Carabina Semiautomatica SIG-Sauer 516 Sport

Articolo disponibile anche in altre lingue

English

Introdotta all'edizione del 2010 dello SHOT Show, la carabina semiautomatica 516 di SIG-Sauer è oggi disponibile in una varietà di configurazioni, sia in versione semiautomatica per il mercato civile, sia in versione a fuoco selettivo per il mercato strettamente militare e delle forze dell'ordine. Camerata in .223 Remington e 7.62x39 mm, la carabina 516 è stata la base per una "sorella maggiore",  la 716, camerata in .308 Winchester / 7.62x51mm NATO.

SIG-Sauer 516
La volata della carabina SIG-Sauer 516 con lo spegnifiamma "Birdcage" standard

La carabina 516 è basata sulla classica piattaforma AR-15 , migliorata e arricchita con una serie di soluzioni tecniche, la più importante delle quali è l'impiego di un sistema di riarmo a recupero di gas con pistone a corsa corta e asta d'armamento non reciprocante con un gruppo porta otturatore completamente ridisegnato.

Il progetto mantiene un elevato grado di compatibilità con la piattaforma AR, tanto che la maggior parte delle parti e quote progettuali sono assolutamente "standard", tanto che SIG-Sauer rende l'intero upper receiver con funzionamento a pistone  disponibile al pubblico come parte aftermarket per consentire ai possessori di AR-15 di altre marche di aggiornare la propria carabina con il funzionamento a pistone e con la qualità del produttore tedesco, migliorando notevolmente prestazioni e affidabilità.

SIG-Sauer 516
Il gruppo presa gas contiene il pistone a corsa corta e superiormente riporta una slitta Picatinny per il montaggio di mire metalliche. Notare l'attacco per la baionetta

Inizialmente solo prodotta e disponibile negli Stati Uniti, la carabina SIG-Sauer 516 è stata successivamente anche costruita in Germania per il mercato europeo, ed è oggi disponibile nel "Vecchio Continente" in diverse configurazioni.

La configurazione semiautomatica per il mercato civile della 516 che vi presentiamo in questa recensione è il modello "Sport Patrol", camerata in .223 Remington.

Per questioni legali, in quei paesi europei in cui la lunghezza della canna deve essere di almeno 420 millimetri per essere considerata "arma sportiva", come in Germania, la canna della 516 Sport è lunga 16,6" e dispone di una volata filettata con passo standard 0.5x28TPI, con montato un classico spegnifiamma  "birdcage" che può essere facilmente sostituito con una serie di accessori come freni di bocca, o spegnifiamma ad alte prestazioni.

SIG-Sauer 516 
La finestra di espulsione del 516 con lo sportellino ad apertura automatica è al 100% standard AR-15...
SIG-Sauer 516 
...mentre il gruppo portaotturatore (BCG) è completmente proprietario. Notare la scritta "zivil" che identifica univocamente la parte come civile

Il profilo medio pesante della canna, realizzata con il procedimento della forgiatura con martellamento a freddo, è ottimizzato per la precisione, è dotata di una rigatura a 6 principi con un veloce passo di 1:7 ", con un'anima cromata per una lunga durata.

La canna è finita esternamente con un rivestimento nitrurato opaco nero per un'eccellente resistenza alla corrosione, ed è totalmente flottante nell'astina dell'arma.

SIG-Sauer 516 
L'astina in lega 7075-T6 con rail Picatinny presenta 4 punti di attacco (due per lato) per magliette a sgancio rapido per la cinghia di trasporto

Il "front sight base" standard sulla canna viene sostituito da un gruppo di presa gas proprietario che include una valvola regolabile a quattro posizioni per lo spillaggio dei gas propellenti.

Il gruppo asta di armamento comprende il pistone a testa invertita e relativa molla di recupero, in cui la porzione “spigot” a stelo della valvola regolabile inietta il gas all'interno dell'asta, che ha la testa a bicchiere e che funge di fatto da cilindro mobile.

Il gas in eccesso è poi eliminato tramite una serie di fori intorno al cilindro, mentre un gruppo di tre anelli di tenuta intorno alla punta dello spigot garantisce l'affidabilità del ciclo di sparo.

