La legislazione sui coltelli in Europa: una panoramica

Nessuno vuole avere problemi con la legge durante un viaggio, soprattutto all'estero. In sostanza, e con le debite eccezioni le norme di legge sui coltelli sono abbastanza simili in tutti i paesi europei: spesso c'è un limite massimo alla lunghezza della lama. Il porto del coltello richiede generalmente un valido motivo. E in fin dei conti, quasi tutti i Paesi hanno una lista di utensili da taglio, ognuno dei quali è considerato un oggetto proibito: essere sorpresi a portarli in quei Paesi significa correre il rischio di sanzioni anche molto gravi. Una nota importante: anche se la descrizione della situazione giuridica nei singoli Paesi è stata compilata al meglio delle nostre conoscenze, in caso di dubbio è vi suggeriamo di approfondire la questione. Inoltre, all4shooters.com desidera sottolineare anche se qualcosa è considerato legale, non necessariamente è sensato o appropriato farlo. Ad esempio, anche se in Austria o nella Repubblica Ceca non ci sono quasi regole per il porto dei coltelli, è fortemente sconsigliato passeggiare nel centro di Vienna o Praga sfoggiando un coltello da combattimento o una Katana giapponese.

In Portogallo è proibito il porto di coltelli a lama fissa dotati di guardia. Vietati anche i coltelli a farfalla e da lancio.
Un coltello adatto al porto in Germania: non può essere aperto con una sola mano e la lama non ha sistemi di blocco in apertura.

Austria

L’Austria ha una legge molto semplice. Sono proibiti i bastoni animati e i coltelli camuffati da altri oggetti (fibbie, carte di credito, spazzole ecc.) Non esistono altre norme.

Belgio

In genere i coltelli  poco riconoscibili come tali sono visti di cattivo occhio in tutti i paesi.

Sono proibiti i coltelli automatici, quelli da lancio, le stelle da lancio, o ninja (shuriken) e i coltelli camuffati. All’interno di un veicolo non è consentito il porto di coltelli, nemmeno molto piccolo, senza un valido motivo, e in ogni caso il coltello deve essere chiuso.

Repubblica Ceca

Anche in Repubblica Ceca non esistono leggi riguardanti i coltelli. In questo caso si applica il buonsenso.

Danimarca

Sono vietati i coltelli che si possono aprire con una sola mano, quelli automatici, a gravità, le push dagger, e i coltelli a lama fissa che possono essere estratti prontamente, come quelli da collo o da stivale. È consentito il porto di coltelli con lama fissa non più lunga di 12 centimetri e di coltelli chiudibili senza blocco con lama fino a 7 centimetri. Il porto di un coltellino svizzero non rappresenta un problema.

Finlandia

Anche la Finlandia ha una legge riguardante il porto delle lama molto rilassata. Non ci sono restrizioni di lunghezza e non è necessario giustificare il porto. Sono vietati coltelli a farfalle, a scatto, a gravità e baionette.

Francia

In Francia ci sono due limiti al porto delle lame: non possono essere più lunghe di 15 cm  e più spesse di 4 mm. Non è consentito il porto o il trasporto nel bagaglio di coltelli con dispositivo di blocco della lama. Tomahawk, tirapugni, stelle ninja e alter armi da taglio sono proibite. La cosa migliore da fare: portate un coltello senza blocco della lama e preparatevi a doverne giustificare il porto.

Germania

La legge tedesca ha un elenco molto completo di coltelli e oggetti simili a coltelli proibiti. Questi includono:

In Germania è possibile portare anche senza un motivo valido, ma non ovunque, un coltello con lama fissa lunga fino a 12 centimetri.
  • Armi da punta o da taglio che simulano la forma di un altro oggetto o che sono nascoste in oggetti di uso quotidiano;
  • Stelle da lancio;
  • Coltelli a serramanico e coltelli a gravità. Eccezione: coltelli automatici, se la lama esce dall’impugnatura lateralmente e la parte della lama che sporge dal manico non è lunga più di 8,5 cm e non è affilata su entrambi i lati;
  • Push dagger
  • Coltelli a farfalla (balisong).

Oltre a questi, ci sono oggetti "a uso limitato" che secondo la legge tedesca non è permesso portare con sé in circostanze normali. L'elenco comprende armi da taglio e da punta, così come coltelli che si possono aprire con una sola mano e la cui lama può essere bloccata usando una sola mano. Non si possono portare coltelli con lama fissa più lunga di 12 centimetri. Se si vuole portare uno di questi oggetti è necessario avere un giustificato motivo. Inoltre, ogni Stato tedesco può emanare norme locali che vietano il trasporto di armi "e di qualsiasi oggetto pericoloso" nelle cosiddette zone "vietate alle armi" per proteggere la sicurezza e l'ordine pubblico.

In sintesi, ci sono coltelli che possono sempre essere trasportati, poi ci sono coltelli che possono essere trasportati solo con un giustificato e coltelli che possono anche essere trasportati nelle zone “vietate alle armi”. Infine, un consiglio per la Germania: se si vuole andare sul sicuro, non si può sbagliare con un coltello ad "uso non limitato". Se siete sicuri di non entrare in una zona “vietata alle armi”, anche i coltelli con una lama fissa lunga fino a 12 centimetri non sono un problema.

Grecia

Push dagger
Una push dagger, oltretutto dissimulata come fibbia di una cintura: il suo porto è illegale in quasi tutta Europa.

I coltelli di grandi dimensioni sono proibiti in Grecia. Cosa significhi esattamente questo è difficile da determinare. In caso di dubbio, sarà l'agente di polizia nella situazione concreta a decidere. In ogni caso, si dovrebbero portare solo strumenti con dimensioni adeguate per i compiti da svolgere. In generale, questi non comprende coltelli a farfalla, coltelli automatici, pugnali o coltelli con lame che sporgono dalla parte anteriore dell'impugnatura. Consigliamo nel caso di portare solo piccoli coltelli chiudibili.

Inghilterra

Pur non facendo più parte dell'Unione Europea, resta una meta turistica molto importante, per cui vediamo come vanno le cose in terra britannica. È consentito il porto senza giustificato motivo di un coltello chiudibile con lama non più lunga di 3 pollici, equivalenti a 7,6 centimetri e privo di sistema di blocco della lama e di aiuto all'apertura. Possono essere portati coltelli di dimensioni maggiori o di altro tipo ma solo con un giustificato motivo. I coltelli consentiti non possono comunque essere portati se ci si sta recando a manifestazioni, eventi sportivi, pub, centri commerciali e altri luoghi pubblici o manifestazioni. 

I coltelli con apertura assistita o a flipper possono essere detenuti, ma non portati. Praticamente tutti gli altri tipi di coltelli sono vietati. Fortemente sconsigliato quindi girare in città con un coltello, anche di tipo ammesso.

Irlanda

Un coltello con apertura a flipper e chiusura liner-lock. Vietatissimo in Irlanda e non solo.

Un caso del tutto particolare: in Irlanda è generalmente vietato portare qualsiasi cosa che possa tagliare. In un quadro limitato, tuttavia, il trasporto è consentito se si dimostra una buona ragione per farlo. L'importante distinzione è che l'Irlanda non vieta il possesso di coltelli, ma solo porto e l'importazione di alcuni tipi di coltelli (la cui lista andrebbe oltre lo scopo di questo articolo). In questo caso, possiamo solo consigliare di fare assolutamente a meno di portare un coltello nel bagaglio. Se vi è assolutamente indispensabile disporre di un coltello, vi consigliamo di acquistarlo sul posto.

Norvegia:

In Norvegia vige il divieto assoluto di portare coltelli nelle città. Qui il coltello deve sempre rimanere fuori dalla immediate disponibilità di chi lo trasporta. Al di fuori delle città tuttavia, si applica il principio dell'interesse legittimo. Ad esempio, il porto di un coltello non è un problema quando si va a pesca o a fare trekking nei boschi. Fondamentalmente sono vietati i coltelli a farfalla, quelli con lama a doppio taglio e i coltelli tascabili con apertura assistita.

Polonia

Anche se non esplicitamente vietato, il porto di lame dalle dimensioni eccessive non è mai consigliato.

In Polonia ci sono diversi coltelli proibiti: quelli dissimulati da altri oggetti, quelli da lancio e quelli che avvolgono la mano. Tutto ciò che non è proibito può essere usato. In parole povere questo significa che con i comuni coltelli nel bagaglio non dovrebbero esserci problemi.

Portogallo

In vacanza in Portogallo, il viaggiatore deve assicurarsi che l'utensile da taglio che porta con sé abbia una lama di lunghezza inferiore a 10 cm. Altrimenti è necessario fornire un giustificato motivo per il porto. Sono vietati i coltelli automatici e semiautomatici, i coltelli da lancio, quelli a farfalla e i coltelli fissi con guardia. Sono vietati anche i coltelli dissimulati da altri oggetti. In generale, non si può portare con sé nulla di nascosto.

Svezia

Il paese scandinavo fa una distinzione tra l'importazione e il possesso di coltelli, in modo simile all'Irlanda. C'è anche un divieto generale di portare coltelli in luogo pubblico. Ma il nocciolo della questione sta nel dettaglio: le foreste svedesi non sono considerate "luogo pubblico". Ciò significa che in città i coltelli devono essere generalmente tenuti sotto chiave. Nei boschi, invece, di solito non ci sono problemi se si porta un coltello di dimensioni ragionevoli.

Spagna

In Spagna sono vietati i coltelli camuffati da altri oggetti, quelli con apertura semiautomatica e automatica, quelli con apertura a flipper e in generale tutti i coltelli chiudibili con lama di lunghezza superiore a 11 centimetri. Vietati anche i coltelli a farfalla e le push dagger. I pugnali con lama affilata su entrambi i lati sono vietati. Inoltre, in Spagna in genere si deve essere in grado di dare un valido motivo per portare un coltello.

Svizzera

In Svizzera il porto del coltellino multiuso è consentito senza restrizioni.

La situazione è ancora più complicata in Svizzera: qui si distingue tra armi e oggetti atti a offendere. Le armi comprendono pugnali (forma simmetrica della lama, lama di lunghezza compresa tra 5 cm e 30 cm), coltelli da lancio, coltelli a farfalla e tutti i coltelli con meccanismo di apertura a molla. Questi non possono nemmeno essere trasportati e non devono essere portati con sé quando si viaggia in Svizzera. I coltelli da cucina possono essere considerati "oggetti atti a offendere" e in caso di ispezione dovremo avere un valido motivo da spiegare. È esplicitamente escluso dal divieto di porto il coltellino tascabile dell'esercito svizzero, che consigliamo a questo punto anche come compagno di viaggio in Svizzera.

Per concludere: quale coltello devo portare con me in viaggio?

Un coltello da collo. Paesi come la Danimarca ne vietano espressamente il porto.

Cosa devo fare ora se voglio andare in diversi paesi? Prima di tutto: informarsi. Poi si può dire che con un coltello multifunzione con lama bloccabile come il classico coltellino svizzero non dovrebbero esserci problemi nella maggior parte dei paesi. Ma anche qui ci sono degli ostacoli - vedi l'Irlanda. Questo porta al secondo problema: non ovunque la legge segue la stessa logica. Può accadere che gli oggetti non siano vietati, ma quando si cerca di importarli ci si deve aspettare pesanti sanzioni. Oppure che lo stato di diritto funziona in modo diverso rispetto al vostro paese, e gli agenti di polizia hanno molta più discrezionalità. Ecco perché possiamo solo dire ancora e ancora: quando si portano coltelli, rimanete entro i limiti legali, agite con il cervello e cercate di non attirare l'attenzione. 

Questo articolo è disponibile anche in queste lingue: