4.4

Winchester Model 1873

Winchester Model 1873
La carabina Winchester 1873 ha una capacità di dieci colpi cal.357-Magnum o undici colpi cal.38-Special

Da ormai diversi anni di proprietà del gruppo internazionale FN - Browning International S.A. con sede in Belgio, la storica azienda americana Winchester Repeating Arms è ben nota per le sue armi lunghe a canna liscia e rigata per impieghi sportivi, competitivi, difensivi, venatori, e persino militari, di Polizia e di difesa. Fondata a New Haven, nel Connecticut, nell'ormai lontano 1855, la Winchester è tuttavia soprattutto nota per le sue realizzazioni storiche: le sue carabine e i suoi fucili a leva hanno segnato un'epoca, caratterizzandosi tra i migliori design a sfruttare, nel tardo XIX secolo, l'invenzione della cartuccia metallica e a contribuire alla sua diffusione, ma soprattutto diventando i più affidabili e inseparabili compagni di pionieri, avventurieri ed esploratori in nord America e in tutto il mondo.

Winchester Model 1873
La nuova Mod.1873 è disponibile anche in versione "Special Case Hardened" con cassa tartarugata

In particolare, la carabina a leva con scatto in azione singola e cane esterno modello 1873, caposaldo storico della produzione Winchester, è diventata nota nell'immaginario collettivo come "l'arma che ha conquistato il West", essendo stata effettivamente diffusissima nel periodo storico successivo alla Guerra di Secessione Americana tra gli ultimi coloni che completarono l'opera di esplorazione e costruzione d'insediamenti e infrastrutture nelle pianure ad ovest del Mississippi. Una grande icona della storia armiera mondiale, sviluppo diretto dell'ancor più leggendario modello 1866 "Yellow Boy", la carabina Winchester modello 1873 era particolarmente gradita in quanto camerata per gli stessi calibri − .44-40 Winchester, .38-40 Winchester, .32-20 Winchester, .22 − utilizzati su molti revolver dell'epoca, consentendo dunque l'intercambiabilità delle munizioni.

Winchester Model 1873
Le inconfondibili linee del "fucile che ha conquistato il West" tornano su un modello di grande qualità costruttiva

Per il 2013, il marchio Winchester ha deciso di rilanciare questo grande classico, riproponendolo sul mercato in una versione che differisce soltanto per pochi particolari, peraltro con una precisa ragion d'essere, dall'originale. Le carabine Winchester Model 1873 di nuova produzione, per la prima volta viste in stadio di prototipo allo SHOT Show di Las Vegas e la cui distribuzione in serie è cominciata negli USA letteralmente solo ieri, sono prodotte in Giappone dalla Miroku, altra azienda di proprietà del gruppo FN che già da un ventennio si occupa di produrre le carabine sportive a leva vendute dal grande conglomerato belga sotto tutti i marchi da esso controllati. La Miroku impiega macchinari d'altissima precisione, l'ultima tecnologia giapponese, ed esegue lavorazioni allo stato dell'arte per assicurarsi che ogni arma sia funzionante letteralmente come un orologio svizzero, e assicuri affidabilità e precisione per anni ed anni a venire.

Winchester Model 1873
Camerato per i calibri più usati sui revolver, il mod.1873 sarà sicuramente un successo tra i tiratori "Old West"

Gli esemplari di carabina Winchester mod.1873 di nuova produzione, inoltre, saranno camerati per il calibro .357-Magnum, con possibilità di utilizzare anche le munizioni cal.38-Special, per garantire interoperabilità con le più diffuse rivoltelle moderne; la capacità del serbatoio tubolare è di dieci colpi cal.357, che diventano undici in cal.38, ma per il resto le nuove carabine modello 1873 della Winchester mantengono le linee classiche dello storico "fucile che ha conquistato il West", con forniture in legno di noce levigato e trattato ad olio, canna da venti pollici a profilo cilindrico e cassa in acciaio inossidabile, tacca di mira posteriore regolabile di tipo "Buckhorn" (nel quale la foglietta imita nella forma un paio di corna di cervo), e tacca di mira anteriore di tipo "Gold Bead". Due le versioni disponibili: quella standard, con finitura nera, e la "Special Case Hardened", con finitura tartarugata sulla cassa. La distribuzione in Italia è demandata alla BWMI, branca italiana del gruppo FN - Browning International. La commercializzazione nel nostro paese non è ancora in atto, ma dovrebbe avere inizio a breve.


Valuta questo articolo
4.4 (21 valutazioni)
Il corretto e completo funzionamento dei nostri servizi richiede i cookie. Facendo clic sul pulsante [OK], acconsentite al nostro dominio Internet utilizzando i cookie.