3.9

Beretta APX: la nuova pistola semi-automatica in tre calibri!

La nuova pistola semiautomatica Beretta APX fa finalmente la sua prima apparizione ufficiale!

La notizia era attesa da tempo: già dal lancio della BU-9 Nano, la pistola semi-automatica subcompatta da difesa offerta sui mercati internazionali dalla più grande produttrice d'armi d'Italia già da un paio di anni, si vociferava che la prossima generazione di pistole da difesa/servizio a marchio Beretta sarebbe stata basata su un concetto finora totalmente nuovo, almeno per i canoni della grande Gardonese.

La Beretta ha dunque finalmente reso pubblica l'esistenza della sua nuova pistola APX, presentandola in occasione dell'edizione 2015 di IDEX − la Conferenza ed Esposizione di Difesa che si tiene ogni due anni ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti. 

La nuova Beretta APX è una pistola semiautomatica multicalibro destinata sia agli impieghi civili che all'uso di servizio da parte delle Forze dell'Ordine, dei corpi militari e del personale di sicurezza privata.

Questo è ciò che si sa della nuova pistola Beretta APX: seguendo le tendenze del mercato che si orientano sempre più marcatamente verso questa tipologia costruttiva, la Beretta APX è costruita sulla base di un fusto in tecnopolimeri caricati, modellato ergonomicamente e munito di rotaia MIL-STD-1913 "Picatinny" sotto il Dust Cover per il montaggio di accessoristica tattica; i dorsalini dell'impugnatura sono intercambiabili e non modificano solo la "taglia" a livello posteriore, ma anche sui lati dell'impugnatura medesima, per meglio adattare l'arma a mani di tutte le taglie.

Pistola semi-automatica Beretta APX
La Beretta APX è la prima pistola semi-automatica a percussore lanciato di grosso calibro dell'azienda di Gardone Val Trompia
Pistola semi-automatica Beretta APX
La Beretta APX è la prima pistola semi-automatica a percussore lanciato di grosso calibro dell'azienda di Gardone Val Trompia
Pistola semi-automatica Beretta APX
Abbandonati sia il classico blocchetto oscillante tipo Walther/Beretta 92 che la canna rototraslante della Px4, la Beretta APX si basa su un semplice sistema di chiusura Browning modificato
Pistola semi-automatica Beretta APX
Costruita sulla base di un fusto polimerico, la Beretta APX sarà disponibile nei calibri 9x19mm Parabellum, 9x21mm IMI e .40 Smith & Wesson

Abbandonata la chiusura a blocchetto oscillante di derivazione Walther usata dalla Beretta 92 (e prima ancora dalla 951), e la canna rototraslante della serie Px4 Storm, la nuova Beretta APX si basa su una semplice chiusura Browning modificata; è possibile disassemblarla solo quando il percussore è abbattuto, e per questo sul fusto è presente un foro che consente − tramite l'uso di un apposito accessorio − il suo disarmo prima di procedere allo smontaggio da campagna, che si effettua tramite una leva posizionata sul lato sinistro del fusto medesimo.

Lo scatto è in sola doppia azione leggera (2,8 chili di peso dello sgancio, corsa da 6mm e reset lungo la metà, appena 3mm), ed interviene su un percussore lanciato che, quando armato, sporge leggermente da una fessura sul retro del carrello per fornire una conferma visiva e tattile all'operatore della presenza del colpo in canna.

Il carrello è macchinato in acciaio inossidabile − nitrurato in nero in fase di produzione per renderlo antigraffio, anticorrosione e antiriflesso − e presenta vistose scanalature anteriori e posteriori per facilitarne il maneggio; su innesti a coda di rondine, esso ospita mire con riferimenti rotondi di colore bianco per un rapido allineamento, che possono essere regolate in base ad un sistema di nuova concezione.

La Beretta APX verrà fornita di serie priva di sicure manuali, ma con un sistema di sicurezza interno antiurto e anti-sgancio, ed ovviamente con una sicura al grilletto; gli acquirenti potranno, tuttavia, in effetti chiederne una versione munita di sicura manuale, in forma di una leva posizionata sul fusto.

La Beretta APX è pensata per essere il più possibile pronta all'uso da parte dei tiratori mancini non appena "fuori dalla scatola": la leva di rilascio del carrello-otturatore in apertura è ambidestra, mentre il pulsante di sgancio del caricatore è reversibile.

La Beretta APX si alimenterà tramite caricatori bifilari in lamierino d'acciaio con Pad in polimero rinforzato, ed offrirà una capacità di 17 colpi nel calibro 9x19mm Parabellum e di 15 colpi nei calibri 9x21mm IMi e .40 Smith & Wesson.

Le proporzioni dell'arma sono state mantenute negli Standard per questa categoria d'arma − 192mm di lunghezza totale, canna da 10,8cm − ma sia l'altezza che lo spessore sono mantenuti al minimo possibile in modo da rendere la Beretta APX comoda sia per il porto occulto che per il porto manifesto.

Al momento non sono disponibili ulteriori informazioni relativamente alla commercializzazione internazionale e ai prezzi − salvo il fatto che in Italia non sarà disponibile prima del 2016. Di certo pare che, con la APX, la Beretta si stia orientando verso una categoria d'armi ed un Layout tecnico più moderni ed apprezzati dai tiratori civili e dagli operatori militari, e che l'insieme delle caratteristiche dovrebbe consentire una rapida diffusione in serie a prezzi peraltro molto accessibili, come già accade per armi di simile impostazione offerte da molte aziende concorrenti.

Pistola semi-automatica Beretta APX
Ridotta negli ingombri e nello spessore rispetto agli altri modelli dell'azienda, la APX è concepita sia per il porto occulto che per quello manifesto
Pistola semi-automatica Beretta APX
Ridotta negli ingombri e nello spessore rispetto agli altri modelli dell'azienda, la APX è concepita sia per il porto occulto che per quello manifesto
Pistola semi-automatica Beretta APX
I tiratori nostrani dovranno attendere un po': la commercializzazione sul mercato civile italiano è prevista per l'anno prossimo!

Valuta questo articolo
3.9 (58 valutazioni)
Il corretto e completo funzionamento dei nostri servizi richiede i cookie. Facendo clic sul pulsante [OK], acconsentite al nostro dominio Internet utilizzando i cookie.