Increase font size Decrease font size
 

Burris FastFire III

26/07/2013 - La mira olografica a punto rosso Burris FastFire III, con le sue caratteristiche tecniche e qualitative, promette alte prestazioni e resistenza, aiutando il cacciatore ad effettuare tiri efficaci sulla selvaggina

Diego Mastroberardino

Le mire a punto rosso stanno gradualmente prendendo piede in ambito venatorio. La loro versatilità, le dimensioni ridotte, la leggerezza e la compattezza fanno delle mire a punto rosso un ottimo strumento con il quale effettuare tiri precisi ed efficaci sulla selvaggina.

La Burris è un’azienda che produce performanti ottiche tra cui il FastFire III, una mira olografica a punto rosso molto robusta grazie alla struttura in acciaio inossidabile, bronzo e alluminio anodizzato che le conferiscono alte prestazioni e resistenza al tempo.

Le dimensioni ed il peso ridotti del FastFire III consentono al cacciatore di montare questa mira olografica a punto rosso direttamente su qualsiasi arma, compreso il carrello delle pistole semiautomatiche di grande calibro (solo per dare un’idea della versatilità di questo prodotto della Burris).
Con una distanza focale illimitata, il FastFire III può essere usato su pistole, ma soprattutto su carabine e fucili da caccia. Il basso ingrandimento, che fornisce un campo visivo particolarmente grande, e l’assenza virtuale del parallasse da 10 a 150 iarde (da 9 a 140 metri circa) consentono al cacciatore di effettuare tiri precisi ed efficaci installando il FastFire III sulla propria arma.

Burris FastFire III viene fornito completo del sistema di montaggio Picatinny
Burris FastFire III viene fornito completo del sistema di montaggio Picatinny

Le prestazioni, però, sono nulla senza la resistenza. Per questo motivo, la mira olografica a punto rosso FastFire III presenta uno speciale rivestimento riflettente compreso fra le due lenti finemente lucidate, per ottenere massima protezione da graffiature e abrasioni sulla superficie riflettente a banda stretta. Inoltre, le superfici esterne delle lenti sono interamente rivestite per ottenere la massima trasmissione della luce.

Il FastFire III presenta infatti il controllo intelligente della luminosità, che può essere regolata manualmente su tre livelli differenti. Alternativamente, si può utilizzare il controllo elettronico che regola in automatico la luminosità, con lo scopo di ottenere i migliori parametri e regolazioni per qualsiasi situazione di caccia.

Prestazioni notevoli e resistenza connessi però alla semplicità d’uso. L’esclusivo sistema di sostituzione batteria 1-stop avviene dall’alto non richiede smontaggio, nessun aggiustamento del punto di impatto e l’indicatore di batteria scarica farà si che non avvengano spegnimenti improvvisi. Queste caratteristiche consentono al cacciatore di sostituire la batteria ovunque in tutta tranquillità ed in modo semplice.

Se le condizioni atmosferiche sono particolarmente difficili, l’innovativo tappo protettivo e la copertura fornita per la lente, proteggono la mira da pioggia e neve assicurando comunque una
visione chiara dell’ambiente circostante ed un puntamento efficace della preda. Il nuovo FastFire III è ovviamente impermeabile, essendo sigillato al 100 % contro l‘acqua ed è subacqueo.

Caratteristiche tecniche:

 

•     Accesso dall‘alto alla batteria - non richiede smontaggio, nessun aggiustamento del
punto di impatto

•    Regolatori a tasto senza attrezzi

•    3 regolazioni di luminosità manuali, 1 regolazione di luminosità automatica

•    Indicatore di batteria scarica

•    Tappo protettivo con lenti trasparenti

•    Impermeabile

•    Sistema di montaggio Picatinny incluso

•    2 modelli: 3 MOA e 8 MOA

Valuta questo articolo!Burris FastFire III 2.8333 (6 valutazioni)
stampare
comments powered by Disqus