Munizioni al piombo e zone umide - La battaglia continua. Domande e risposte:

L'evento, che ha visto la partecipazione di circa 45 rappresentanti delle associazioni e delle aziende nazionali di caccia, tiro sportivo e industria, ha riguardato l'ultima fase dell'eventuale approvazione della restrizione all'uso di munizioni al piombo nelle e intorno alle zone umide. Infatti, a seguito della votazione in seno alla Commissione ENVI, avvenuta il 29 ottobre 2020, il dossier sarà sottoposto a votazione finale nella sessione plenaria di mercoledì 25 novembre, dalle 18.00 alle 19.15 CET.

Ai partecipanti sono stati forniti punti di discussione e consigli su come lavorare efficacemente sui deputati nazionali del Parlamento europeo (MEP) per far sì che la proposta della Commissione venga respinta dal Parlamento europeo. La sfida è tuttavia complessa, poiché la proposta di risoluzione contro l'approvazione della disposizione dovrebbe essere votata dalla maggioranza della composizione del Parlamento europeo (353 deputati su 705).

Anche i cacciatori e i tiratori sportivi avranno un ruolo attivo, e a questo proposito riceveranno tutte le istruzioni dalle loro associazioni nazionali di caccia e di tiro sportivo. L'evento si inserisce in una strategia più ampia proposta dalla piattaforma AFIS e condivisa con il settore del tiro sportivo, che ha già permesso al settore di ottenere un periodo di transizione più lungo (24 mesi, rispetto ai 18 mesi proposti), oltre al ritardo complessivo di circa 1 anno nell'adozione del provvedimento; la riduzione della zona cuscinetto a 100 metri e le utili dichiarazioni pubbliche e scritte della Commissione Europea, che contribuiranno ad ottenere un approccio più pragmatico in fase di recepimento nazionale e di individuazione delle cosiddette "zone umide".

Il prossimo appuntamento è per il 25 novembre 2020, quando verrà sottoposta una mozione, proposta dalle forze che si oppongono al bando, nel corso della prossima sessione plenaria del Parlamento europeo.


In poche parole - domande e risposte:

Munizioni al piombo sulle zone umide: qual è il problema attuale nell'UE?

Che cosa dovrebbe ottenere questa legge sulle munizioni al piombo nelle zone umide?
Eliminare gradualmente le cartucce da fucile con pallini in piombo dalle zone umide.

Chi sarà interessato?
I funzionari delle forze dell'ordine degli Stati membri, 10 milioni di cittadini tra cui cacciatori, agricoltori, tiratori sportivi, tiratori sportivi, agonisti del tiro al piattello che svolgono discipline internazionali e olimpiche.

Quali sono i principali errori in questo progetto?
La Commissione ha ignorato il parere della propria agenzia scientifica, di fatto questa risoluzione viola:

  • Il principio di proporzionalità;
  • La presunzione di innocenza, che ha portato la Commissione a superare i poteri esecutivi previsti dal REACH, creando nuovi obblighi per i "consumatori";
  • Il principio della certezza del diritto.

Come risolvere il problema?
I deputati al Parlamento europeo: Il diritto applicabile è nelle vostre mani - Appoggiate la mozione, fate in modo che la proposta torni al Comitato REACH.

L’invito dell’Onorevole Berlato a sostenere l’obiezione

Questo articolo è disponibile anche in queste lingue: