Benelli Lupo, la prima bolt action della casa di Urbino!

Una volta Benelli era sinonimo di fucili semiautomatici calibro 12, con i suoi modelli Montefeltro. Poi arrivò l’ Argo e Benelli diventò anche sinonimo di carabina semiautomatica per cacciare i cinghiali . Ma non bastava e arrivò anche il sovrapposto 828 U che ha ridefinito il modo di concepire il fucile da caccia a due canne, riscuotendo un successo straordinario. Qualcuno si sarebbe accontentato, ma evidentemente adagiarsi sugli allori non fa parte della mentalità Benelli. Ecco quindi che allo SHOT Show 2020 fa la sua prima uscita pubblica la carabina Lupo a ripetizione manuale ( bolt action ) disponibile per il momento nei calibri .270 Winchester, .30-06 e .300 Winchester Magnum.

Benelli Lupo. Tutti i dettagli della nuova carabina bolt action

Fin dal primo contatto visivo la Lupo si rivela come una carabina diversa da tutte le altre a partire dal calcio in polimero completamente modulare , che permette all’utilizzatore di personalizzarne ogni dettaglio. Grazie a una serie di spaziatori forniti con l’arma è possibile regolare la piega del calcio e la sua lunghezza. La Lupo è dotata di nasello poggiaguancia di tipo Combtech e di calciolo ad assorbimento attivo del rinculo Progressive Comfort , derivato da quello già presente sui fucili a canna liscia della casa di Urbino, che funge da vero e proprio ammortizzatore. Le parti del calcio destinate alla presa sono zigrinate con la texture brevettata Air Touch che assicura comfort e grippabilità: i passanti per la cinghia sono integrati nella calciatura. La canna, che assicura una precisione sub MOA è completamente flottante e realizzata in acciaio trattato criogenicamente. Misura 22 pollici (56 cm) per i calibri .30-06 e .270 Winchester, e 24 pollici (61 cm) per il .300 Winchester Magnum. La carcassa è in lega leggera , con un design estremamente funzionale e moderno e finitura brunita: la slitta Picatinny per il montaggio dell’ottica è in due pezzi, per risparmiare peso. Anche il corpo dell’otturatore proprietario Benelli è svasato e scanalato per contenere il peso. La chiusura avviene su tra tenoni in testa con un angolo di apertura di 60°. Il caricatore brevettato è bifilare, ma grazie a uno spaziatore e alla molla di elevazione molto dolce può essere riempito facilmente come un monofilare, anche senza estrarlo dalla carabina. La sicura è a cursore, in posizione centrale, quindi facilmente raggiungibile anche dai tiratori mancini.  

Il peso della versione con canna da 22 pollici è di 3200 grammi. Il prezzo al pubblico partirà da 1699 dollari, al cambio circa 1500 Euro.

Naturalmente siamo tutti ansiosi di poterla provare al più presto. Complimenti quindi a Benelli e… in bocca al Lupo!

Slitta Picatinny sulla carabina Benelli Lupo
La slitta Picatinny in due parti montata sull'azione della carabina Benelli Lupo. La sicura è a cursore.
Otturatore della carabina Benelli Lupo
L'otturatore della Benelli Lupo è alleggerito, con tre tenoni in testa e angolo di apertura di 60°.

Benelli Lupo: scheda tecnica 

Produttore Benelli
Modello Lupo
Tipologia carabina a ripetizione manuale
Impiego caccia
Calibro .30-06, .270 Winchester, e .300 Winchester Magnum
Lunghezza canna 56 o 61 cm
Caricatore  bifilare da 5 colpi
Mire assenti
Calcio  in polimero completamente regolabile
Finitura brunita
Peso 3200 grammi
Prezzo circa 1500 euro

Per ulteriori informazioni sulla nuova carabina bolt action Lupo, visita il sito Benelli

Altre news di  SHOT Show 2020   su all4shooters.com / all4hunters.com.

Questo articolo è disponibile anche in queste lingue: