3.9

Primo Gran Premio Skeet ISSF 2019

Il primo Gran Premio di Capua ha aperto ufficialmente la stagione estiva dello Skeet formula ISSF. Ad ospitare la gara sono state infatti le pedane campane del Tav Falco di Sant’Angelo in Formis (CE) su cui si sono dati appuntamento 144 specialisti. 

Gran Premio di Capua: vincitori

Il migliore in assoluto della gara è stato il sardo Luigi Lodde, autore di una prova eccezionale. Il portacolori dell’Esercito Italiano, Campione Europeo nel 2014 e nel 2015, è stato il migliore delle qualificazioni, chiuse con un quasi perfetto 124/125, ed ha confermato il suo primato anche nella finale, dominata con un incredibile 58/60.

Podio eccellenza
Il podio della categoria eccellenza. 

Sicuramente l’allenamento in terra sarda, spesso caratterizzato da un forte vento, ha aiutato Gigi ad affrontare con sicurezza e decisione la finale sul campo campano; quest’ultima è stata caratterizzata infatti da vento e traiettorie di piattelli non semplici. L’avversario ad averlo impensierito maggiormente è stato il toscano Niccolò Sodi, il quale, dopo aver tentato di reggere il suo ritmo fino al duello conclusivo per l’oro e l’argento, si è dovuto accontentare della piazza d’onore con 56/60. Sul podio anche Tammaro Cassandro (Carabinieri), di casa sulle pedane casertane, bronzo grazie al conclusivo 43/50.

Per quanto riguarda la gara femminile, al termine dei 125 piattelli di qualificazione, al primo posto si era piazzata Chiara Costa con 109/125, seguita a due piattelli da Francesca Del Prete, Giada Longhi e Martina Maruzzo (107/125).

Durante la finale, qualche errore di troppo della romana ha ribaltato la classifica: la reatina Giada Longhi (Esercito) ha conquistato la medaglia d’oro dopo essere entrata nella finale con il dorsale numero quattro, con un buon 51/60. Seconda con sei piattelli di ritardo la laziale Francesca Del Prete (Fiamme Oro) (45/60) e terza la vicentina Martina Maruzzo (Fiamme Oro) (36/50).

Molto più incerto il verdetto finale della classifica del Settore Giovanile in cui, per l’assegnazione dell’oro e dell’argento, è stato necessario uno spareggio tra i toscani Cristian Ghilli (Fiamme Oro) e Andrea Galardini, autori di una gara quasi identica dal punto di vista dei punteggi. Entrati in finale con 113/125 e, rispettivamente, il dorsale numero uno con +10 ed il dorsale numero due con +8, i due si sono eguagliati anche al termine dei 60 piattelli regolamentari del round conclusivo, costringendosi ad uno spareggio per l’assegnazione delle medaglie. Alla fine ad avere la meglio è stato Ghilli, d’oro con +6, mentre a Galardini è rimasto l’argento con +5, mentre la medaglia di bronzo se l’è messa al collo il campano Giovanni Riccardi con 40/50.

Per quanto riguarda le altre categorie, tra i Prima il migliore sulle pedane casertane è stato Antonio De Giulio con 138/150, eguagliato tra i Seconda da Antonino Paolo Poeta con 126/150 e tra i Terza da Alessio Borgi con 128/150.

Il prossimo appuntamento con lo Skeet formula ISSF è fissato per sabato 8 e domenica 9 giugno sulle pedane sarde del Tav Arzachena con il 2° Gran Premio 2019. 

Valuta questo articolo
3.9 (7 valutazioni)
Il corretto e completo funzionamento dei nostri servizi richiede i cookie. Facendo clic sul pulsante [OK], acconsentite al nostro dominio Internet utilizzando i cookie.