4.1

Ruger AR-556 calibro .223 Remington: un fucile semi-automatico a basso costo

Ruger AR-556
Spartano e senza fronzoli, lo AR-556 è la risposta di Ruger alla crescente domanda sul mercato di fucili sportivi moderni di qualità ma a basso costo

Il fucile semi-automatico Ruger AR-556 calibro .223 Remington, lanciato dalla popolare azienda americana agli inizi del mese di ottobre alla fine della sua serie di "nuovi lanci di mercato" dell'ultima parte dell'anno, è perfettamente in linea con i Trend dei mercati internazionali delle armi civili: sempre più tiratori cercano fucili sportivi moderni − quelli che si basano esteticamente e tecnicamente sui fucili d'ordinanza, e che gli anti-armi chiamano in maniera dispregiativa "armi d'assalto" − che offrano buona qualità costruttiva a prezzi popolari, data la perdurante crisi economica.

Ruger, che già nel 2009 col modello SR-556 funzionante tramite pistone proprietario a doppio stadio era entrata nel mercato degli AR-15, ha accettato la sfida: produrre un'arma dal costo contenuto − e dunque accessibile a tutti, a differenza del citato SR-556 il cui prezzo si colloca su una fascia medio-alta dato l'elevato contenuto tecnologico − ma di qualità superiore e stabile, a differenza di molti altri AR di diversa provenienza e a basso costo presenti sul mercato (soprattutto in Europa).

Ruger AR-556
Il fucile semi-automatico Ruger AR-556 si basa su un semplice sistema a recupero di gas diretto ed impiega una canna da 16 pollici con rompifiamma "a gabbietta d'uccello"

Lo scopo è stato raggiunto creando un'arma che, pur senza fronzoli, non trascuri la qualità costruttiva e le dotazioni di reale interesse.

Al bando, dunque, il guardamani rotaiato in favore di una normale astina ergonomica in Nylon rinforzato con fibra di vetro realizzata direttamente da Ruger; esso è tenuto in posizione da un Delta Ring proprietario, che risulta estremamente più facile da rilasciare per la sostituzione dell'astina rispetto ai più comuni modelli presenti sugli altri tipi di AR-15.

Il calciolo telescopico a sei posizioni del Ruger AR-556 è montato su un Buffer Tube prodotto su specifiche militari (MIL-SPEC), dunque compatibile con qualsiasi tipo di calciolo sostitutivo, il quale peraltro è già munito di anello per cinghie di tracolla a punto singolo.

L'unica rotaia MIL-STD-1913 "Picatinny" presente sull'arma si trova sulla parte superiore dello Upper Receiver − forgiato, come di norma, in alluminio 7075-T6 e anodizzato in nero − in coda alla quale è montata una mira abbattibile di concezione Ruger.

Ruger AR-556
Ciascun fucile Ruger AR-556 sarà venduto in congiunzione con un singolo caricatore MagPul PMAG

Il fucile Ruger AR-556 presenta anche un'impugnatura a pistola realizzata direttamente dall'azienda, anch'essa in polimero caricato in fibra di vetro, con guardia del grilletto svasata per facilitare l'uso coi guanti tattici.

Il semicastello inferiore forgiato in lega d'alluminio e anodizzato in nero presenta la normale configurazione dei comandi di un qualsiasi AR-15, ma è predisposto per il montaggio Aftermarket di comandi ambidestri o maggiorati se necessario.

Il blocco di presa gas ospita la tacca di mira anteriore, e presenta un punto d'aggancio per baionette. Di concezione proprietaria Ruger, il Gas Block dello AR-556 non è tenuto in posizione da due spini passanti ma presenta un sistema di rimozione rapida − una semplice vite sulla parte inferiore − che ne consente la rapida rimozione nel caso lo si voglia rimpiazzare con un blocco di presa gas a basso profilo per l'installazione di guardamani completamente flottanti.

Ruger AR-556
Le specifiche tecniche del fucile sportivo semi-automatico Ruger AR-556 calibro .223 Remington

Il Ruger AR-556 è dotato di una canna Medium Contour da 16.10 pollici (40,89 cm) realizzata per rotomartellatura a freddo in acciaio 4140 al cromo-molibdeno con brunitura esterna opaca e munita di un rompifiamma "a gabbietta d'uccello" di concezione e produzione Ruger, che presenta sei rigature destrorse con passo di 1:8", perfetta per tutti i caricamenti calibro .223 Remington/5,56x45mm con palla dai 35 ai 77 grani.

Funzionante per recupero di gas diretto, infine, il Ruger AR-556 presenta un gruppo-otturatore macchinato in acciaio 9310, interamente cromato all'interno (anche nella valvola di presa gas!) e testato per tutti i livelli di pressione che un AR-15 calibro .223/5,56mm può tipicamente raggiungere.

Il Ruger AR-556 si configura come un fucile semi-automatico moderno per impieghi tipicamente civili − pur restando utilizzabile da parte degli operatori di Polizia in quelle giurisdizioni ove essi sono dotati di fucili semi-automatici e non di armi a raffica − e peraltro non dovrebbe essere sottoposto alle normative ITAR, cosa che ne renderebbe più facile l'esportazione in quantità significative al di fuori degli Stati Uniti.

Interessantissimo è soprattutto il prezzo indicativo al pubblico: per gli Stati Uniti si parla di 749 dollari, ovvero 587,33€ al cambio attuale. Anche volendo tenere di conto gli oneri di importazione e bancatura, i ricarichi di distributori e dettaglianti e l'IVA, in Italia il Ruger AR-556 potrebbe benissimo collocarsi nella fascia di prezzo degli AR-15 di produzione NORINCO, Sino Defense Manufacturing e (soprattutto) Smith & Wesson, offrendo però una qualità decisamente superiore a quella delle realizzazioni cinesi. Per sapere di più riguardo alla distribuzione da questa parte dell'Atlantico, tuttavia, bisognerà aspettare almeno fino ai primi mesi del 2015.

Valuta questo articolo
4.1 (12 valutazioni)
Il corretto e completo funzionamento dei nostri servizi richiede i cookie. Facendo clic sul pulsante [OK], acconsentite al nostro dominio Internet utilizzando i cookie.