Il gruppo di presa gas presenta anche un attacco per baionetta standard, anche se la maggiore lunghezza della canna davanti al GPG non consente all'anello sulla baionetta di impegnarsi intorno allo spegnifiamma.

SIG-Sauer 516 
La carabina semiautomatica SIG-Sauer 516 durante il nostro breve test a fuoco. In alcuni mercati europei, il calcio collassabile e l'mpugnatura a pistola Magpul sono sostituiti da prodotti FAB Defense; le mire abbattibili montate sull'arma sono il set #71L BUIS in polimero di ARMS, mentre il collimatore ottico è un Micro T1 di Aimpoint montato impiegando un attacco rapido American Defense
SIG-Sauer 516 
Il SIG-Sauer 516 ha un comando per il forward bolt assist e una maniglia di armamento a "T" completamente standard

Uno dei punti di forza della 516 è l'astina in lega di alluminio 7075-T6 completamente ottenuta per lavorazione CNC. Costruita utilizzando una coppia di "gusci" superiore ed inferiore, fissati all'upper receiver utilizzando una serie di bulloni a brugola formando una piattaforma di interfaccia per ottiche e accessori molto affidabile e stabile.

Il risultato finale è che l'astina funziona come un upper monolitico; la canna è, come abbiamo già detto, completamente flottante, se si esclude il marginale punto di contatto tra i tre anelli di tenuta gas nel cilindro / op rod, che a sua volta è alloggiato separatamente nella porzione superiore dell'astina.

L'astina dispone di quattro punti di attacco per magliette a sgancio rapido per la cinghia di trasporto/tracolla, due su ogni lato a entrambe le estremità delle rotaie Picatinny. Tutti gli slot sono numerati per un facile riposizionamento di ottiche e accessori.

SIG-Sauer 516
Sul lato sinistro dell'arma troviamo il familiare gruppo di comandi, particolarmente ergonomico, della piattaforma AR

Lo upper receiver è un "flat top" rinforzato ma per il resto apparentemente standard, con alcune importanti modifiche interne per ospitare il gruppo porta otturatore completamente proprietario. Nella porzione anteriore della rotaia Picatinny superiore troviamo un incastro femmina per il corretto allineamento dell'estremità anteriore dell'astina e dell'asta di armamento.

L'upper ha un comando per il forward bolt assist, un deflettore per i bossoli e una maniglia di armamento a "T" completamente standard.

Il cuore della carabina 516 è il gruppo porta otturatore magnificamente rifinito, con chiave di interfacciamento per l'asta di armamento integrale.

Fabbricato lavorando per asportazione di truciolo una billetta di acciaio su macchine CNC, il porta otturatore è rivestito con un trattamento autolubrificante e la sua geometria è stata appositamente concepita per migliorare l'affidabilità e il differente pattern di usura dell'upper receiver.

Pattern di usura dovuto al funzionamento con pistone a corsa corta che impartisce l'impulso cinetico al gruppo porta otturatore fuori asse rispetto al funzionamento  perfettamente coassiale del sistema a gas diretto convenzionale della piattaforma standard AR15, pattern anche conosciuto come “carrier tilt wear”.

SIG-Sauer 516 
L'impugnatura a pistola MOE (Magpul Original Equipment) con vano per accessori interno
SIG-Sauer 516 
Il robusto e molto affidabile calcio collassabile Magpul MOE montato sulla carabina 516

L'otturatore impiegato è assolutamente standard e a specifiche MILSPEC, tanto da mantenere i tre anelli di tenuta gas sul codolo, ora necessari solo per aumentare l'attrito all'interno del BCG. Anche percussore e perno "cam pin" sono standard.

La versione della carabina SIG-Sauer 516 Sport Patrol che abbiamo provato presenta un semicastello inferiore (lower receiver) standard, invece della versione ben più ricca di funzionalità di costruzione americana, sfoggiante una coppia di punti di attacco per magliette a sgancio rapido per la cinghia di trasporto sulla parte posteriore del receiver e vari altri miglioramenti tra cui un sistema caricato a molla per limitare il gioco tra i semicastelli superiore e inferiore.

