5

4 Novembre, giorno dell’Unità Nazionale e giornata delle Forze Armate

In occasione della celebrazione del giorno dell’Unità nazionale e giornata delle Forze Armate, lunedì 4 novembre, alle ore 11.45 avrà luogo a Napoli, in via Francesco Caracciolo, la cerimonia militare commemorativa e lo sfilamento di alcuni Reparti dell’Esercito italiano, Marina Militare, Aeronautica Militare, Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

Il 4 novembre 1918 terminava la Prima guerra mondiale. Con l’entrata delle truppe italiane vittoriose a Trento e Trieste, dopo quasi tre anni e mezzo di combattimenti accaniti, terminava quella che venne allora definita “la Grande Guerra”. Le celebrazioni del Giorno dell’Unità nazionale e della Giornata delle Forze Armate rappresentano un importante momento di coesione e di unità e identità nazionale, nonché l’appuntamento annuale dei militari italiani con i propri concittadini, luogo ideale d’incontro e di amalgama tra Forze Armate e popolo italiano.

Allievo maresciallo guardia di finanza
Un allievo maresciallo della Guardia di Finanza.

Le Forze Armate sono, allora come oggi, artefici e garanti dell’Unità nazionale. Esse operano prioritariamente nell’ambito di coalizioni promosse dalle principali organizzazioni internazionali di riferimento: L’ONU, la NATO e l’UE. In alcuni casi possono operare in autonomia sulla base di accordi bilaterali tra il nostro Paese e la nazione ospitante. Agiscono con la consapevolezza che le operazioni militari contribuiscono e stimolano la crescita del Paese ma soprattutto promuovono la coscienza dell'importanza per l’Italia di assumere ruoli di sempre maggiori responsabilità anche in campo internazionale. L’output operativo che le Forze Armate esprimono all’estero con i propri uomini e donne, rappresenta uno stimolo alla stabilità e allo sviluppo, condizioni necessarie per riportare la speranza nelle aree particolarmente martoriate. Operano anche in Patria per contribuire alla sicurezza come nel caso dell'Operazione "Strade Sicure e dell’operazione “Mare Sicuro”.

L’Italia contribuisce infatti alle attuali missioni di stabilizzazione, in contesti interforze e multinazionali, con oltre 5000 militari che operano all’estero, dalla Libia al Sahel e al Corno d’Africa, in Afghanistan, Iraq e Libano, dai Paesi Baltici ai Balcani, dal Mare Mediterraneo all’Oceano Indiano fino ai cieli d’Islanda.

Si tratta di operazioni internazionali – prevalentemente svolte sotto l’egida delle Nazioni Unite, in ambito NATO e Unione Europea – nelle quali le Forze Armate hanno raggiunto altissimi livelli di efficacia, confermandosi una componente affidabile e fondamentale del “Sistema Paese”, in grado di operare oltre i confini, per affrontare le nuove sfide globali alla sicurezza, alla stabilità e alla pace, e per salvaguardare gli interessi strategici nazionali.

Carabinieri
I carabinieri sono tradizionalmente uno dei corpi più amati dagli italiani.

Inoltre, le Forze Armate hanno il compito istituzionale di intervenire, qualora richiesto, in caso di pubbliche calamità e in altri casi di straordinaria necessità ed urgenza. Le calamità naturali che hanno colpito il territorio nazionale negli ultimi anni hanno visto un impiego crescente delle Forze Armate nelle attività di soccorso alle popolazioni civili evidenziando la preparazione e la prontezza dei militari ad affrontare situazioni di emergenza in favore della collettività nazionale. Quest’anno cade anche il ventennale della legge 380 con la quale, il 20 ottobre del 1999, il nostro Paese si è allineato ai Paesi della NATO aprendo le porte delle Forze Armate e della Guardia di Finanza al reclutamento femminile. L’ingresso delle donne italiane del mondo militare, avverrà l’anno successivo nel 2000, rappresentando una svolta storica per il nostro Paese e per la Difesa. 

Elicottero AW139
Il millesimo esemplare di elicottero AW139 consegnato alla GdF nel settembre 2019.

Insieme alla realizzazione del modello interamente professionale, la legge 380, ha rappresentato forse l’opera epocale per antonomasia nel corso del passato ventennio ed ha contribuito a rifondare lo strumento militare e a migliorarne la percezione da parte dell’opinione pubblica, creando le premesse per uno strumento sempre più moderno e inclusivo. Per le stesse donne, ovviamente, l’accesso alle carriere militari è stata una tappa fondamentale nel percorso di emancipazione che, finalmente, ha aperto loro le porte di una realtà prima fortemente declinata al maschile.

