4.7

Beretta 84 FS "Cheetah"

La pistola Beretta parzialmente smontata
La Beretta 84 FS parzialmente smontata

La Beretta 84 è una variante in calibro 9 corto della serie 81 prodotta dalla casa gardonese dalla fine degli anni '70 e proposta in vari modelli e calibri. 

La svolta produttiva relativa alle armi corte da fuoco, che si è verificata negli anni '70, ha visto lo sviluppo di modelli dotati di scatto in doppia azione e caricatore bifilare. 

La Beretta si è adeguata al mercato producendo inizialmente il modello 90, arma snobbata, forse perché troppo simile alla Walther PP e a causa del calibro (7,65 Browning) ritenuto all'estero poco adatto alla difesa personale. 

Successivamente la Beretta è corsa ai ripari producendo le pistole della serie 81 dotate, sia delle caratteristiche meccaniche richieste dal mercato, sia dalle linee estetiche, proprie delle pistole Beretta, che hanno sempre incontrato il favore del pubblico. L'ultima versione, proposta nel 1987, ha preso il nome di 84 FS (Cheetah, per il mercato statunitense) in calibro 9 corto.

Campo d'impiego

Comandi della Beretta 84 FS "Cheetah"
La Beretta 84 FS impugnata rivela le sue dimensioni compatte. Notare i comandi a portata di "dito"

Le dimensioni compatte consentono di celare agevolmente la Beretta 84 FS sotto gli indumenti. 

Il calibro adottato e la capacità di fuoco rendono la Beretta 84 FS adatta ad essere impiegata per difesa personale e abitativa.

La Beretta 84 FS adotta il sistema di chiusura labile (chiusura a massa o blowback).

La resistenza delle varie molle che servono a contrastare la pressione dei gas al momento dello sparo, richiede una notevole forza delle mani per l’arretramento del carrello. Per questa manipolazione non aiuta il carrello basso che rimane difficoltoso da afferrare sia con pollice e indice sia con la più potente presa a sella.

Chi non è dotato di una discreta forza nelle mani, indifferentemente dal sesso, si trova in difficoltà nel maneggiare tale arma, specialmente se sottoposto a stress. Impensabile in questi frangenti utilizzare la Beretta 84 FS senza il necessario colpo in canna. Per questo motivo la scelta di una pistola che adotta il sistema di chiusura a massa deve essere valutata attentamente.

Caricatore della Beretta 84 FS "Cheetah"
Il caricatore della Beretta 84 FS contiene 13 cartucce che, in aggiunta a quella inserita nella camera di cartuccia, consente un'ottima autonomia di fuoco
Alimentazione della Beretta 84 FS "Cheetah"
Il sistema di funzionamento a chiusura labile consente di mantenere basso l'asse della canna, con ovvi vantaggi anche nella alimentazione

La Beretta 84 FS è una pistola compatta semiautomatica a cane esterno, dotata di scatto ad azione mista (doppia e singola) e sistema di chiusura labile che, per contenere le pressioni iniziali, si avvale del contrasto dato dalla molla di recupero, dalla molla del cane, dal peso del carrello e dall’attrito delle parti in movimento. 

Da sottolineare che i recenti modelli di pistole semiautomatiche che utilizzano il calibro .380 Auto, hanno abbandonato il sistema di chiusura labile e adottano il pratico e maneggevole sistema a corto rinculo di canna Browning modificato. Il caricatore bifilare della capienza di 13 colpi calibro .380 Auto, in aggiunta al 14° inserito nella camera di cartuccia, permette in teoria di risolvere qualsiasi problematica difensiva.

Scatto, sicure, mire

Grilletto della pistola Beretta 84 FS "Cheetah"
Il grilletto liscio e curvo aiuta nel tiro in doppia azione. La distanza dal grilletto allla parte posteriore dell'impugnatura (trigger reach) favorisce il raggiungimento della leva di scatto

La Beretta 84 FS è dotata di scatto misto. 

Le dimensioni dell’impugnatura permettono di gestire facilmente la leva di scatto anche sparando in doppia azione che risulta molto fluida.

Lo scatto in singola azione è abbastanza leggero, ai limiti di peso ideali per una pistola destinata al tiro difensivo. 

Come tutte le pistole dotate di azione mista dopo il primo colpo in doppia e il secondo in azione singola avviene quello che Jeff Cooper chiamava crunch tick, ovvero l'attimo di crisi (per il dito) quando varia la resistenza della leva. 

Per risolvere il problema, durante l’allenamento, si deve ricordare di non sparare in doppia azione solo il primo colpo del caricatore. 

La resistenza dello scatto in singola azione dell'esemplare in prova ha evidenziato un peso di 2,250 Kg, la doppia azione ben 5,40 Kg.   

Tacca di mira
La tacca di mira è saldamente incassata nel carrello. La leva della sicura manuale bilaterale dotata superiormente di zigrinatura

Le sicure della Beretta permettono di portare l’arma con la cartuccia camerata in piena sicurezza. 

L’arma è dotata di sicure automatiche al percussore e mezza monta del cane. 

È inoltre presente la sicura manuale che ha funzione di abbatti cane, interrompe la catena di scatto e blocca l'arretramento del carrello. 

Da sottolineare che quando la sicura manuale è azionata, il cane si abbatte, rimanendo in una sorta di mezza monta, senza poter raggiungere il percussore.

