Game Fair 2016: assegnati gli Awards. Sabato 21 maggio la premiazione a Grosseto

Assegnati per il settimo anno consecutivo i “Game Fair Awards”, i riconoscimenti del Premio giornalistico e culturale ideato dall'autrice Rossana Tosto e promosso da Fiera di Vicenza, società fieristica organizzatrice insieme a CNCN (Comitato Nazionale Caccia e Natura) della manifestazione Game Fair che si terrà dal 27 al 29 maggio a Grosseto, in località Madonnino.

I premi saranno consegnati sabato 21 maggio a Grosseto, nella suggestiva Piazza Dante, durante  la cerimonia presentata dal giornalista Giorgio Salvatori e alla quale saranno presenti Istituzioni e Autorità locali.

A ricevere i premi saranno giornalisti, comunicatori, fotografi, documentaristi, musicisti, scrittori e personaggi pubblici, che si sono distinti particolarmente per il merito, la professionalità, la passione e la voglia di scoprire e di comunicare profusi nel lavoro. Una lode alla carriera, a prescindere da quanto lunga sia, riconosciuta a casi di eccellenza nella professione di narratori di fatti e di luoghi. Autentici artisti della parola e delle immagini, viaggiatori e artisti per natura, come amano definirli l'autrice e i promotori del Premio. Protagonisti di un viaggio intorno al mondo dei fatti e delle parole, fautori di idee e progetti per affermare nuovi linguaggi capaci di intercettare il bisogno di cultura, tradizioni, arte e bellezza della collettività. 

Quest’anno il Premio è diviso in due categorie: “Esploratori e Osservatori di fatti intorno al mondo” (destinato a giornalisti della stampa nazionale e locale); “Territori, Talenti e Tradizioni”: fatti di eccellenza e promozione della Maremma (dedicato a personaggi pubblici e Istituzioni).

Come per le precedenti edizioni, fra i premiati spiccano nomi di primissimo piano nel panorama dell’informazione e della cultura.  Per la categoria “Esploratori e Osservatori di fatti intorno al mondo”, i premi sono stati assegnati a: Stefano Curone, vice-caporedattore di Ambiente Società e Sport del Tg1 Rai; Silvia Vaccarezza, ideatrice  della rubrica  “Tutto il bello che c'è” del Tg2 Rai; Sandro Capitani, conduttore della trasmissione  “La Terra” su Radio 1 Rai; Mariangela Pani, redattrice dell'agenzia di stampa Adnkronos; Elisabetta Stefanelli, capo cultura dell'Ansa. Per la stampa locale: Gianluca Vatti, redattore del TGR Rai Toscana; Irene Blundo, redattrice di QN/Quotidiano Nazionale; Riccardo Bruni, redattore de “La Nazione”; Gabriele Baldanzi redattore de “Il Tirreno”; Celestino Sellaroli, editore e direttore di “Maremma Magazine”; Enrico Pizzi redattore dell'emittente TV9 TeleMaremma e Giancarlo Capecchi, capo redattore di Grosseto per  RTV 38.

Per la categoria “Territori, Talenti e Tradizioni - fatti di eccellenza e promozione della Maremma”, hanno meritato il Premio: Riccardo Breda, Presidente Camera di Commercio di Grosseto; Giampiero Sammuri, Presidente Federparchi; Lucia Venturi, Presidente Parco Naturale della Maremma; Roberto Righetti, esploratore e viaggiatore; Cesare Moroni, editore e fotografo; Maurizio Nardini, pittore paesaggista. E, infine, una figura eminente della musica internazionale: il direttore emerito della Bbc Philarmonic Orchestra, Robin Harry Stapleton che,  da qualche anno, ha lasciato la sua campagna inglese per vivere in Maremma. Una menzione speciale dal titolo “Il viaggio come impresa di vita” è stata assegnata a Massimo Vallini, direttore del periodico “Armi e Tiro”.

L’appuntamento con i “Game Fair Awards” è per il 21 maggio, a Grosseto, in Piazza Dante, per incontrare i narratori di fatti e di luoghi: autentici artisti della parola e delle immagini. 

Valuta questo articolo
Il corretto e completo funzionamento dei nostri servizi richiede i cookie. Facendo clic sul pulsante [OK], acconsentite al nostro dominio Internet utilizzando i cookie.