SIG-Sauer 516 
L'astina con le rotaie Picatinny montata di serie sulla carabina SIG-Sauer 516 è realizzata con la stessa lega 7075-T6 dei semicastelli dell'arma, mentre il gruppo di presa gas che ospita il pistone a corsa corta "invertito" è in acciaio al carbonio
SIG-Sauer 516 
Vista laterale sinistra della carabina semiautomatica SIG-Sauer 516 calibro .223
Sig-Sauer 516 
Vista laterale destra della carabina semiautomatica SIG-Sauer 516 calibro .223

La posizione dei perni e la geometria di interfaccia tra i semicastelli della carabina 516 sono del tutto standard a differenza dei prodotti a pistone di altri marche, ed è pertanto possibile scambiare gli upper. 

SIG-Sauer 516 
La carabina SIG-Sauer 516 nello smontaggio da campagna

Come già anticipato precedentemente, SIG-Sauer in effetti offre al pubblico l'upper 516 completo per l'aggiornamento al funzionamento a pistone le carabine AR15 già possedute dagli appassionati.

Il pacchetto è completato da un calcio pieghevole e impugnatura a pistola MOE (Magpul Original Equipment) di produzione Magpul, che viene sostituito in alcuni mercati con prodotti analoghi costruiti dalla israeliana FAB Defense.

Lo stesso vale per il caricatore, negli Stati Uniti, si tratta di una unità Magpul PMAG da 30 colpi, in Europa il caricatore è invece sostituito da un da un più corto OA-MAG, sempre in polimero, da 20 colpi (limitato a 10 in alcuni paesi), prodotto in Germania da Oberland Arms.

SIG-Sauer 516 
L'otturatore e  il gruppo portaotturatore smontati per la pulizia; l'otturatore è al 100% Mil Spec. Notare la chiave di interfaccia sul BCG monilitica per l'asta di armamento

Il nostro parere sull'ergonomia e sul posizionamento dei comandi della carabina 516 non fa che confermare la nostra opinione che la piattaforma AR15, fin dalla sua presentazione negli anni '60, ha imposto lo standard di riferimento con cui ogni fucile d'assalto si dovrebbe confrontare, in altre parole, è quasi la perfezione.

Non c'è rosa senza spine, e da questo lato, nessuno dei comandi montati sullo 516 sono ambidestri, e la qualità dello scatto potrebbe essere migliore ‒ l'arma che abbiamo provato a fuoco aveva uno scatto grattante con vistose filature e un rilascio  "legnoso".

Durante la prova a fuoco al poligono non abbiamo comunque avuto problemi funzionali di sorta, nessun accenno a inceppamenti o impuntamenti di alcun tipo su centinaia di colpi sparati da più tiratori.

Il brandeggio è ottimo, anche se la 516 è un po' pesante in punta a causa dell'astina con i rail, della canna pesante e del sistema a pistone, cosa che, d'altra parte, aiuta domare il già mite rilevamento durante le esercitazioni a tiro rapido. 

SIG-Sauer 516 
Dettaglio del pistone a corsa corta e della valvola regolabile estratti dal gruppo presa gas. Notare come lo stelo ‒ con gli anelli di tenuta ‒ della valvola entri nel cilindro dell'asta di armamento

La precisione al tiro è eccellente, mentre il rinculo percepito è leggermente diverso da un normale M4, sembra leggermente più secco e allo stesso tempo minore, anche se a contenere il rinculo contribuisce senz'altro il maggiore peso dell'arma rispetto al nostro  M4 di riferimento, completamente standard in ogni sua parte e con mire metalliche e pertanto "leggerino".

Tutto sommato, siamo stati favorevolmente impressionati dalla carabina SIG-Sauer 516 Sport Patrol in .223 Remington.

L'assemblaggio e le finiture sono eccellenti, i materiali impiegati sono di prima qualità e la carabina dà al tiratore una sensazione complessiva di robustezza, affidabilità e precisione.

Va anche considerato che in un prossimo futuro, tutta la produzione sarà effettuata negli Stati Uniti, quindi tutte le carabine  516  che a breve saranno disponibili sul mercato civile europeo saranno "Made in USA".

Articolo disponibile anche in altre lingue

English