostri servizi richiede i cookie. Facendo clic sul pulsante [OK], acconsentite al nostro dominio Internet utilizzando i cookie.