Mirino pistola
Il mirino della Beretta 84 FS è ricavato dal pieno. Acquisizione nella norma per una pistola destinata alla difesa personale

La Beretta 84 FS è dotata di congegni di mira fissi dotati di riferimenti luminescenti. Il mirino è ricavato dal carrello mentre la tacca di mira è inserita nella classica fresatura a coda di rondine. Tacca e mirino sono ben rapportati e adeguati alle caratteristiche di impiego dell’arma. Il mirino, non sporgendo troppo dal carrello diminuisce il rischio di far impigliare la pistola negli indumenti durante l’estrazione.

Versioni e calibri

Smontaggio Beretta 84 FS "Cheetah"
La Beretta 84 FS in smontaggio da campagna

Il calibro 9x17mm (.380 Auto, 9 corto, 9mm short, 9 Browning e molti altri nomi) impiegato nella Beretta 84 FS, è dotato di buona precisione, ha una energia cinetica di circa 25 Kgm e rientra tra le cartucce efficaci per difesa personale. 

La minore energia cinetica posseduta, rispetto al 9 Parabellum, conferisce al 9 Corto minore penetrazione, rendendo questo calibro adatto all’impiego in ambito urbano e abitativo, limitando danni collaterali nel caso la palla attinga bersagli di scarsa consistenza come ad esempio alcune parti del corpo umano. 

Il calibro 9 mm short, assicura una efficace difesa non meno di altre cartucce più prestanti in quanto, la possibilità di neutralizzare immediatamente un avversario, utilizzando normali cartucce per armi corte, dipende quasi totalmente dal punto d'impatto.

Impugnatura pistola
Le dimensioni della Beretta 84 FS consentono di fasciare in maniera ottimale l'impugnatura, facilitando il tiro con una sola mano

La 84 FS è una pistola compatta dotata di comandi facilmente raggiungibili e ben collocati. 

L'impugnatura, sebbene contenga un caricatore bifilare è adatta a mani di qualsiasi dimensione. 

Il grilletto è facilmente raggiungibile anche quando la leva è predisposta per il tiro in doppia azione. 

La sicura manuale bilaterale, risultando abbastanza resistente, può richiedere per l’azionamento l'uso accessorio della mano debole. 

Una resistente finitura nera opaca, detta Brunitron, e guancette nere in plastica completano la versione standard di questa arma.

Prova di tiro

Impugnatura a due mani 
La configurazione compact della Beretta 84 FS permette di effettuare agevolmente l'impugnatura a due mani

Il carrello basso sull'asse della mano, che non facilita la presa durante l'arretramento del carrello, di contro agisce mitigando il rilevamento dell'arma. 

Cartucce di varie marche non risultano mai troppo scorbutiche. Si possono sparare delle serie sorprendentemente veloci, riuscendo a piazzare tutti i colpi sul bersaglio nella zona proficua del bersaglio. L'impugnatura riempie bene la mano e contribuisce a mantenere la presa salda durante il tiro.

Rosata a 7 metri Beretta 84 FS "Cheetah"
Il bersaglio ottenuto alla distanza di 7 metri, tiro celere, impugnatura a due mani. L'esemplare in prova tende a sparare in alto rispetto al punto mirato
Rosata a 12 metri Beretta 84 FS "Cheetah"
Alla distanza di 12 metri, diminuendo la velocità, siamo riusciti a ottenere una rosata molto stretta. Notare la tendenza a sparare alto a sinistra della pistola in prova

La Beretta 84 FS, sebbene non sia un'arma studiata per il tiro accademico possiede un'ottima precisione anche a distanze maggiori ipotizzabili per il tiro da difesa. 

Lo scatto abbastanza gestibile aiuta nella concentrazione delle rosate, richiedendo solamente l'assuefazione al passaggio tra la doppia azione, durante lo sparo della prima cartuccia, alla singola durante i colpi successivi. 

Testati innumerevoli esemplari di Beretta 84 FS, utilizzando cartucce di qualità, non sono mai emersi problemi di funzionamento. La prova a fuoco, effettuata a 7 e 12 metri con cartucce Geco a palla blindata, ha visto delle rosate piuttosto concentrate. Da notare che l’esemplare in prova sparava leggermente in alto e a sinistra rispetto il punto mirato.

Valuta questo articolo
4.7 (54 valutazioni)
Beretta 84FS Cheetah
SCHEDA TECNICA

Beretta 84 FS "Cheetah"Franco Palamaro

€ 800,00
Fabbricante

Fabbrica D’armi Pietro Beretta

www.beretta.com/it-it/

Modello84FS Cheetah
Tipopistola compact
Calibro.380 Auto (9 Corto)
Azionesemiautomatica
Sistema di scattodoppia e singola azione
Sicureautomatica al percussore, manuale, mezza monta del cane
Capacità13 cartucce
Canna

97 cm / xx pollici 

Miretacca e mirino fisso
Lunghezza complessiva 172 mm
Peso (a vuoto)660 g
Materiali/Finiturecarrello acciaio al carbonio, fusto in lega (Ergal)
Notefornita con un caricatore di scorta
Prezzo

800 €

Il corretto e completo funzionamento dei nostri servizi richiede i cookie. Facendo clic sul pulsante [OK], acconsentite al nostro dominio Internet utilizzando i cookie.