In questi 20 anni è stato sviluppato un modello di reclutamento che può essere considerato tra i più avanzati come garanzia di parità, perché ammette le donne a tutti i ruoli e a tutte le categorie senza preclusioni di incarichi e di impiego. Alla fine del 2018 sono circa 16 mila donne impiegate nelle Forze armate e nell’Arma dei Carabinieri che operano in ogni settore e in grado di aspirare ad ogni tipo di carriera.

Lo sfilamento coinvolgerà un reparto interforze composto da 5 battaglioni, uno per ogni Forza Armata e per la Guardia di Finanza. I numeri del 4 novembre sono la conferma di una grande partecipazione e coinvolgimento. Sfileranno oltre 500 militari, tra uomini e donne e le bandiere di guerra delle Forze Armate e della Guardia di Finanza. Alla cerimonia prenderanno parte anche i gonfaloni delle amministrazioni locali, i medaglieri e i Labari delle Associazioni combattentistiche e d’arma insieme a una rappresentanza dei decorati di Medaglia d’Oro al Valor militare, dei richiamati nel Ruolo d’Onore e degli atleti del Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa.

Il Calendario delle Celebrazioni

Eventi previsti a Roma

Ore 08.30 Onori militari al sacello del milite ignoto presso l’altare della Patria a Roma.

Eventi previsti a Napoli

Nei giorni del 31 ottobre, 1, 2, 3 e 4 novembre, dalle ore 9.30  alle ore 19.00, le Forze Armate saranno presenti in Piazza del Plebiscito con un’area espositiva interforze (Esercito, Marina Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) e nel porto di Napoli sarà possibile visitare le navi come di seguito indicato:

Nave SAN GIUSTO:

Giorni 1, 2, 3 novembre

Orari: 10.00-12.00 e 15.00-18.00

Giorno 4 novembre dalle ore 15.00 alle ore 18.00.

Nave BERGAMINI e Nave FASAN:

Giorno 2 novembre orari 17.00-19.30

Giorno 3 novembre orari 09.30-12.30 e 15.00-19.30.

Alzabandiera solenne presso Piazza del Plebiscito

Giorno 4 novembre ore 09.45.

Alle ore 11.45 del 4 novembre: inizio sfilamento del reparto interforze lungo via Caracciolo;

A seguire: 

  • due Sorvoli delle Frecce tricolori
  • il lancio di un team interforze di paracadutisti con le bandiere delle Forze Armate e della Guardia di Finanza e con un tricolore di 400 metri quadrati
  • 21 salve di artiglieria navale dalle Navi in rada nel tratto di mare antistante il lungomare Caracciolo.
Frecce tricolori
Le Frecce tricolori quest'anno sorvoleranno la città di Napoli.

Associazioni combattentistiche e d’arma: L’Associazionismo militare rappresenta idealmente tutti coloro che si sono impegnati per la causa del Paese, dando testimonianza e continuità al valore dei nostri uomini e donne in armi e dei sacrifici compiuti da tutto il Popolo Italiano. Nei simboli delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, Partigiane, di Categoria e di Specialità sono rappresentati emblematicamente i Caduti e i dispersi di ogni epoca e circostanza, unitamente ai feriti, ai mutilati e agli invalidi.

Esercito Italiano: L’Esercito Italiano, con i suoi 158 anni di storia, è una realtà pronta ed efficiente, parte integrante della Difesa per la sicurezza interna ed esterna del Paese. Si tratta della componente terrestre delle Forze Armate dotato di mezzi moderni e personale addestrato, uno strumento pronto, flessibile e integrato al servizio di tutta la collettività: un’autentica risorsa per il Paese e un irrinunciabile strumento di politica estera. I militari dell’esercito operano, insieme ai colleghi delle altre Forze Armate e delle nazioni amiche e alleate, nei più svariati angoli del mondo, dai Balcani all’Africa e al Medio Oriente, a sostegno della pace e della comunità internazionale. In Italia, è impegnato con 7000 soldati nell’Operazione “Strade Sicure” al fianco delle Forze dell’Ordine. Come è ben sintetizzato dal suo motto “noi ci siamo sempre!”, l’Esercito interviene in caso di calamità naturali, quali terremoti, alluvioni e incendi, a supporto delle Prefetture e della Protezione Civile, a testimonianza di una collaborazione tra istituzioni, un “di più insieme!” che moltiplica gli sforzi a favore del Paese. Non ultimo il costante impegno nella bonifica degli ordigni esplosivi su tutto il territorio nazionale.

