4

Steiner

Oggi il cacciatore moderno può far conto su cannocchiali da caccia luminosissimi, che permettono al cacciatore di affrontare la caccia all’aspetto serale – che sia un cinghiale o un leopardo, non fa differenza – con la certezza di poter effettuare un tiro preciso in condizioni di luce sino a pochi anni fa impensabili.

Tuttavia, c’è una domanda ricorrente nell’ambiente: “cosa me ne faccio di tanta tecnologia e prestazioni se non esiste un binocolo altrettanto performante che mi permetta di valutare alla perfezione il capo prima di tirare il grilletto?”. Quest’anno, Steiner, leader nella produzione di binocoli ad alte prestazioni, ha presentato una risposta efficace a questa domanda, con l’introduzione di due binocoli luminosissimi, in grado cioè di supportare con le stesse prestazioni i cannocchiali più sofisticati. Si tratta dell’eccezionale Nighthunter Extreme 8x56 mm e del Ranger Pro 8x56 mm.

Steiner
Il binocolo Steiner Night Hunter XP 8x56

Il Nighthunter Xtreme 8x56. Le due linee al top della gamma caccia e outdoor di Steiner sono la Nighthunter Xtreme e la XP. Constano di 4 modelli: l’8x30 mm Extreme, il 10x44 mm XP, l’8x44 mm, il 10x44 mm XP, e l’8x56 mm Xtreme. Per tutti e quattro i binocoli sono previste lenti High-Definition XP con rivestimento notturno diamantato, tenuta stagna sino a 5 m, riempimento di azoto, operatività garantita tra i -40 e i +80°C, impugnatura Steiner Comfort soft grip con incavi in Technogel, lenti con Nano-Protection, chassis in Makrolon, conchiglie oculari regolabili ClicLoc, rivestimento in gomma NBR Long-Life, copri oculari ErgoFlex, e Garanzia della casa per 30 anni.

L’8x56 mm Xtreme è il fiore all’occhiello della gamma Nighthunter, un binocolo concepito per usi crepuscolari e notturni. Pesa 1090 g distribuiti su dimensioni abbastanza compatte, ovvero 200x212x76 mm. Il valore di luminosità è pari a 49 con un fattore crepuscolare di 21,2. Il campo visivo a 1000 m è di 112 m.

Steiner
Particolare della ghiera per la regolazione delle diottrie: una volta impostata, il binocolo è a fuoco tra 20 m e infinito

L’eccezionale innovazione tecnologica dello Xtreme 8x56 mm risiede nel rivestimento diamantato delle lenti che consente di ottenere una trasmissione di luce finora ineguagliata lungo l’intero spettro cromatico. In tal modo, il cacciatore avrà modo di vedere, anche di notte, con la luna e al crepuscolo, immagini ingrandite chiare e nitide, come mai era avvenuto prima.

Un’altra caratteristica è il particolare sistema di messa a fuoco, denominato da Steiner come Sports-Auto-Focus, che prevede la mancanza totale della ghiera di messa a fuoco perché lo strumento è stato concepito senza né una distanza minima né una distanza massima di messa fuoco: è sempre a fuoco, da 20 m in avanti! Chiaro a tutti l’enorme vantaggio di un simile sistema che consente al cacciatore di passare da un punto all’altro del panorama situati a distanze diverse senza dover rifocalizzare il tutto. Tale sistema è anche previsto sull’8x30 mm. Un vantaggio enorme per la visione serale e soprattutto notturna nella quale mettere a fuoco, oltre una certa ora, è impossibile per mancanza di riferimenti. In questo modo il cacciatore può individuare e valutare il selvatico con maggior velocità e precisione.

I due Nighthunter XP 8x44 e 10x44 mm sono dei tipici binocoli da appostamento, più leggeri e compatti dell’8x56 – pesano, infatti, 834-854 g e hanno dimensioni di 126x188x65 mm – e hanno montato il sistema di messa a fuoco Fast-Close-Focus che con un unico giro di ghiera riesce a coprire l’intero intervallo di messa a fuoco che va da 20 m all’infinito.

Il Nighthunter XP 8x44 mm può essere definito come un binocolo universale perché alle misure e ai pesi intermedi offre però prestazioni molto vicine a quelle del modello al top della gamma.

Diverso il discorso, invece, per il più piccolo della serie Xtreme, l’8x30 mm che si rivela utilissimo soprattutto a chi pratica la caccia alla cerca, in montagna come nelle savane o nelle steppe, offrendo grande qualità a piccoli pesi e ingombri.

