Caccia alla beccaccia: il tradizionale piacere del campano con Beretti Scolopax 4.0

Cacciatori 
La caccia alla beccaccia insieme ad un amico è sempre la condivisione di un'esperienza unica. Un momento di pausa fra i boschi della Valle di Fiordimonte con il titolare Luca Ascani.

Nomen omen, nasce come una dichiarazione d’intenti l’ultimo modello di beeper Beretti Scolopax 4.0. Pur rappresentando l’evoluzione del beeper Beretti dunque destinato alla caccia con il cane da ferma in genere, il nome scientifico della beccaccia, appunto scolopax rusticola vuole essere non solo un omaggio a questo selvatico tanto amato dai cinofili ma indicarne anche alcune caratteristiche specifiche per questo tipo di caccia. Questo beeper è  l’unico infatti a riprodurre fedelmente il suono del classico campano portato dal bestiame nei pascoli, con l’intenzione di produrre un suono familiare alle beccacce in migrazione fra i boschi e gli alpeggi con un minore rischio di metterle in allarme o in fuga. Anche le forme e le dimensioni sono quelle di un classico campano dal peso accettabile e dal collare ad alta visibilità. Già da tempo in realtà i miei cani ance nella caccia al fagiano utilizzano il beeper Scolopax 4.0 ma in questa occasione abbiamo voluto mostrarvelo nel suo ambiente naturale fra i boschi dell’Appennino Marchigiano della Valle di Fiordimonte in una bellissima giornata di caccia in compagnia di Luca Ascani. Prima di lasciarvi alle immagini della nostra giornata di caccia che meglio di ogni parola saprà raccontare e descrivere ogni dettaglio, ricordiamo le caratteristiche tecniche che contraddistinguono il nuovo Beeper Beretti.

Beretti Scolopax 4.0: la prova sul campo

Panorama della Valle di Fiordimonte 
I magnifici boschi della Valle di Fiordimonte,  coperti dai tipici colori autunnali della vegetazione in Appennino Centrale.

Questo nuovo suono può essere impostato sia in cerca che in ferma. Si confermano gli altri suoni già utilizzati da Beretti fra cui il verso del falco registrato direttamente in natura, anche in questo caso un suono efficace per impedire al selvatico di fuggire. Resta invariata la tecnologia consolidata nei precedenti modelli come i beeper XP 2000 con batteria estraibile e sistema di impostazioni completamente subacqueo contenuto all’interno del campano e protetto da membrana in lattice. Il nuovo Beretti Scolopax 4.0 viene alimentato da comuni batterie di tipo A facilmente reperibili e dalla buona autonomia. Il vantaggio è la sicurezza per il cacciatore di non restare mai con il beeper scarico semplicemente portando con sé 3 batterie disponibili di ricambio immediatamente sostituibili sul campo. 

L’ampia cassa acustica del beeper permette la riproduzione di suoni baritonali con tonalità perfettamente udibili e facilmente individuabili nel bosco anche da lunghe distanze. Sono due le versioni disponibili per il nuovo campano, una dotata di radiocomando e una programmabile dalla classica tastiera interna e attivabile grazie al magnete. Attraverso il radiocomando leggero ed essenziale nelle funzioni, sono gestibili fino a 3 collari contemporaneamente con una distanza operativa fino a 1500 metri. Il Beeper Scolopax 4.0 con radiocomando permette di cacciare in assoluto silenzio, il radiocomando segnala infatti con vibrazione, LED o segnale acustico quando il cane è in ferma. Con la funzione PING si può far suonare il beeper quando il cane è in cerca silenziosa.

Cacciatore con cane
Il beeper Beretti Scolopax 4.0 permette di ascoltare distintamente tutta l'azione svolta dal cane nel bosco in modalità cerca oppure attraverso il radio comando può essere silenziato ricevendo la sola vibrazione e il suono in ferma.
Dettaglio sul beeper Beretti Scolopax 4.0
Semplice nell'utilizzo e nella manutenzione, lo Scolopax 4.0 viene alimentato da batterie stilo tipo A che il cacciatore può reperire facilmente in commercio e portare sempre di scorta con sé senza rischiare di restare mai privo del beeper.

È questa versione dotata di radiocomando che noi di all4hunters.com abbiamo provato sul campo, sia nel bosco che in altri ambienti potendone dunque confermare il semplice funzionamento e la buona udibilità. Il compromesso raggiunto è ottimo, perché il suono del campano è un piacere antico apprezzabile però senza la sua continuità esasperante e nociva per l’udito del cane. Con il campano dello Scolopax 4.0 la frequenza e il volume dei rintocchi possono essere programmati dal cacciatore o uditi soltanto a comando. Il beeper Beretti Scolopax 4.0 con radiocomando arriva al pubblico al costo di 370 euro, nella versione base senza radiocomando il costo è di 198 euro. Buona visione.

Video: Caccia alla beccaccia con il campano Beretti Scolopax 4.0


Per ulteriori informazioni su Scolopax 4.0, visita il sito Beretti.