Marina Militare
La Marina militare svolge compiti cruciali per la difesa dei nostri mari, oggi assai inquieti.

Marina Militare: La Marina Militare è la Forza armata che incarna la millenaria vocazione marittima di una Nazione il cui sviluppo e prosperità sono ineludibilmente dipendenti dal mare. La Marina, con la sua continua presenza e sorveglianza degli spazi marittimi, il controllo della Situazione Marittima nelle aree di interesse nazionale e il suo potenziale di deterrenza, difesa avanzata e proiezione di capacità, garantisce il libero uso del mare. E lo fa con i suoi equipaggi, uomini e donne che giornalmente garantiscono “sul mare” e “dal mare” la sicurezza del Paese difendendo le nostre coste, tutelando gli interessi strategici nazionali a sostegno della collettività. Con le sue funzioni di polizia dell'alto mare la Marina assicura anche il contrasto alle minacce e alle attività criminali nella dimensione marittima come il terrorismo, la pirateria, i traffici illeciti e l’uso illegale del mare, concorrendo anche alla salvaguardia della vita umana.

Aeronautica Militare: L’Aeronautica Militare è la Forza Aerea che ha raccolto l’eredità dei reparti dell’aviazione impegnati durante il 1° conflitto mondiale. L’Aeronautica Militare opera 24 ore su 24 per la sicurezza del Paese e al servizio della collettività, garantendo la difesa ed il controllo dello spazio aereo. Assicura una sinergica attività interforze e interagenzia, in stretta collaborazione con le altre FA e Agenzie dello Stato, a protezione degli interessi nazionali sia in Italia che all’estero.

Arma dei Carabinieri: L’Arma dei Carabinieri, “forza militare di polizia a competenza generale e in servizio permanente di pubblica sicurezza”, è una componente essenziale del sistema di difesa e sicurezza del Paese. Collocata nell’ambito del Ministero della Difesa, accanto alle altre Forze Armate, svolge le funzioni di Difesa, Polizia di sicurezza, Polizia giudiziaria e Protezione civile.

Quale Forza Armata, assicura una pluralità di compiti: dal concorso alla difesa della Patria alla partecipazione alle missioni di mantenimento e ripristino della pace e della sicurezza internazionali, dalle funzioni di polizia militare alla sicurezza di tutte le sedi diplomatiche e consolari italiane all’estero. Quale Forza di polizia, invece, è impegnata nello svolgimento di tutte le attività a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica: dal controllo del territorio ai servizi di ordine pubblico, alla tutela degli interessi diffusi della collettività, quali la salute, il lavoro, il patrimonio culturale e l’ambiente. La lotta al crimine - condotta al fianco della Magistratura e delle altre Forze di polizia - si avvantaggia di un binomio operativo di comprovata efficacia, costituito dai reparti territoriali e dalle unità specializzate. Il fitto reticolo dei comandi sul territorio assicura tempestivi interventi sui fenomeni delinquenziali localmente individuati, oltre a cogliere i segnali di realtà criminali più articolate, il cui contrasto è affidato a reparti dedicati. Dal 1° gennaio 2017 all’Arma sono stati attribuiti gran parte dei compiti e del personale già del Corpo Forestale dello Stato.

Guardia di Finanza: Corpo di Polizia ad ordinamento militare dipendente dal Ministro dell’Economia e delle Finanze. Unica forza di polizia con funzioni di polizia economico-finanziaria, ha come obiettivi primari il contrasto all’evasione fiscale, la lotta alla corruzione e agli sprechi di denaro pubblico.

Sabato 2 novembre 2019 presso la Galleria Umberto I, verrà svolta un’esibizione dei seguenti complessi bandistici:

Ore 11:30       Banda musicale della Guardia di Finanza

Ore 15:45       Banda musicale della Marina Militare

Ore 18:00       Fanfara del 10° Reggimento Carabinieri Campania

Domenica 3 novembre 2019:

Ore 11:00       Fanfara della Brigata Bersaglieri “Garibaldi”

Ore 16:30       Banda musicale della Aeronautica Militare

Le esibizioni avranno una durata di circa 45’.

Valuta questo articolo
5 (7 valutazioni)
Il corretto e completo funzionamento dei nostri servizi richiede i cookie. Facendo clic sul pulsante [OK], acconsentite al nostro dominio Internet utilizzando i cookie.