Steiner
Il binocolo Ranger Pro 10x56 a caccia di selezione

Il nuovo Ranger Pro. Con i suoi 4 nuovi binocoli con prismi a tetto Ranger Pro 8x32 mm, 8x42 mm, 10x42 mm, ideali per gli appostamenti e la caccia diurna, e l’8x56 mm specifico per la caccia notturna e crepuscolare, Steiner-Optik mette a disposizione del cacciatore una gamma di binocoli dal rapporto qualità/prezzo davvero eccezionale.

Steiner
Particolare della ghiera di messa a fuoco e delle due valvole per il riempimento di azoto sul Ranger Pro 10x42

L’8x56 mm, in particolare, dal peso di 1140 g, ben distribuiti su una larghezza di 142 mm e una altezza 182 mm, può essere manovrato anche con una sola mano. Questo binocolo è rivestito in gomma NBR-Longlife verde muschio che lo protegge da urti, graffi, pioggia, acidi, lo rende poco visibile nei boschi e offre un ottimale grip alle mani del cacciatore. Sul ponte si possono notare le due valvole per il riempimento d’azoto tramite le quali è sempre possibile controllare il livello di riempimento e provvedere alla ricarica. Lo chassis del binocolo è realizzato in materiale plastico in fibra rinforzata con asse centrale in alluminio. La tenuta stagna è garantita sino a 3 m di profondità con una temperatura d’esercizio dai -20 agli 80°C.  Il grip è anche assicurato da due speciali incavi per i pollici posti sui lati inferiori dei due tubi. Ai lati, sono stati inseriti gli attacchi per il sistema rapido di chiusura per la tracolla, i coprioculari e l’imbottitura di neoprene per proteggere il collo, denominato ClicLoc. Grazie a questo particolare sistema è possibile staccare in un attimo il binocolo dalla tracolla e riattaccarlo velocemente.

Steiner
Il binocolo Steiner Ranger Pro 8x56

La ghiera di messa a fuoco, dotata di ampie scanalature, si trova sul ponte ed è in posizione davvero ergonomica per gli indici, anche guantati. Con un unico giro di ghiera si riesce a coprire l’intero intervallo di messa a fuoco che va da due metri e trenta all’infinito. Questo sistema di messa a fuoco è del tipo Fast-Close Focus Steiner. La regolazione diottrica si trova sull’oculare sinistro e si distingue per la finezza degli intervalli. Le conchiglie oculari sono del tipo avvitabile, sono in gomma e possono essere regolate in altezza con quattro posizioni d’arresto. Al fine di limitare l’entrata della luce ai lati estremi degli occhi, le due conchiglie sono dotate di utili linguette ergonomiche. L’intero campo visivo del Ranger Pro 8x56 mm si estende da 122 a 1000 m, range sfruttabile al 100% anche da chi porta gli occhiali. Le lenti impiegate sono del tipo High-Contrast ad alte prestazioni. La luminosità è pari al fattore 49 con un fattore crepuscolare di 21,17 risultati davvero ottimi, ottenuti con prismi a tetto sottoposti a correzione di fase (rivestimento P) per avere un’immagine nitida e non distorta, senza alcun effetto d’interferenza.

Steiner
La lente frontale da 56 mm di diametro del binocolo

Per la riflessione della luce Steiner impiega uno speciale specchio d’argento e tutte le superfici vetro/aria sono dotate di rivestimento multistrato. La trasmissione di luce è pari all’87% con immagini brillanti, nitide e con buon contrasto e fedeltà cromatica. Il Ranger Pro 8x32 mm, il più piccolo della gamma, è il compagno ideale per il cacciatore di montagna o per il safarista, due cacciatori che hanno bisogno di un binocolo leggero ma sempre affidabile e di qualità. I due Ranger Pro 8x42 e 10x42 mm sono, invece, due binocoli che si adattano un po’ a tutti i tipi di impiego, e quindi sono ideali per quei cacciatori che praticano diverse forme di attività venatoria e che intendono portarsi sul campo sempre lo stesso strumento.

Tutta la gamma Ranger Pro è garantita dalla casa per 10 anni.


Valuta questo articolo
4 (2 valutazioni)
Il corretto e completo funzionamento dei nostri servizi richiede i cookie. Facendo clic sul pulsante [OK], acconsentite al nostro dominio Internet utilizzando i cookie.