5

Armi Magazine: in edicola il numero di ottobre 2016

La copertina di Armi Magazine ottobre 2016 è dedicata ai “grandi” revolver di Smith & Wesson, quelli del Performance Center come pure alcuni N Frame e gli X Frame, con una gamma di cartucce che privilegia autentici mostri sacri quali .357 e .44 Magnum e raggiunge le vette assolute di potenza e velocità con .500 S&W e .460 S&W. Tra le prove a fuoco più interessanti, possiamo segnalare la Sako 85 Grizzly cal. .308 Winchester, la Issc M22 Gen 2 cal. .22 Lr, la Steyr Mannlicher Ssg Carbon cal. .308 Winchester, il Derya Arms Lion X-100 cal. 12 e lo Zoli Z-Evo Sporting Hr 16 cal. 12.

Attualità in primo piano: alla luce di una recente sentenza del Consiglio di Stato, dovremo ridefinire il concetto di “custodia diligente” delle armi? Spazio alle ex-ordinanze con gli “attrezzi” e la procedura (e le avvertenze!) per la realizzazione del bossolo per una munizione - la 7,62x25 Tokarev - che è stata ordinanza sovietica e delle nazioni del Patto di Varsavia per un considerevole periodo di tempo.

Per le munizioni, il super - test delle Geco .45 Acp con palla 230 Fmjrn, provate con tre pistole diverse: la Springfield Armory M1911A1, la Colt M1991 e la Sti Rangemaster II Lux. Due chicche per i collezionisti: l’Amt Automag II cal. .22 Wmr e una doppietta (anno 1939) della Luigi Franchi Società Anonima in cal. 28 che… non figura nel catalogo di allora! E ancora un focus sulle Tanfoglio Stock, un reportage sul 17° Stormo Incursori, i successi dell’Italia del tiro alle recenti Olimpiadi, il factory tour della Nobel Sport Italia, un boroscopio digitale della Lyman, la rubrica ‘Questione di legge’, i malfunzionamenti più frequenti nelle pistole e metodi migliori per risolverli, e tanto tanto altro ancora. Buona lettura dallo staff di Armi Magazine!

Steyr Mannlicher Ssg Carbon .308 Winchester: lo sniper del futuro

sniper Steyr Mannlicher Ssg Carbon calibro 308 con bipiede tattico e munizioni Remington e Federal
Vista laterale destra della Steyr Mannlicher Ssg Carbon cal. .308 Winchester, con il bipiede tattico montato sul perno metallico posto davanti all’astina. La presentazione dell'arma su Armi Magazine ottobre 2016.

Cosa hanno in comune una supercar Lamborghini, una mazza da golf Callaway e la più recente carabina sniper di Steyr Mannlicher? Più di quanto si è portati a pensare: il sistema di costruzione del calcio in fibra di carbonio, per esempio. L’abbiamo provata nel calibro .300 Winchester e con canna da 600 mm, ma è disponibile in quattro calibri e diverse lunghezze di canna.

Focus: la gamma delle Tanfoglio Stock

pistola Tanfoglio Stock I per tiro dinamico
Ultima nata della famiglia è la Stock I, destinata alle gare di Tiro dinamico – classe Production nonché alle competizioni Idpa classe Ssp ed Esp. L'analisi su Armi Magazine ottobre 2016.

L’ampia e diversificata gamma delle Tanfoglio Stock, ottime semiautomatiche destinate alle gare di Tiro dinamico ma interessanti anche per gli appassionati del bell’oggetto e gli sparacchiatori, si è ulteriormente arricchita di un nuovo modello che punta anche alle competizioni Idpa. Analizziamo insieme la tante opzioni disponibili.

Accessori: Lyman Borecam Digital Borescope

un boroscopio Lyman con confezione
Il Lyman Borecam Digital Borescope rappresenta il primo esempio di boroscopio specifico per armi dotato di monitor, e viene consegnato in una scatola di cartone lunga e stretta. La presentazione su Armi Magazine ottobre 2016.

Il Borecam Digital Borescope è un utile strumento prodotto dalla Lyman, la storica azienda americana di attrezzature da ricarica: un boroscopio alla portata di tutti, che può rivelare i più nascosti segreti delle nostre armi. Infatti il boroscopio serve a conoscere lo stato di usura delle canne delle proprie armi, controllare se i procedimenti di pulizia e sramatura vengono eseguiti correttamente, scoprire la presenza di anomalie sia nell’anima sia nella camera di scoppio e valutare il grado di erosione dei primi tratti di rigatura.

Custodia delle armi: il Consiglio di Stato rimescola le carte

Cassetta di sicurezza
Una cassetta di sicurezza munita di serratura a combinazione è senza dubbio un valido sistema per custodire una pistola. Tant'è che costruttori di armi e munizioni di importanza mondiale (vedi Hornady, ma ne esistono molti altri) consigliano proprio tale mezzo di custodia.

Sui social network (in particolare Facebook), la vicenda (decisa dal Consiglio di Stato con la sentenza n° 3087 del luglio 2016) ha fatto venire le palpitazioni a più di un appassionato e detentore di armi. In seguito sono pervenuti in redazione numerosi inviti a dedicare spazio all'analisi della vicenda. Il tema della corretta custodia delle armi da fuoco tiene banco da anni e sembra non avere soluzioni univoche; in carenza di una norma di legge specifica e minuziosa (ammesso che sarebbe di qualche utilità), si naviga a vista. 

Valuta questo articolo
5 (3 valutazioni)
Il corretto e completo funzionamento dei nostri servizi richiede i cookie. Facendo clic sul pulsante [OK], acconsentite al nostro dominio Internet utilizzando i cookie.