Armi, Munizioni, Tecnica, Passione
Choose your language
E-mail
Password
 
Increase font size Decrease font size
 

ISSC M22

ISSC Modello 22 

Una pistola calibro .22 LR con look molto riconoscibile. La pistola semiautomatica ISSC M22 nasce dalla visione di un produttore austriaco, ma non chiamatela Glock

Rainer Emde. Foto: Michael Schippers
ISSC Modello 22 
La M22 Target (a destra) ha una linea di mira prolungata dal contrappeso della canna. Le tacche di mira con inserti bianchi sono regolabili solo in brandeggio, l’alzo si regola tramite i tre mirini di ricambio in dotazione

Dovendo fare un paragone tennistico possiamo affermare che  la pistola  ISSC M22 è un “doppio mistoˮ tra Austria e Germania. L’International Sport and Security Consulting (ISSC) è un grossista di armi austriaco che ha  commissionato il progetto e la produzione della pistola alla tedesca ESC (Engineering Sourcing Consulting). Attualmente vengono prodotti due modelli, l’M22 e l’ M22 Target. La caratteristica distintiva è la lunghezze di canna, di 104 mm sulla prima e di 140 mm con contrappeso sulla seconda. ISSC non desiderava costruire semplicemente una copia di piccolo calibro della musa austriaca. Perciò la M22 versione standard si ispira alla Glock 19 con molta più libertà di come sembrerebbe a un primo sguardo.

ISSC Modello 22 
Il disegno in trasparenza della ISSC modello 22

Sono infatti presenti notevoli differenze costruttive, rese necessarie dalle cartucce .22 long rifle percussione anulare, ad esempio la presenza del cane esterno. I progettisti di Ulm hanno abbinato a una sicura comandata da una leva ambidestra che funge anche da abbatti cane. La M22 ha sicure in abbondanza, necessarie o meno, a seconda dei rispettivi mercati. Negli USA ad esempio è richiesta alle armi di importazione una sicura sul caricatore: senza serbatoio, lo scatto è bloccato. Non manca poi la sicura sul grilletto, analoga a quella della Glock. Inoltre sul corpo del grilletto troviamo una vera e propria serratura a cilindretto che, se ruotata di 90° blocca ulteriormente lo scatto. Non manca la sicura automatica sul percussore e un avvisatore visivo di cartuccia in camera.

ISSC Modello 22 
La lega leggera del carrello è troppo morbida e si segna al minimo urto. Già dopo aver sparato pochi caricatori mostra tracce evidenti sullo spigolo della finestra di espulsione, dove rimbalzano i bossoli

Le impugnature presentano una grande somiglianza esteriore con quella della Glock, tuttavia ciò che a prima vista sembra uguale, nella mano appare completamente diverso. Malgrado l’inclinazione identica, le misure dell’impugnatura sono ridotte in scala, quindi con una minore distanza tra grilletto e dorsale. Il funzionamento della M22 è in sola singola azione con chiusura a massa, uno schema tipico delle pistole calibro .22. Abbastanza rustici gli organi di mira. Fortunatamente una scanalatura sulla parte superiore del carrello ne facilita l’allineamento. La tacca di mira è regolabile solo in brandeggio. Per una correzione semplificata del punto di impatto sono presenti tre mirini di ricambio, alti rispettivamente 4,0, 4,3 e 4,6 mm.

ISSC Modello 22 
Con pochi pezzi, almeno lo smontaggio di campagna è rapido e divertente. A differenza della Glock di riferimento, dopo lo sblocco l’otturatore va arretrato e sollevato

Tecnicamente le pistole ISSC si orientano su ciò che è comprovato, ovvero uno schema di funzionamento con semplice chiusura a massa. La canna  prodotta da Lothar Walther è fissa. Allo sparo si muove soltanto il carrello, che pesa 203 g. Con l’eccezione di una corta coppia di guide posteriori, l’impugnatura non svolge alcun altro compito di supporto. Tra l’impugnatura e l’otturatore, non si è lesinato sul “gioco” sia orizzontale sia verticale. Il sistema di smontaggio è analogo a quello delle pistole Glock, con una coppia di levette sporgenti su entrambi i lati del fusto. In questo caso tuttavia il carrello va separato dal castello spingendolo in avanti e sollevandone la parte posteriore, uno schema tipico delle pistole a salve e tascabili.

 

Valuta questo articolo! 5.0 (1 valutazione)
comments powered by Disqus